Test MotoGP: due giorni in più e lo shakedown in Qatar

La Dorna ha annunciato nel tardo pomeriggio che le squadre di MotoGP avranno a disposizione il tracciato di Losail anche dal 5 al 7 marzo: il primo giorno sarà lo shakedown riservato a collaudatori e rookie, nelle altre due ci saranno in pista anche i titolari.

Test MotoGP: due giorni in più e lo shakedown in Qatar

Dopo la cancellazione dei test di Sepang, imposta dall'ingresso della Malesia in stato di emergenza a causa della pandemia del COVID-19, la MotoGP è immediatamente corsa ai ripari ed ha messo a punto un nuovo programma che alla fine porterà a perdere una sola giornata per i piloti titolari.

Originariamente, i piani prevedevano sei giorni di test a Sepang, tre per lo shakedown, al quale potevano prendere parte solamente i collaudatori ed i rookie, e tre aperti a tutti. Queste giornate non potranno essere recuperate in toto, ma se non altro è stato deciso di implementare il programma del secondo test pre-campionato, inizialmente previsto per le giornate dal 10 al 12 marzo in Qatar.

Le squadre della classe regina avranno infatti a disposizione il tracciato di Losail anche dal 5 al 7 marzo. La prima giornata sarà dedicata allo shakedown, quindi potranno prendervi parte solamente i collaudatori e gli esordienti. Il 6 e in 7 invece inizierà a tutti gli effetti la stagione 2021, con in pista tutti i protagonisti del Mondiale.

Leggi anche:

Una buona soluzione, che permette anche di limitare gli spostamenti dei membri delle squadre, visto che in questa fase non è facile viaggiare proprio a causa dell'impatto della pandemia del Coronavirus, che per il momento non accenna a rallentare in molte parti del mondo.

Resta da capire se, come anticipato ieri da Motorsport.com, verrà presa in considerazione anche la possibilità di anticipare di una settimana la gara inaugurale, attualmente prevista per il 28 marzo sempre sul tracciato qatariota.

Proprio per evitare viaggi "inutili" ed evitare la concomitanza di data e di orari con la prima gara della Formula 1, divenuta il Gran Premio del Bahrain dopo la cancellazione di quello d'Australia, oggi i vertici della MotoGP e le squadre avrebbero dovuto discutere la cosa in un vertice telematico, del quale però non si sa ancora l'esito.

condividi
commenti
Dall'Igna: "Mi dispiace per le critiche di Dovizioso"

Articolo precedente

Dall'Igna: "Mi dispiace per le critiche di Dovizioso"

Articolo successivo

La nuova "normalità" che troverà Marc Marquez al suo rientro

La nuova "normalità" che troverà Marc Marquez al suo rientro
Carica i commenti