Test MotoGP Jerez, Giorno 2: alle 12:30 Marquez detta il passo e si rivede Rins

condividi
commenti
Test MotoGP Jerez, Giorno 2: alle 12:30 Marquez detta il passo e si rivede Rins
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
29 nov 2018, 11:47

Il pilota della Honda e quello della Suzuki sono stati i soli a scendere sotto all'1'39" in mattinata. In terza posizione poi c'è la Yamaha di Vinales, seguita dalle due Ducati di Petrucci e Dovizioso. In crescita rispetto a ieri Valentino, settimo. Un passetto indietro invece per Lorenzo, decimo.

Anche questa mattina è iniziata piuttosto a rilento l'attività in pista a Jerez de la Frontera, dove è in scena la seconda ed ultima giornata dei test collettivi di MotoGP. La temperatura piuttosto bassa, ma in risalita, ha invitato alla prudenza tutti quanti e quindi anche se il semaforo è diventato verde alle ore 10, prima delle 11 passate non si sono viste moto in pista.

Quando siamo arrivati alle ore 12:30 (la bandiera scacchi oggi verrà sventolata alle 18), davanti a tutti c'è il campione del mondo Marc Marquez, che sta usando la RC213V in versione 2019, ma con aerodinamica 2018 per fare delle prove comparative. 

Leggi anche:

Lo spagnolo è stato il primo a scendere oggi sotto al muro dell'1'39" con un 1'38"452 con cui al momento distanza di oltre quattro decimi la Suzuki del connazionale Alex Rins, che è stato l'unico ad essere sceso sotto a questa soglia oltre a lui.

Si conferma sempre nelle prime posizioni la Yamaha di Maverick Vinales, terzo con 1'39"249, ma rispetto a ieri sembra aver iniziato con il piede giusto anche Valentino Rossi: il "Dottore" occupa la settima posizione in 1'39"610, precedendo di appena 21 millesimi la M1 con i colori Petronas affidata a Franco Morbidelli.       

Non brillante come ieri, ma comunque buono, l'avvio delle due Ducati ufficiali, che si sono installate al quarto ed al quinto posto rispettivamente con Danilo Petrucci ed Andrea Dovizioso. Il forlivese per ora ha completato solamente sette giri, ma bisogna ricordare che è uscito con una mano un po' dolorante dall'incidente avvenuto nelle fasi conclusive della prima giornata.

Alle loro spalle continua a stupire Takaaki Nakagami. Salira sulla Honda in versione 2018 sembra aver decisamente cambiato la vita al giapponese del Team LCR, che per ora oggi si è tolto la soddisfazione di essere più veloce del cinque volte iridato Jorge Lorenzo, che occupa la decima posizione, alle spalle anche della Ducati del Test Team affidata allo cavallo di ritorno Alvaro Bautista.

Leggi anche:

Continuando a scorrere la classifica, c'è una novità nella gerarchia dei rookie, perché al momento il più veloce è Fabio Quarararo, 12esimo con la sua Yamaha, giusto davanti alla Suzuki di Joan Mir. Pecco Bagnaia invece occupa la 15esima piazza con la Ducati Pramac. Poco più indietro poi troviamo Johann Zarco, che continua la sua fase di adattamento alla KTM.

Passando all'Aprilia, in classifica figura il nome di Aleix Espargaro, ma in realtà per lo spagnolo è arrivato in circuito dopo aver saltato la prima giornata per una gastroenterite, anche se per il momento sulla sua RS-GP è salito il collaudatore Bradley Smith per una sorta di shakedown. Il pilota di Granollers comunque è atteso in pista a breve. Ancora senza tempi invece Andrea Iannone, forse ancora dolorante per la brutta botta rimediata ieri alla curva 5. 

 
Articolo successivo
Zarco inizia a capire la KTM: "I tempi sono ancora alti, ma il feeling sta migliorando"

Articolo precedente

Zarco inizia a capire la KTM: "I tempi sono ancora alti, ma il feeling sta migliorando"

Articolo successivo

Test MotoGP Jerez, Giorno 2: Dovizioso e la Ducati al top alle 15, ottimo Bagnaia sesto

Test MotoGP Jerez, Giorno 2: Dovizioso e la Ducati al top alle 15, ottimo Bagnaia sesto
Carica i commenti