Rossi fiducioso: "Ad Austin ho sensazioni positive"

Il 42enne del team Petronas SRT Yamaha si prepara per correre il suo ultimo GP delle Americhe della carriera. Le sue sensazioni sono positive, ricordando il risultato colto nel 2019.

Rossi fiducioso: "Ad Austin ho sensazioni positive"

Archiviato il penultimo appuntamento casalingo, andato in scena 2 fine settimana or sono al Marco Simoncelli di Misano Adriatico, Valentino Rossi si appresta a prendere parte all'ultimo Gran Premio delle Americhe.

Austin, la pista texana, torna protagonista dopo una stagione in cui non ha fatto parte del calendario di MotoGP a causa della tremenda pandemia da COVID-19.

L'ultima volta in cui Rossi riuscì a correre negli Stati Uniti in sella a una MotoGP non andò affatto male. Nel 2019, infatti, il marchigiano centrò un ottimo podio dopo un fine settimana in cui era riuscito a mostrare un potenziale alto sin dalle libere del venerdì.

"Mi piace molto Austin e l'ultima volta su cui ho corso in quella pista, è stato per me un gran weekend. Sono stato molto forte sia in qualifica che in gara e sono anche finito sul podio".

"Vedremo cosa accadrà quest'anno, ma è molto bello avere l'opportunità di andare a correre al di là dell'oceano e non vedo l'ora di tornare là, dopo essere stati costretti a saltare l'appuntamento di Austin la passata stagione".

Se Misano non ha dato a Rossi - almeno in termini di risultati - quanto sperato, Austin potrebbe rappresentare una pista migliore per sfruttare le proprie potenzialità.

"Avremo bisogno di capire quale sarà il nostro potenziale, ma mi sento positivo e spero di poter migliorare alcune cose di cui abbiamo bisogno. Speriamo di poter fare una buona gara".

condividi
commenti
La nuova generazione della MotoGP è da record
Articolo precedente

La nuova generazione della MotoGP è da record

Articolo successivo

Dovizioso: "Ad Austin per continuare a migliorare sulla M1"

Dovizioso: "Ad Austin per continuare a migliorare sulla M1"
Carica i commenti