MotoGP
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
27 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
41 giorni
G
GP d'Italia
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
55 giorni
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
62 giorni
G
GP di Germania
18 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
76 giorni
G
GP d'Olanda
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
83 giorni
G
GP di Finlandia
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
97 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
125 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
132 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
146 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
160 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
175 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
182 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
195 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
203 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
209 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
224 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
231 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
238 giorni

Quartararo: “Primo podio incredibile, non ho sentito nemmeno il dolore della ferita”

condividi
commenti
Quartararo: “Primo podio incredibile, non ho sentito nemmeno il dolore della ferita”
Di:
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
17 giu 2019, 08:44

Il giovane francese conquista a Barcellona il suo primo podio in MotoGP, una seconda posizione ottenuta dopo un duello con Petrucci e Rins, reduce anche da un’operazione al braccio effettuata la scorsa settimana.

Partito per la seconda volta in carriera dalla pole position, Fabio Quartararo ha conquistato ieri il suo primo podio nel Gran Premio di Catalogna. Il pilota di Nizza ha tagliato il traguardo in seconda posizione dopo una grande battaglia con Danilo Petrucci e Alex Rins. Il francese ha ammesso di aver avuto qualche difficoltà a stare con i due avversari, molto rapidi sul rettilineo. Ma è stato in grado di capitalizzare nel misto, per poter sferrare un solo e decisivo attacco.

"È veramente incredibile”, afferma al sito motogp.com dopo il podio. “Il ritmo non era così rapido all’inizio, ma verso la fine la gara è stata complicata e facevo fatica perché alle spalle avevo Petrucci e Rins. È stata una gara difficile perché Ducati e Suzuki erano molto veloci sul rettilineo. Ma sono riuscito a passare Danilo al terzo giro, quindi ho pensato che fosse un buon momento per attaccare e non farmi passare sul dritto. ho tagliato il traguardo con cinque decimi di vantaggio, un ottimo risultato, poi negli ultimi giri ho spinto molto e sono riuscito a fare tre giri veloci”.

Se ad inizio stagione il suo tallone d’Achille era la partenza, Fabio Quartararo si è riscattato questa domenica, conquistando subito la seconda posizione. Sfortunatamente un contatto con Marc Marquez lo ha costretto ad arretrare fino all’ottavo posto e da lì è cominciata la rimonta, come ormai d’abitudine. Ma la strada gli si è improvvisamente aperta quando Jorge Lorenzo ha perso il controllo della sua Honda, cadendo e coinvolgendo Andrea Dovizioso, Maverick Viñales e Valentino Rossi, offrendogli così la quarta posizione in un attimo. 

Leggi anche:

“Abbiamo fatto la nostra miglior partenza dell’anno, ho perso solamente una posizione, poi mi sono toccato con Marc. Pensavo di poterlo passare e l’ho attaccato, perdendo però quattro posizioni. In realtà non ho visto la caduta, non so nemmeno chi fosse davanti a me, ma ho visto solo che c’erano molti piloti. Non so chi abbia commesso l’errore, peccato per loro che non hanno preso punti”.

Se un primo podio nella classe regina è sempre un gran momento, per Fabio Quartararo lo è ancora di più, perché reduce da un intervento chirurgico all’avambraccio destro per la sindrome compartimentale. Con l’aiuto di un antidolorifico, il francese ha potuto gestire i 24 giri di gara lottando in condizioni di caldo senza sentire troppo fastidio.

“Sabato avevo un po’ di dolori senza medicine, ma domenica abbiamo fatto 24 giri. Ma con la motivazione della gara e con l’essere in lotta per il podio con i top rider non ho pensato al dolore. L’adrenalina della gara ti fa passare il dolore. Con l’antidolorifico non ho sentito fastidio, solo negli ultimi giri quando ho iniziato ad attaccare è stato un po’ complicato fare i tempi, ma sono molto contento di come abbiamo gestito il tutto. Dopo la gara ho sentito un po’ di dolore perché la cicatrice è ancora fresca, ma quando sei sul podio non ci pensi, pensi solo alla gara che hai appena fatto!”.

Scorrimento
Lista

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Jack Miller, Pramac Racing, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
11/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Marc Marquez, Repsol Honda Team

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Marc Marquez, Repsol Honda Team
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Articolo successivo
Rins: "Tutti possono sbagliare, il Mondiale è ancora aperto"

Articolo precedente

Rins: "Tutti possono sbagliare, il Mondiale è ancora aperto"

Articolo successivo

Iannone critica l'approccio di Smith: "Deve aiutarci a sviluppare, non lottare con noi"

Iannone critica l'approccio di Smith: "Deve aiutarci a sviluppare, non lottare con noi"
Carica i commenti