Rins: "Senza pioggia avrei potuto vincere, ma sono contento della crescita della Suzuki"

condividi
commenti
Rins:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
18 nov 2018, 16:06

Lo spagnolo ha chiuso sul secondo gradino del podio una gara dominata nei primi giri primo dell'arrivo della pioggia. Rins ha poi voluto ringraziare Iannone per il lavoro di quest'anno che ha consentito alla Suzuki di crescere.

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Podio: il vincitore della gara Andrea Dovizioso, Ducati Team, il secondo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, il terzo classificato Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

L’ultima gara della stagione ha confermato l’ottima crescita della Suzuki e di Alex Rins. Lo spagnolo è stato uno dei grandi protagonisti del weekend di Valencia e sul tracciato di casa è riuscito a conquistare il secondo gradino del podio concludendo al quinto posto nella classifica riservata ai piloti.

Rins ha disputato una gara dai due volti. Nella prima frazione, sino a quando la pioggia non ha iniziato a cadere copiosa sul circuito, è stato l’assoluto dominatore riuscendo ad avere un vantaggio di sette secondi su Andrea Dovizioso, mentre nella seconda, ripartita quando il meteo ha concesso una breve tregua, ha subito il ritorno del pilota della Ducati e di Valentino Rossi.

Alex, nonostante la vittoria sfumata, ha voluto celebrare con grande entusiasmo il piazzamento odierno sottolineando il grande lavoro svolto nel corso dell’intero fine settimana.       

“Sono davvero contento viste le condizioni meteo. Abbiamo disputato un ottimo weekend restando sempre nelle prime posizioni”.

Leggi anche:

Rins ha poi analizzato la propria gara. Lo spagnolo ha affermato di aver sempre spinto al massimo nonostante l’aderenza precaria ed ha poi evidenziato come l’arrivo improvviso della pioggia lo abbia privato di una vittoria che, sino ai primi giri, sembrava ampiamente alla sua portata.

“Peccato per l’arrivo della pioggia, sino a quel momento ero in testa e stavo riuscendo a distanziare Dovizioso nella prima frazione della gara. Nella seconda parte ho spinto forte come all’inizio, ma sia Andrea che Valentino andavano più veloci di me. Ero abbastanza al limite. Ho sempre spinto forte per evitare di far avvicinare chi mi seguiva”.        

La prossima stagione vedrà Rins quale pilota di riferimento in Suzuki data la partenza di Andrea Iannone e l’arrivo di Mir.

Alex ha voluto sottolineare come sia riuscito ad ottenere più podi dell’italiano, ma ha anche reso merito a Iannone di aver svolto un lavoro eccellente che ha consentito alla moto giapponese di crescere notevolmente nel corso della stagione.               

“Abbiamo disputato una bella stagione. Sono riuscito ad ottenere più podi rispetto a Iannone e questo era un aspetto importante per me. Il tuo compagno di team è sempre il primo rivale. Ad ogni modo gli auguro il meglio per il futuro. Abbiamo sempre dato il massimo. Siamo riusciti ad ottenere grandi risultati in questa stagione perché abbiamo lavorato bene assieme”.   

 
Articolo successivo
Pol Espargaro al settimo cielo: "Incredibile essere salito sul podio, l'ultimo giro sembrava infinito!"

Articolo precedente

Pol Espargaro al settimo cielo: "Incredibile essere salito sul podio, l'ultimo giro sembrava infinito!"

Articolo successivo

Dovizioso: "Quest'anno ho preso qualche schiaffo, ma l'ho ridato più forte"

Dovizioso: "Quest'anno ho preso qualche schiaffo, ma l'ho ridato più forte"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Valencia
Sotto-evento Domenica, gara
Piloti Alex Rins
Team Team Suzuki MotoGP
Autore Marco Di Marco