Rossi penultimo: "Quello che dice la classifica è veritiero"

Il "Dottore" non è andato oltre il 21esimo tempo nelle Libere 2 del GP d'Italia al Mugello. La penultima posizione rispecchia i problemi in frenata e nei cambi di direzione che ha riscontrato il 9 volte iridato.

Rossi penultimo: "Quello che dice la classifica è veritiero"

Valentino Rossi penultimo al Mugello. Di per sé, questa sarebbe la notizia del giorno, se non fosse che il 9 volte iridato sta faticando non poco sin dall'inizio del Motomondiale 2021.

Il pilota del team Petronas SRT Yamaha ha faticato nei primi 2 turni di prove libere del GP d'Italia andati in scena oggi al Mugello e, alla fine delle Libere 2, ha spiegato cosa non sia andato per il verso giusto.

Uno dei punti più critici, per Rossi, è la frenata. E al Mugello è un problema considerevole, se si ha ben presente la conformazione della pista.

"Per noi è stato un giorno duro, soprattutto perché nel pomeriggio ho iniziato a lavorare con le gomme dure e non è stata la scelta giusta. Non avevamo abbastanza grip. Alla fine della giornata ho provato a fare qualche giro con le Soft. Ho migliorato il mio tempo sul giro, ma la mia posizione è rimasta la stessa".

Con le gomme Soft Valentino avrebbe potuto fare meglio di così. Un errore alla San Donato lo ha rallentato, ma lo stesso campione di Tavillia ha sottolineato come la classifica di oggi rispecchi piuttosto fedelmente la sua scarsa competitività.

"Ho fatto un errore alla San Donato e avrei potuto fare meglio, ma non di tanto. Non sono riuscito a migliorare. E' rimasta brutta. Quello che dice la classifica è veritiero. Non ho fatto una buona giornata, sono in difficoltà in frenata, a fermare la moto. Sono lento nei cambi di direzione. Dobbiamo cercare di lavorare per migliorare senza dubbio".

La M1 ufficiale numero 46, assieme al suo pilota, è in difficoltà. Eppure Valentino continuerà a perseguire l'assetto che ha usato a Le Mans, pensando possa essere la strada più giusta per le sue esigenze.

"Credo che continueremo a lavorare con il set up di Le Mans. Faremo piccoli cambiamenti, ma la base sarà quella al di là delle difficoltà che ho incontrato oggi".

Per concludere, Rossi ha parlato anche dell'holeshot all'anteriore, il dispositivo che abbassa la moto quando i piloti lo richiedono in determinate circostanze. Il suo giudizio sul dispositivo meccanico è stato positivo.

"La frenata di curva 1 al Mugello è molto impegnativa, ma soffro a fermare la moto nella prima parte della frenata. Fatico anche con il bilanciamento della moto e con il freno motore. Ho provato l'holeshot all'anteriore ed è un bel passo avanti. Dobbiamo lavorare perché abbiamo ancora dei problemi, ma spero di usarlo il prima possibile".

condividi
commenti
Quartararo infuriato per il traffico: "Servono sanzioni!"
Articolo precedente

Quartararo infuriato per il traffico: "Servono sanzioni!"

Articolo successivo

Márquez ammette: “La situazione non migliora”

Márquez ammette: “La situazione non migliora”
Carica i commenti