Rins: "L'unica strategia che ho è dare del gas!"

Alex Rins non vuole fare calcoli legati alle sue chance di laurearsi campione del mondo della MotoGP e spiega che il suo unico approccio per le ultime tre gare è quello di "dare gas".

Rins: "L'unica strategia che ho è dare del gas!"

Il pilota della Suzuki ha fatto molto bene nella doppietta di Aragon, con una vittoria ed un secondo posto. 45 punti che lo hanno riportato in lotta per il titolo, 32 punti alle spalle del leader e compagno di squadra Joan Mir.

"Mi sento bene, felice di essere qui, e fortunato a non avere il COVID. Non vedo l'ora di correre. Sembra che sarà un venerdì piovoso, quindi cercheremo di guidare bene, non commettere errori e arrivare a domenica il più preparati possibile. Dovrebbe essere bagnato domani, poi asciutto sabato e domenica, quindi sarà complicato perché dovremo andare un po' alla cieca" ha detto Rins oggi a Valencia.

A tre gare dalla fine, con 75 punti in palio, il pilota della Suzuki non vuole fare calcoli.

"Non ho fatto conti, l'unico numero che ho in mente sono i 75 punti che abbiamo davanti. Sono contento dei due podi che abbiamo fatto nelle ultime due gare, che ci permettono di continuare a lottare nella classifica generale".

"L'unica strategia che abbiamo, visto che non dipende da me, è quella di dare gas, salire sul podio e lottare. Non vedo l'ora di iniziare, più che nei GP precedenti. Non so se è perché siamo alla fine, o perché siamo in lotta uno con l'altro, quindi continueremo a lavorare come ad Aragon. Daremo il massimo e cercheremo di qualificarci bene sabato. Anche se siamo abituati a rimontare sia io che Joan (Mir), vi assicuro che non è facile".

Leggi anche:

Rins è sempre stato un pilota veloce sul bagnato, quindi questo potrebbe essere un vantaggio per lui questo fine settimana.

"Correre sotto alla pioggia è sempre una lotteria. Anche se ho fatto delle belle gare sul bagnato, preferisco guidare sull'asciutto, la moto mi piace di più. Può andare bene o male, si può sbagliare facilmente, quindi quello che si deve fare sul bagnato è guidare molto bene".

I casi di COVID o ad esso correlati, continuano ad affiorare nel paddock per la terza gara di fila.

"In linea di principio il mio approccio era di tornare a casa tra le due gare di Valencia, e non tra la seconda e quella di Portimao, viaggiando direttamente. Ma abbiamo ricevuto un'e-mail dall'IRTA che ci chiedeva di rimanere a Valencia, quindi lo farò. Siamo dentro alla bolla e continueremo così" ha spiegato un Rins che comunque non ha cambiato molto le sue abitudini.

"Onestamente, ho fatto come nelle settimane precedenti, non sono stato confinato in casa. Alla fine c'è bisogno di uscire per andare in palestra o portare i cani a fare una passeggia. L'unica differenza è che questa settimana ho fatto un test per vedere se ero ancora negativo prima di quello ufficiale".

"Basta guarda il caso di Lecuona che, a causa di un contatto, non sarà in grado di correre. Sia io che la mia squadra abbiamo cercato di essere più prudenti possibile ed ho semplicemente fatto un test da solo, per curiosità. C'è stato un Gran Premio che è stato duro, ho avuto l'influenza e mi era venuta la paranoia. Sono stato sveglio tutta la notte ad aspettare il test, ma alla fine era solo un raffreddore".

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
1/50

Foto di: MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
2/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
3/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
4/50

Foto di: Dorna

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/50

Foto di: MotoGP

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
6/50

Foto di: MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
7/50

Foto di: Dorna

Podio: segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Podio: segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
8/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Podio: segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
9/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Podio: segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
10/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: tercer lugar Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Podio: tercer lugar Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, segundo lugar Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
11/50

Foto di: Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
12/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
13/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
14/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Alex Rins y el Team Suzuki MotoGP celebran
Joan Mir, Alex Rins y el Team Suzuki MotoGP celebran
15/50

Foto di: Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
16/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
17/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
18/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
19/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
20/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
21/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
22/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
23/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
24/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
25/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
26/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
27/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: Alex Rins, Team Suzuki MotoGP Franco Morbideli Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Podio: Alex Rins, Team Suzuki MotoGP Franco Morbideli Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
28/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Podio: Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
29/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
30/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
31/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
32/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
33/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
34/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
35/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
36/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Los 3 primeros clasificados Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, ganador de la pole Takaaki Nakagami, Team LCR Honda, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Los 3 primeros clasificados Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, ganador de la pole Takaaki Nakagami, Team LCR Honda, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
37/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Los 3 primeros clasificados Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, ganador de la pole Takaaki Nakagami, Team LCR Honda, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Los 3 primeros clasificados Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, ganador de la pole Takaaki Nakagami, Team LCR Honda, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
38/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
39/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
40/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
41/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
42/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
43/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
44/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
45/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
46/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
47/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
48/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
49/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
50/50

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Aprilia: Espargaro dubbioso sul "desiderio" di Lorenzo
Articolo precedente

Aprilia: Espargaro dubbioso sul "desiderio" di Lorenzo

Articolo successivo

Yamaha rischia possibili sanzioni per irregolarità sul motore

Yamaha rischia possibili sanzioni per irregolarità sul motore
Carica i commenti