Sachsenring, Libere 1: Iannone sorprende e batte Marquez. Lüthi è 21esimo

condividi
commenti
Sachsenring, Libere 1: Iannone sorprende e batte Marquez. Lüthi è 21esimo
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
13 lug 2018, 08:57

L'italiano della Suzuki ha sfruttato benissimo una gomma nuova nei momenti finali della sessione per issarsi in vetta. Buone risposte dalle Yamaha, con Rossi e Vinales appena dietro a Marquez. La miglior Ducati è quella di Dovizioso in quinta posizione.

Al Sachsenring Marc Marquez era atteso al varco. Tutti si aspettavano che il campione di Cervera piazzasse la sua Honda RC213V ufficiale immediatamente davanti a tutti, invece a scompaginare tutti i pronostici legati al primo turno di prove libere del Gran Premio di Germania è stato un favoloso Andrea Iannone.

Il pilota di Vasto ha piazzato un ottimo 1'21"442 grazie a una gomma nuova montata a 7 minuti dal termine della sessione e si è issato davanti a tutti. Marc Marquez ha però mostrato nel corso di tutta la sessione di trovarsi a meraviglia sulla pista in cui vince ininterrottamente dal 2010.

Il campione del mondo in carica della MotoGP è infatti in seconda posizione a 390 millesimi dalla Suzuki di Iannone, ma, contrariamente a quanto fatto dall'italiano, ha mostrato una costanza davvero notevole per tutto il turno.

Marc non è andato alla ricerca del tempo. Nonostante ciò è arrivato un secondo crono incoraggiante per il suo fine settimana. Arrivano invece ottimi segnali dalle Yamaha del team Factory.

Valentino Rossi e Maverick Vinales hanno firmato rispettivamente il terzo e quarto tempo. Il 9 volte iridato ha sfruttato bene le due gomme medie montate a pochi minuti dalla fine per salire in terza posizione, riprendendosela dopo averla persa pochi minuti prima per essere andato oltre i limiti della pista.

Vinales è stato quasi due decimi più lento del compagno di squadra, ma è sembrato più costante nei suoi tempi nel corso di tutto il turno della mattina. Dietro a Maverick ecco il plotone delle Ducati formato dalle tre ufficiali e da quella di Jack Miller.

Andrea Dovizioso è stato il pilota di Borgo Panigale più veloce sin dai primi minuti della sessione. Sino al time attack degli ultimi giri "Desmodovi" è sempre rimasto nella Top 3, ma poi non ha provato a migliorare montando una gomma nuova e così è scivolato quinto a oltre 8 decimi da Iannone.

Dietro di lui c'è un'altra Ducati ufficiale, quella di Danilo Petrucci gestita dal team Pramac. Il ternano è stato più lento per pochi millesimi rispetto al suo futuro compagno di squadra, ma utilizzando una gomma nuova nell'ultima parte della sessione.

Dietro di loro la Ducati di Jack Miller e quella ufficiale di Jorge Lorenzo. Quest'ultimo, così come Dovizioso, si è concentrato sulla valutazione delle gomme e sulla messa a punto della moto per poter migliorare in vista del turno pomeridiano, ma ha anche utilizzato una nuova ergonomia della parte aggiunta al serbatoio per cercare di essere ancora più confortevole in sella alla Desmosedici e fare ancor meno fatica.

Buono il nono posto di Scott Redding, in sella alla prima Aprilia. Il pilota britannico è il primo ad aver subito un passivo che va oltre il secondo. Poco più dietro troviamo la prima Yamaha clienti, quella del team Tech3 di Johann Zarco che chiude la Top 10. Solo 22esimo Franco Morbidelli in sella alla Honda RC213V del team Marc VDS.

Da segnalare la doppia caduta arrivata nel medesimo momento che ha visto protagonisti Alvaro Bautista e Tito Rabat. Bautista è finito a terra alla Curva 1, mentre Rabat alla 12. Per entrambi le scivolate sono state causate da una perdita d'aderenza dell'anteriore. Caduto anche Alex Rins alla Curva 3 proprio pochi istanti prima che finissero a terra i due connazionali.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 29 Italy Andrea Iannone  Suzuki 24 1'21.442     162.270 292
2 93 Spain Marc Márquez Alenta  Honda 27 1'21.832 0.390 0.390 161.496 291
3 46 Italy Valentino Rossi  Yamaha 23 1'21.964 0.522 0.132 161.236 289
4 25 Spain Maverick Viñales  Yamaha 26 1'22.152 0.710 0.188 160.867 293
5 4 Italy Andrea Dovizioso  Ducati 22 1'22.261 0.819 0.109 160.654 294
6 9 Italy Danilo Petrucci  Ducati 23 1'22.337 0.895 0.076 160.506 290
7 43 Australia Jack Miller  Ducati 22 1'22.415 0.973 0.078 160.354 291
8 99 Spain Jorge Lorenzo  Ducati 20 1'22.422 0.980 0.007 160.340 293
9 45 United Kingdom Scott Redding  Aprilia 22 1'22.453 1.011 0.031 160.280 286
10 5 France Johann Zarco  Yamaha 22 1'22.490 1.048 0.037 160.208 289
11 30 Japan Takaaki Nakagami  Honda 25 1'22.513 1.071 0.023 160.163 287
12 42 Spain Alex Rins  Suzuki 22 1'22.554 1.112 0.041 160.084 288
13 19 Spain Alvaro Bautista  Ducati 23 1'22.591 1.149 0.037 160.012 291
14 26 Spain Daniel Pedrosa  Honda 25 1'22.605 1.163 0.014 159.985 291
15 41 Spain Aleix Espargaro  Aprilia 19 1'22.674 1.232 0.069 159.851 286
16 53 Spain Tito Rabat  Ducati 20 1'22.700 1.258 0.026 159.801 289
17 38 United Kingdom Bradley Smith  KTM 23 1'22.746 1.304 0.046 159.712 288
18 44 Spain Pol Espargaro  KTM 19 1'22.866 1.424 0.120 159.481 289
19 35 United Kingdom Cal Crutchlow  Honda 22 1'22.957 1.515 0.091 159.306 293
20 55 Malaysia Hafizh Syahrin  Yamaha 22 1'22.969 1.527 0.012 159.283 287
21 12 Switzerland Thomas Lüthi  Honda 23 1'23.350 1.908 0.381 158.555 284
22 21 Italy Franco Morbidelli  Honda 19 1'23.379 1.937 0.029 158.500 284
23 17 Czech Republic Karel Abraham  Ducati 22 1'23.393 1.951 0.014 158.473 288
24 36 Mika Kallio  KTM 19 1'23.557 2.115 0.164 158.162 285
25 10 Belgium Xavier Simeon  Ducati 24 1'23.578 2.136 0.021 158.122 286
Articolo successivo
Lorenzo: "Se riusciremo a dimezzare il divario da chi ci precede qui al Sachsenring sarà una gran notizia!"

Articolo precedente

Lorenzo: "Se riusciremo a dimezzare il divario da chi ci precede qui al Sachsenring sarà una gran notizia!"

Articolo successivo

Morbidelli K.O. Troppo forte il dolore alla mano infortunata ad Assen. Al suo posto correrà Bradl

Morbidelli K.O. Troppo forte il dolore alla mano infortunata ad Assen. Al suo posto correrà Bradl
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Germania
Sotto-evento Venerdì, prove libere
Location Sachsenring
Autore Giacomo Rauli