Rossi: "Se c'è troppa acqua, è pericoloso correre"

Il "Dottore" ha dovuto fare i conti con l'ennesima qualifica deludente, conclusa al 17esimo posto, ma anche lanciato l'allarme di una gara che rischia di essere pericolosa se la pioggia dovesse cadere in maniera violenta come lasciano intendere le previsioni.

Rossi: "Se c'è troppa acqua, è pericoloso correre"

L'ultima metà stagione della carriera di Valentino Rossi non è iniziata esattamente in maniera esaltante. Le qualifiche del GP di Stiria si sono concluse solamente con il 17esimo tempo per il pilota della Yamaha Petronas, che ha ammesso di non avere particolari ambizioni per la gara di domani, ma di essere semmai preoccupato dalla previsioni meteo, che parlano di un vero e proprio nubifragio pronto ad abbattersi sul Red Bull Ring.

"Abbiamo lavorato sulla moto e questa mattina non ero contento, perché il bilanciamento non era fantastico. Pomeriggio è andata meglio, perché c'era più caldo, ma sono riuscito a migliorare il feeling con la moto ed il mio passo. Il nostro potenziale però non è fantastico e infatti partirò 17esimo", ha detto il "Dottore" a fine giornata.

"Cercheremo di fare del nostro meglio e di portare a casa qualche punto, ma è tutto molto aperto perché le previsioni meteo per domani sono davvero brutte. Se dovesse piovere, speriamo che sia una gara davvero bagnata e non in condizioni miste. Ma anche che non ci sia troppa pioggia e che quindi possiamo correre regolarmente", ha aggiunto.

Secondo il pesarese, se la pioggia dovesse essere troppo intensa, bisognerebbe valutare la possibilità di rinviare la gara a lunedì, anche se spera che si possa svolgere regolarmente domani.

"Mi hanno detto che ne hanno parlato in Safety Commission, ma io non c'ero, quindi non so esattamente cosa hanno detto. Naturalmente, la priorità per tutti è cercare di correre domani, perché poi correre lunedì crea tanti altri problemi. Però ci devono essere le condizioni giuste, quindi non ci deve essere troppa acqua sulla pista".

Leggi anche:

"In tutte le altre condizioni siamo più o meno coperti, ma se piove troppo e c'è troppa acqua in pista, allora diventa veramente pericoloso. La staccata della curva 3 è già pericolosa sull'asciutto e lo è di più sul bagnato. Nel caso, si cercherà di decidere cosa fare. Io spero di correre domani, ma se ci sarà da correre lunedì, si correrà lunedì. Se c'è troppa acqua comunque non è troppo pericoloso solo qui, lo è in generale".

A questo punto, ha ribadito che l'annuncio del suo ritiro non ha fatto calare la pressione, almeno per il momento: "Mi sento molto uguale sinceramente. Questa comunicazione era da fare, perché avevo detto che avrei deciso durante la pausa estiva e l'ho fatto. Però è stata una parentesi, perché manca ancora metà stagione e bisogna cercare di stare concentrati quando si va in pista con queste moto. Comunque ho voglia di fare queste gare, perché vorrei cercare di fare qualche bel risultato, qualche bella gara e cercare di divertirmi".

Il 9 volte iridato ha commentato anche il ritorno in pista come wild card di Dani Pedrosa, visto che ha avuto modo di girare abbastanza insieme al collaudatore della KTM, ed ha detto di averlo trovato veloce come prima che smettesse alla fine del 2018.

"Il ritorno di Dani è stato impressionante. E' stato molto veloce e competitivo, nella FP4 è stato nelle prime posizioni. Ci siamo un po' seguiti durante le prove ed ho rivisto il classico stile di Pedrosa, molto pulito e dolce. Sembra quasi che abbia sempre corso. Pare che abbia già una moto con soluzioni per il prossimo anno, quindi ha un mezzo competitivo. Poi qui ha fatto parecchi test, quindi era pronto per correre su questa pista, ma dimostrare questa velocità dopo tre anni lontano dalle gare è impressionante, quindi mi voglio congratulare con lui".

Infine, gli è stato chiesto un commento sul fatto che la MotoGP dopo lui ed Andrea Dovizioso abbia perso anche Danilo Petrucci, visto che la KTM ha annunciato che l'anno prossimo al suo posto in Tech3 ci sarà Raul Fernandez.

"Siamo stati tre dei protagonisti italiani degli ultimi anni, dell'ultima parte della mia carriera. Abbiamo fatto anche dei podi tutti e tre insieme: mi ricordo sicuramente un Silverstone sotto l'acqua, dove abbiamo fatto primo secondo e terzo. Mi ricordo anche tanti altri podi con Dovizioso ed alcuni con Petrux, ma tutti e tre insieme forse è successo solo una volta. Dovi l'ho sentito, ma non gli ho chiesto se magari correrà con la Yamaha il prossimo anno, quindi non lo so. Per Danilo invece mi dispiace, perché avrebbe voluto continuare a correre, quindi è un peccato".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
2/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
3/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
4/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
5/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
7/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
8/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
9/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
10/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
11/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
12/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
14/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
15/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
16/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
17/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
18/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
19/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
20/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
21/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
22/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
23/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
24/26

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
25/26

Foto di: MotoGP

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
26/26

Foto di: MotoGP

condividi
commenti
Petrucci: "A piedi? Lo sapevo. KTM non rispondeva al telefono"
Articolo precedente

Petrucci: "A piedi? Lo sapevo. KTM non rispondeva al telefono"

Articolo successivo

Mir: "Sono quinto ed è come una pole. L'holeshot è grandioso"

Mir: "Sono quinto ed è come una pole. L'holeshot è grandioso"
Carica i commenti