Quartararo: "Proverò a vincere, ma non andrò oltre il limite"

Il leader del campionato ha ammesso di voler puntare al successo ma guarda in ottica titolo e, se domenica la situazione non fosse favorevole, non si prenderà rischi eccessivi.

Quartararo: "Proverò a vincere, ma non andrò oltre il limite"

Dopo aver visto il proprio vantaggio in classifica su Pecco Bagnaia ridursi a 48 punti, Fabio Quartararo è arrivato ad Austin pronto a tornare a dettare legge. Il francese della Yamaha, reduce da una grande gara a Misano chiusa alle spalle della Ducati numero 63 per appena 3 decimi, si è presentato in conferenza stampa col sorriso dei giorni migliori.

Fabio ha subito voluto ricordare alla stampa di aver avuto subito un ottimo feeling con il tracciato del Texas nel suo anno di debutto in MotoGP, ma ha voluto sottolineare come domenica dovrà dare il massimo nei settori più guidati per evitare che le Ducati possano fare il vuoto in rettilineo.

“Sono molto contento di essere tornato ad Austin. È un tracciato che mi piace molto, due anni fa, all’esordio in MotoGP, sono andato molto bene. Credo che potrò ottenere un buon risultato, anche se sono consapevole che in rettilineo potrò soffrire. Tuttavia nel primo e nell’ultimo settore potrò recuperare”.

La domanda che ci si pone è se Quartararo, quando al termine della stagione mancano solo 4 appuntamenti, penserà al campionato o proverà ad ogni costo a vincere. Il leader della classifica non si è nascosto quando ha dichiarato che non proverà ad andare oltre i limiti della sua M1 per inseguire il successo a tutti i costi.

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Photo by: Yamaha MotoGP

“A Misano, quando ero alle spalle di Pecco, non ho pensato al campionato ed ho pensato che avrei dovuto provare a superarlo. Diciamo che mi sto divertendo un po' di più. È un peccato che non abbia vinto, ma sono stato molto veloce”.

“Ovviamente se domenica la situazione dovesse diventare complicata cercherò di non andare oltre i limiti, ma se si presenterà l’occasione ci proverò”.

Dopo la tragedia avvenuta a Jerez lo scorso weekend i piloti in conferenza hanno anche affrontato la vicenda della scomparsa di Dean Berta Vinales. A tenere banco sono state le parole di Michael Fabrizio che, tramite i suoi profili social, ha attaccato duramente la Federazione.

Leggi anche:

Marc Marquez, presente oggi in conferenza insieme a Quartararo e Bagnaia, ha replicato in modo aspro alle parole del pilota italiano. Fabio, apparso piuttosto scosso e per nulla desideroso di entrare nei dettagli, si è allineato al pensiero del pilota della Honda.

“Non ho letto le dichiarazioni di Fabrizio e Pecco mi ha spiegato cosa ha detto. A volte le persone parlano tanto per. In questi casi è una perdita di tempo leggere commenti del genere”.

I 3 incidenti mortali avvenuti quest’anno hanno acceso nuovamente i riflettori sulla pericolosità delle competizioni motociclistiche, ma Quartararo ha voluto elogiare il grande lavoro svolto negli ultimi anni per incrementare la sicurezza dei piloti.

“Ogni tracciato ha una sua safety commission e stanno lavorando al meglio. Nel mondo dei motori ci sono sempre dei rischi, ma l’evoluzione è stata notevole. Non credo che adesso si possa fare meglio di così”.

condividi
commenti
Vinales: "Grazie Aprilia per avermi capito"

Articolo precedente

Vinales: "Grazie Aprilia per avermi capito"

Articolo successivo

Marquez: "Non voglio perdere tempo a rispondere a Fabrizio"

Marquez: "Non voglio perdere tempo a rispondere a Fabrizio"
Carica i commenti