MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
Prossimo evento tra
44 giorni
G
GP della Thailandia
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
58 giorni
G
GP delle Americhe
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
72 giorni
G
GP d'Argentina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
86 giorni
G
GP di Spagna
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
100 giorni
G
GP di Francia
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
114 giorni
G
GP d'Italia
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
128 giorni
G
GP della Catalogna
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
135 giorni
G
GP di Germania
18 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
149 giorni
G
GP d'Olanda
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
156 giorni
G
GP di Finlandia
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
170 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
198 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
205 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
219 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
233 giorni
G
GP di Aragon
01 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
254 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
268 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
276 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
282 giorni
G
GP di Valencia
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
296 giorni

Test MotoGP Jerez, Giorno 1, Ore 14:30: Marquez di un soffio davanti a Dovi, ma Lorenzo sale terzo!

condividi
commenti
Test MotoGP Jerez, Giorno 1, Ore 14:30: Marquez di un soffio davanti a Dovi, ma Lorenzo sale terzo!
Di:
28 nov 2018, 13:48

Ci sono appena due millesimi a separare il pilota della Honda dal rivale della Ducati, ma la notizia è il grande passo avanti di Lorenzo, che ha anche comandato per qualche minuto con la RC213V. Bene anche Iannone, quinto con l'Aprilia grazie alla scia di Marc. Cade Rins, ma è ok

La prima giornata dei test collettivi di MotoGP a Jerez de la Frontera è entrata decisamente nel vivo, con una bella serie di avvicendamenti al vertice ed una classifica che quindi continua a cambiare faccia quando siamo arrivati alle ore 14:30.

Davanti a tutti si è issata la Honda di Marc Marquez, che proprio pochi istanti prima delle 14:30 ha fermato il cronometro su un tempo di 1'38"517, scavalcando per appena due millesimi la Ducati di Andrea Dovizioso, che aveva scalato la classifica qualche minuto prima.

La notizia più sfiziosa però è senza dubbio il grande passo avanti mostrato da Jorge Lorenzo. Il pilota spagnolo ha lanciato il suo primo acuto in sella alla Honda, conquistando addirittura la vetta della classifica per qualche minuto, prima di arretrare al terzo posto, ma a soli 232 millesimi dalla RC213V gemella. Un segnale sicuramente incoraggiante.

In quarta posizione, a 482 millesimi, troviamo poi la prima delle Yamaha, che ancora una volta è quella di Maverick Vinales. E' interessante però il passo avanti fatto anche da Franco Morbidelli con la M1 con i colori Petronas, perché l'italiano è sesto a 602 millesimi. E' iniziata inoltre anche la giornata di Valentino Rossi, 12esimo ad oltre un secondo, ma con soli 24 giri all'attivo. 

Leggi anche:

E' stato molto interessante però anche il bel balzo in classifica fatto ad Andrea Iannone, capace di portare la sua Aprilia addirittura fino al quinto posto in 1'39"008, anche se va detto che il suo crono è arrivato sfruttando la scia di Marquez nel suo giro migliore.

Dopo essere stato primo fino ad un paio d'ore fa, Danilo Petrucci è quindi arretrato al settimo posto, davani alla Suzuki di Alex Rins ed alla Honda di un sorprendente Takaaki Nakagami. Parlando della Casa di Hamamatsu, bisogna segnalare che è arrivata la prima caduta dell'esordiente Joan Mir.

Lo spagnolo è scivolato alla curva 7, provocando anche una bandiera rossa, necessaria per riparare un airfence danneggiato. L'ex iridato di Moto3 è passato anche dal centro medico, ma fortunamente non ha riportato conseguenze e infatti ha anche ripreso la via della pista.

Prosegue positivamente invece l'apprendistato di Pecco Bagnaia sulla Ducati del Pramac Racing. Il campione del mondo della Moto2 è infatti 11esimo, ma solamente a pochi millesimi dal compagno di squadra Jack Miller. Fa piacere poi vedere Tito Rabat in 13esima posizione, visto che le sue condizioni fisiche sono ancora abbastanza precarie dopo la tripla frattura della gamba destra rimediata a Silverstone.

Sembrano aver fatto un passo indietro quindi le KTM, con Pol Espargaro che occupa la 14esima posizione a 1"2 e Johann Zarco che si ritrova addirittura 22esimo a 2"5. Il francese sta facendo veramente fatica ad adattarsi alla RC16 e lo certifica il fatto che si ritrova alle spalle dell'ex compagno di squadra Hafizh Syahrin, come lui passato dalla Yamaha alla moto austriaca. 

 
Pos Pilota Moto Tempo Giri
1 Marc Marquez Honda 1'38”517 28
2 Andrea Dovizioso Ducati 1'38”519 24
3 Jorge Lorenzo Honda 1'38”749 33
4 Maverick Vinales Yamaha 1'38”999 34
5 Andrea Iannone Aprilia 1'39”008 20
6 Franco Morbidelli Yamaha 1'39”119 31
7 Danilo Petrucci Ducati 1'39”127 24
8 Alex Rins Suzuki 1'39”150 38
9 Takaaki Nakagami Honda 1'39”397 22
10 Jack Miller Ducati 1'39”575 33
11 Francesco Bagnaia Ducati 1'39”616 31
12 Valentino Rossi Yamaha 1'39”676 24
13 Tito Rabat Ducati 1'39”749 34
14 Pol Espargaro KTM 1'39”777 21
15 Fabio Quartararo Yamaha 1'39”958 33
16 Alvaro Bautista Ducati 1'40”184 29
17 Joan Mir Suzuki 1'40”393 28
18 Bradley Smith Aprilia 1'40”542 36
19 Karel Abraham Ducati 1'40”818 28
20 Hafizh Syahrin KTM 1'41”068 31
21 Sylvain Guintoli Suzuki 1'41”084 27
22 Johann Zarco KTM 1'41”092 28
23 Miguel Oliveira KTM 1'41”909 33
24 Matteo Baiocco Aprilia 1'44”205 22
Articolo successivo
Test MotoGP Jerez, Giorno 1: Petrucci guida la doppietta Ducati dopo le prime tre ore

Articolo precedente

Test MotoGP Jerez, Giorno 1: Petrucci guida la doppietta Ducati dopo le prime tre ore

Articolo successivo

Test MotoGP Jerez, Giorno 1: Petrucci nella doppietta Ducati, Lorenzo fa progressi con la Honda

Test MotoGP Jerez, Giorno 1: Petrucci nella doppietta Ducati, Lorenzo fa progressi con la Honda
Carica i commenti