Remy Gardner debutta in MotoGP con KTM Tech3 nel 2022

La Casa austriaca ha annunciato la firma del figlio d'arte australiano, attuale leader del Mondiale Moto2, che nel 2022 debutterà in sella ad una RC16 gestita dalla squadra di Hervé Poncharal.

Remy Gardner debutta in MotoGP con KTM Tech3 nel 2022

La formazione KTM per la MotoGP 2022 inizia a prendere forma. Ieri la Casa di Mattighofen ha ufficializzato il rinnovo fino al 2024 di Brad Binder e stamani ha annunciato un ingaggio che ormai non era più un segreto da giorni: Remy Gardner farà il suo debutto nella classe regina con i colori del team Tech3.

Il pilota australiano, fresco vincitore del Gran Premio d'Italia al Mugello ed attuale leader della classifica iridata della Moto2, proseguirà quindi la sua avventura tra le fila della Casa austriaca, visto che in questa stagione sta difendendo i colori della Red Bull KTM Ajo. Ma in questo modo ritroverà anche la squadra per cui ha corso sempre nella classe di mezzo nel 2017, senza ottenere però risultati eclatanti.

Dopo diverse coppie di fratelli approdate in MotoGP, questa volta tocca ad un figlio d'arte, perché il 23enne è l'erede dell'ex campione del mondo Wayne. Curiosamente, il debutto di Remy arriverà esattamente a 30 anni di distanza dal ritiro del padre, che aveva appeso il casco al termine della stagione 1992.

E' molto probabile che a fargli spazio nella squadra di Hervé Poncharal sarà Danilo Petrucci, visto che l'opzione del pilota di Terni con la Casa austriaca scadeva nella giornata di lunedì, ma non è stata esercitata. In bilico però c'è anche Iker Lecuona, visto che l'intenzione della KTM sarebbe quella di promuovere anche l'altro suo portacolori in classe Moto2, lo spagnolo Raul Fernandez, attualmente secondo nel Mondiale con due vittorie all'attivo, nonostante sia nel suo anno da rookie.

Leggi anche:

"Sono estremamente felice che KTM mi abbia dato questa opportunità. È un sogno che si avvera per me e per quello per cui abbiamo lavorato fino a questo punto. È una possibilità incredibile e non vedo l’ora di guidare questa moto. Voglio solo ringraziare KTM per aver creduto in me. In questo momento abbiamo bisogno di concentrarci per finire il 2021 in grande stile. Voglio ringraziare anche tutti coloro che mi hanno sostenuto per raggiungere la MotoGP. Siamo solo all’inizio", ha commentato Gardner.

"È un vero piacere per noi portare Remy in MotoGP la prossima stagione perché sapevamo della sua velocità e capacità di essere competitivo in Moto2 e lui ha confermato questo potenziale. Crediamo che possa ottenere molto di più ed è importante che abbia questa opportunità per continuare a crescere. Remy è un vero pilota. È super-determinato e non si arrende mai. È emozionante da guardare e non vediamo l’ora di lavorare con lui per compiere questo prossimo passo. Ancora una volta, stiamo dimostrando che la KTM GP Academy può dare la giusta opportunità ai piloti che vogliono andare fino in fondo", ha aggiunto Pit Beirer, direttore di KTM Motorsport.

"Siamo molto orgogliosi, felici e fiduciosi di accogliere Remy. Crediamo che sarà una forte risorsa per la line up KTM MotoGP e penso che aver preso questa decisione aiuterà Remy a concentrarsi al 100% sul suo Campionato del Mondo Moto2 e aiuterà anche noi, il Tech3 KTM Factory Racing Team a concentrarsi sulla nostra stagione 2021. Quindi, bentornato Remy, continua a spingere e vieni a unirti a noi per la tua avventura in MotoGP nel 2022!", ha concluo il team principal Hervé Poncharal.

Remy Gardner, Red Bull KTM Ajo

Remy Gardner, Red Bull KTM Ajo

Photo by: KTM Images

condividi
commenti
Ceccarelli: "Dopo la tragedia rider poco concentrati"
Articolo precedente

Ceccarelli: "Dopo la tragedia rider poco concentrati"

Articolo successivo

Taramasso: "Una nuova costruzione posteriore nei test"

Taramasso: "Una nuova costruzione posteriore nei test"
Carica i commenti