Rins: "Dovi in Aprilia? No, credo che Vinales abbia già firmato"

Il pilota catalano della Suzuki ha rivelato che Dovizioso non firmerà per Aprilia, ma che ormai è tutto fatto con Vinales. Intanto aspetta con trepidazione di provare le novità portate al Red Bull Ring dalla Suzuki.

Rins: "Dovi in Aprilia? No, credo che Vinales abbia già firmato"

Da cosa nasce cosa, potremmo dire. Ma questo non è il caso in cui si fa riferimento al solito senso della frase. Alex Rins è stato (involontario?) protagonista di una conferma di mercato nata invece da una domanda sempre legata al 2022, ma a quello di un altro pilota.

Andiamo con ordine. Il pilota della Suzuki ha speso parte delle sue vacanze in Italia, praticando motocross assieme ad Andrea Dovizioso. Ormai da mesi il forlivese ex Ducati sta compiendo una serie di test con Aprilia e a Rins, questo pomeriggio, è stata posta una domanda legata al futuro dell'italiano.

La risposta di Rins, quella legata a Dovizioso, era più che lecito fosse oggetto di dribbling funambolico da parte del catalano, ma a lasciare stupefatti è stata la rivelazione, o meglio, la conferma, data sul futuro di uno dei suoi amici all'interno del Paddock di MotoGP: stiamo parlando di Maverick Vinales.

"Per rispetto, non ho chiesto ad Andrea del suo futuro o se tornerà in MotoGP. Ma sarebbe bello qualora si presentasse un'opportunità. Sarebbe bello potesse guidare una Yamaha", ha dichiarto Rins.

"Volevo andare in Italia a fare motocross ormai da diverso tempo. Mi hanno detto che c'è un livello alto e ho passato una settimana vicino a Milano. E' andata molto bene. Ero con Dovi, ci siamo incontrati per girare e l'ho visto in forma, pronto per correre in MotoGP. Sono stato davvero felice di condividere la pista con lui, anche se era molto più veloce di me".

"Per quanto riguarda Dovi, non credo che correrà con Aprilia", ha ammesso Rins. "Penso che Vinales abbia firmato con loro, anche se non è ancora stato reso pubblico".

Inevitabile poi parlare del suo presente, a partire da questo fine settimana. La Suzuki ha portato al Red Bull Ring l'holeshot, un'arma in più per una stagione, quella 2021, al di sotto delle aspettative per la Casa di Hamamatsu: "Io sto bene, ho fatto una lunga vacanza e sono pronto, sono in ottima forma. Vediamo cosa ci riserverà questo weekend in Austria".

"Sono molto contento perché potremo avere il dispositivo holeshot posteriore, che stiamo aspettando da diverso tempo. Comunque, qualora non dovessimo averlo in questo fine settimana, lo avremo per il prossimo in Austria", ha concluso Rins.

condividi
commenti
Bagnaia: "Farò di tutto per ridurre il gap da Quartararo"
Articolo precedente

Bagnaia: "Farò di tutto per ridurre il gap da Quartararo"

Articolo successivo

La fine di un'era: Valentino Rossi si ritira dalla MotoGP

La fine di un'era: Valentino Rossi si ritira dalla MotoGP
Carica i commenti