MotoGP
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Evento in corso . . .
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
62 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
97 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
112 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
119 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
132 giorni
23 ott
-
25 ott
Canceled
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
146 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
161 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
168 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
175 giorni

Test MotoGP Barcellona, Ore 13: Rins davanti a tutti, Lorenzo cade alla curva 9

condividi
commenti
Test MotoGP Barcellona, Ore 13: Rins davanti a tutti, Lorenzo cade alla curva 9
Di:
17 giu 2019, 11:25

Alla conclusione della mattinata c'è la Suzuki davanti a tutti, ma Marquez è molto vicino. Jorge scivola ad alta velocità e la moto finisce oltre le barriere, ma sta bene. Dovizioso prova un telaio con un rinforzo in carbonio, mentre in Yamaha c'è di nuovo lo scarico più lungo.

Archiviato il tanto discusso GP di Catalogna, le squadre di MotoGP si sono fermate a Barcellona per un'importante giornata di test collettivi. Alla conclusione della mattinata, quindi allo scoccare delle ore 13, davanti a tutti c'è la Suzuki di Alex Rins: lo spagnolo, quarto nella gara di ieri, ha completato 42 tornate con un best di 1'39"618.

Nella sua scia però c'è proprio il leader iridato Marc Marquez, distante solamente 92 millesimi. Nel box della Honda è riapparsa anche la RC213V con i colori HRC che il sette volte iridato aveva già provato nei test collettivi di Jerez, che dovrebbe essere la base per la moto 2020.

In casa Honda però le cose non sono andate del tutto bene, perché Jorge Lorenzo si è reso protagonista di una caduta ad alta velocità alla curva 9, che ha portato anche all'esposizione della bandiera rossa: la RC213V è finita addirittura oltre le barriere e il maiorchino è stato portato al centro medico per accertamenti, ma fortunatamente è ok ed ha già ripreso la via della pista, pur essendo solo 15esimo.

Leggi anche:

Terzo tempo per la migliore delle Yamaha, che è quella di Franco Morbidelli, mentre le due ufficiali di Maverick Vinales e Valentino Rossi occupano rispettivamente la quinta e l'11esima posizione, anche se con distacchi ridotti, perché parliamo di due e quattro decimi. Nel box della Casa di Iwata è anche ricomparso lo scarico più lungo che era stato provato per qualche giro nella giornata di venerdì.

Ottavo e nono tempo invece per le due Ducati ufficiali di Danilo Petrucci ed Andrea Dovizioso. Il forlivese, che è staccato di tre decimi, è alle prese con un nuovo telaio dotato di un rinforzo in carbonio, quindi sarà interessante ascoltare i suoi commenti a fine giornata.

14esima la migliore delle KTM, che è quella di Pol Espargaro, mentre in casa Aprilia è assente l'infortunato Aleix Espargaro e il lavoro quindi è sulle spalle del collaudatore Bradley Smith, 17esimo, e di Andrea Iannone, 19esimo. Sulla RS-GP è riapparso il "cucchiaio", ma oggi il pilota di Vasto dovrebbe testare anche un nuovo telaio ed un nuovo forcellone.

Da segnalare anche la prima uscita ufficiale di Dani Pedrosa nei panni di tester KTM: il pilota spagnolo occupa la 24esima posizione, staccato di poco meno di 2"5 e con 31 giri all'attivo. Del resto, già ieri aveva anticipato di non essere ancora al 100% della forma fisica dopo l'operazione dell'inverno alla clavicola, quindi non ci si poteva aspettare grandi cose da lui.

Pos Pilota Moto Tempo Giri
1 Alex Rins Suzuki 1’39”618 42
2 Marc Marquez Honda 1’39”710 26
3 Franco Morbidelli Yamaha 1’39”731 33
4 Joan Mir Suzuki 1’39”789 30
5 Maverick Vinales Yamaha 1’39”829 49
6 Cal Crutchlow Honda 1’39”903 35
7 Fabio Quartararo Yamaha 1’39”911 15
8 Danilo Petrucci Ducati 1’39”917 39
9 Andrea Dovizioso Ducati 1’39”925 28
10 Tito Rabat Ducati 1’39”938 39
11 Valentino Rossi Yamaha 1’40”067 28
12 Takaaki Nakagami Honda 1’40”109 21
13 Jack Miller Ducati 1’40”120 30
14 Pol Espargaro KTM 1’40”201 30
15 Jorge Lorenzo Honda 1’40”357 16
16 Francesco Bagnaia Ducati 1’40”743 40
17 Bradley Smith Aprilia 1’40”843 36
18 Miguel Oliveira KTM 1’40”862 33
19 Johann Zarco KTM 1’40”914 23
20 Andrea Iannone Aprilia 1’40”939 39
21 Sylvain Guintoli Suzuki 1’41”243 26
22 Hafizh Syahrin KTM 1’41”560 23
23 Karel Abraham Ducati 1’41”740 26
24 Dani Pedrosa KTM 1’42”064 31
25 Stefan Bradl Honda 1’42”239 30
Articolo successivo
Iannone critica l'approccio di Smith: "Deve aiutarci a sviluppare, non lottare con noi"

Articolo precedente

Iannone critica l'approccio di Smith: "Deve aiutarci a sviluppare, non lottare con noi"

Articolo successivo

Fotogallery MotoGP: gli scatti più belli del GP di Catalogna 2019

Fotogallery MotoGP: gli scatti più belli del GP di Catalogna 2019
Carica i commenti