Rossi: "Non so perché i factory siano andati bene e noi no"

Il pilota della Yamaha Petronas ha cercato di dribblare i confronti con le M1 ufficiali, che hanno vinto entrambe le gare in Qatar mentre lui ha faticato. Sul ritorno di Marquez, ha aggiunto: "Sarà forte fin da domattina".

Rossi: "Non so perché i factory siano andati bene e noi no"

Due gare negative non potranno segnare il futuro di Valentino Rossi, ma ora urge una reazione per evitare che il momento negativo possa diventare troppo lungo. In Qatar ne ha vissute un po' di tutti i colori, passando dall'esaltazione per il quarto posto in qualifica nella prima gara dell'anno, alla delusione più totale per il 21esimo una settimana dopo.

Il bottino però è stato davvero misero, con appena 4 punti conquistati in quel di Losail e con molte poche certezze sul fronte delle prestazioni. Per questo il "Dottore" spera che l'inizio della stagione europea, a Portimao, possa segnare una svolta anche per lui.

"Sono felice di essere tornato in Europa, perché è tutto più facile. Partiamo da Portimao, che è una pista fantastica, direi unica, ma anche molto difficile, perché ha tanti saliscendi. Dopo un avvio difficile, dobbiamo provare ad essere più forti e più competitivi questo fine settimana", ha detto Valentino.

Se non altro, per la gara del GP di Doha sembra aver trovato delle soluzioni tecniche che hanno migliorato il feeling con la sua M1 rispetto ad un sabato disastroso. Tuttavia, questo step non è bastato neppure per conquistare la zona punti.

"Abbiamo fatto principalmente delle modifiche di elettronica per migliorare l'inserimento in curva. Sono riuscito a guidare meglio e il mio passo è migliorato, anche se non abbastanza. Mi aspettavo di essere più forte in gara, ma almeno abbiamo fatto un passo avanti".

Leggi anche:

Nelle prime due gare c'è stata una differenza evidente tra le prestazioni delle due M1 del team ufficiale e quelle griffate Petronas, quindi al pesarese è stato chiesto se magari non ci possa essere un nesso a livello tecnico tra le prestazioni deludenti sue e di Franco Morbidelli.

"Non saprei se c'è qualche legame tecnico per le gare sotto tono sia mie che di Franco. Non so di preciso cosa sia successo a lui, ma rimane il fatto che siamo andati peggio di quello che ci saremmo aspettati. Io speravo di fare meglio naturalmente, quindi bisogna lavorare forte e cercare di capire i motivi, anche perché le due Yamaha ufficiali hanno fatto delle belle gare. Bisogna lavorare sul setting della moto, su tutto, per cercare di essere competitivi".

Chiedendogli di approfondire il concetto, ha preferito però non sbilanciarsi troppo sull'argomento: "Ogni team lavora a modo suo e sceglie la sua via. La situazione tecnica è che la mia moto è molto simile a quelle ufficiali, quindi è la 2021, mentre quella di Franco è uno step precedente, quindi più simile alla 2019. Poi non so perché loro siano andati così bene mentre noi abbiamo fatto fatica. Quello che possiamo fare è cercare di mettere a posto quello che abbiamo per essere competitivi. Ogni gara avrà la sua storia, quindi bisognerà provare ad essere più forti".

Qualcuno gli ha anche chiesto se queste difficoltà non possano essere legate al suo stile di guida: "Quello che vediamo nei dati è che ogni pilota ha il suo stile. Sono tutti simili, ma con piccole differenze. Durante i weekend lavoriamo sul set-up e sulla moto, ma lo facciamo sempre anche sullo stile di guida. Gli ingegneri ci danno consigli importanti su come migliorare il modo di frenare o di far girare la moto. Lo faremo anche qui".

Infine, non poteva mancare un pensiero all'uomo del giorno, il rientrante Marc Marquez, che torna dopo otto mesi d'assenza: "Ci sono tante aspettative su Marquez. Tutti vogliono capire il suo livello, il suo feeling, ma penso che sia in grande forma e che sarà forte fin da domani mattina".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
1/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
2/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
3/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
4/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
5/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
6/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
7/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
8/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
9/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
10/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
11/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
12/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
13/20

Foto di: MotoGP

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
14/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT Qatar

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT Qatar
15/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
16/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
17/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
18/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
19/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT
20/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Mir: “Miller non mi ha chiamato, pensa di non aver fatto niente”

Articolo precedente

Mir: “Miller non mi ha chiamato, pensa di non aver fatto niente”

Articolo successivo

Márquez: “Ho dubitato di tornare ad avere un braccio normale”

Márquez: “Ho dubitato di tornare ad avere un braccio normale”
Carica i commenti