Test Valencia, Day 2, Ore 13: le due Honda davanti dopo la bandiera rossa

Marquez scivola, ma segna il miglior tempo della due giorni davanti a Pedrosa, mentre terzo c'è un ottimo Aleix Espargaro. Le Suzuki provocano una lunga interruzione e Valentino inizia a girare tardi. Lorenzo saggia con calma la GP17.

Test Valencia, Day 2, Ore 13: le due Honda davanti dopo la bandiera rossa
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

La mattinata della seconda giornata dei test collettivi di Valencia della MotoGP è stata caratterizzata da una lunga bandiera rossa dovuta alla doppia caduta delle Suzuki alla curva 12, con entrambi i piloti finiti a fare accertamenti: Alex Rins in ospedale per un dolore alla schiena, Andrea Iannone al centro medico per una radiografia al braccio destro.

La direzione gara è stata costretta ad interrompere piuttosto a lungo la sessione, perché la GSX-RR di Iannone è finita oltre le barriere e quindi i commissari hanno dovuto lavorare per ripristinarle. Inoltre c'è stata una verifica sull'asfalto, visto che entrambi hanno perso l'anteriore nello stesso identico punto. Per questo oggi il test terminerà alle 17:30 e non alle 17.

Una volta ripresa l'attività in pista, sono state le Honda a dettare il ritmo (alternandosi tra moto 2016 e 2017), con Marc Marquez che ha staccato il miglior tempo in 1'30"629, precedendo di 438 millesimi il compagno di squadra Dani Pedrosa. Il campione del mondo è però incappato anche in una scivolata alla curva 2: ha ripreso la sua RC213V 2016 dopo una sbacchettata, ma poi nella ghiaia ha riaperto il gas troppo presto ed è scivolato.

A sorpresa in terza posizione c'è l'Aprilia RS-GP di Aleix Espargaro, che sembra essersi adattato molto bene alla moto di Noale. Da segnalare che il suo compagno Sam Lowes invece oggi è rimasto a riposo precauzionale per una brutta botta al collo rimediata in una caduta avvenuta ieri.

In quarta posizione c'è Jack Miller, incappato pure lui in una scivolata alla curva 1 (a terra c'è finito pure Alvaro Bautista). L'australiano della Marc VDS precede le due Yamaha di Maverick Vinales e Valenitino Rossi, con il "Dottore" che ha iniziato a girare piuttosto tardi e con la versione 2016 della M1.

Settimo tempo per l'altra Honda di Cal Crutchlow, mentre le Ducati per ora sono un po' più indietro: Andrea Dovizioso alle 13 occupa l'ottava piazza e Jorge Lorenzo, che ha iniziato a lavorare con più intensità sulla GP17. Tra di loro si è poi inserito un ottimo Jonas Folger, che sembra aver fatto progressi importanti con la Yamaha Tech 3.

Per quanto riguarda le KTM, Pol Espargaro occupa la 12esima piazza con un distacco di circa 1"6 in linea con quello rimediato ieri. Bisogna considerare però che oggi Marquez è già sceso sotto i tempi della prima giornata. Più attardato invece Bradley Smith, che occupa la 17esima piazza.

MotoGP - Test invernali di Valencia 2016 - Day 2

condividi
commenti
Le due Suzuki a terra: Rins va in ospedale per un controllo alla schiena
Articolo precedente

Le due Suzuki a terra: Rins va in ospedale per un controllo alla schiena

Articolo successivo

Bradley Smith esalta la grande costanza della KTM RC16

Bradley Smith esalta la grande costanza della KTM RC16
Carica i commenti