Quartararo: "Ho faticato con il braccio, ma è così per tutti"

Fabio Quartararo firma la sua quarta vittoria della stagione ad Assen e consolida il primato in classifica, confermandosi di fatto l'uomo da battere. La gara del pilota Yamaha però non è stata così semplice, prima per il duello con Bagnaia e poi per un problema al braccio.

Quartararo: "Ho faticato con il braccio, ma è così per tutti"

Che fosse il pilota da battere era piuttosto chiaro a tutti, ma Fabio Quartararo ha voluto confermarlo anche oggi ad Assen. Il leader del mondiale ha sfruttato al meglio una pista che ben si adatta alle caratteristiche della sua M1, conquistando la quarta vittoria della stagione e incrementando il vantaggio in classifica.

Il pilota della Yamaha chiude la prima parte di stagione e si proietta verso la pausa estiva consolidando il primato nella generale, in cui ha 156 punti, 34 in più del secondo, Johann Zarco. El Diablo ha firmato oggi il successo per la Casa di Iwata, che ha festeggiato una splendida doppietta grazie alla seconda posizione di Maverick Vinales.

Proprio lo spagnolo partiva dalla pole, ma è stato beffato da Quartararo, che aveva un passo migliore ed è riuscito a guadagnare un vantaggio sufficiente dopo un gran duello con Francesco Bagnaia nei primi giri. La bagarre con il pilota Ducati ha complicato le cose, che alla fine sono andate per il meglio: “Con Pecco inizialmente è stata una bella lotta. È stato un bel momento perché era difficile sorpassarlo, anzi impossibile! A ogni giro provavo a stargli davanti, poi ho toccato un po’e dopo ho fatto un sorpasso alla Curva 12, che è una curva dove mai avrei pensato che si potesse fare un sorpasso!”.

Leggi anche:

Tuttavia, le difficoltà al Gran Premio d’Olanda sono state anche fisiche. Essendo Assen una pista molto impegnativa, Quartararo ha riscontrato un po’ di difficoltà nel gestire la forza fisica accusando qualche problema al braccio, che però non attribuisce alla sindrome compartimentale operata due mesi fa: “Non è l’operazione, è più il tricipite. Con quello ho fatto fatica questo weekend, ma come tutti i piloti, del resto. Su questa pista i cambi di direzione sono difficili, ma sono veramente contento”.

La felicità di Quartararo è data non solo dal primato in classifica e dalla nuova vittoria, ma anche dal fatto che questi risultati arrivano come frutto del lavoro di apprendimento delle due stagioni precedenti: “Alla fine è solo la mia terza stagione in MotoGP. Io ho detto sempre che in una stagione in MotoGP impari tantissimo e ogni volta che sono sulla moto imparo. Il 2020 è stato difficile per il campionato ma è stato anche tanto positivo per imparare e fare esperienza per il 2021. Ora quando sono sulla moto, anche dentro il team, sono veramente tranquillo, determinato. Prima di andare alle gare so cosa voglio fare ed è così...oggi volevo la vittoria”!.

Ora arriva la meritata pausa estiva, ma prima di andare in vacanza, Quartararo ha festeggiato la vittoria con una scenetta in pista. Il francese della Yamaha ha giocato a golf e spiega così la celebrazione: “Era la prima volta che giocavo sull'asfalto, non mi sentivo bene (ride). Dopo vado a fare qualche swing e vi mando il video! Per quanto riguarda l’Austria dopo la pausa, mancano ancora cinque settimane e non vado neanche a pensare un po’ all’Austria. Ora vado a casa, vado a fare una bella cena con la famiglia e basta”.

condividi
commenti
Vinales: “Io in Aprilia? Falso, ma non so se resto in Yamaha”
Articolo precedente

Vinales: “Io in Aprilia? Falso, ma non so se resto in Yamaha”

Articolo successivo

Rossi: "Smentita Aramco? Mi fido del Principe"

Rossi: "Smentita Aramco? Mi fido del Principe"
Carica i commenti