Quartararo: "C'è un problema che non possiamo risolvere sul bagnato"

Il leader del campionato Fabio Quartararo ha ammesso di avere un "problema che non può risolvere" in condizioni di bagnato sulla Yamaha al termine della FP2 del Gran Premio d'Austria disputata in parte sotto alla pioggia.

Quartararo: "C'è un problema che non possiamo risolvere sul bagnato"

Il pilota francese si è lamentato venerdì scorso, durante le prove sul bagnato del GP della Stiria, che le condizioni erano un "incubo" per lui, perché gli mancava completamente la fiducia sulla sua M1. Un improvviso acquazzone ha bagnato l'asfalto del Red Bull Ring per l'inizio delle FP2, anche se la pista poi è andata via via asciugando, migliorando fino alla fine della sessione.

È in queste condizioni miste che i piloti Yamaha fanno davvero fatica, con Quartararo che ammette di dover provare qualcosa di "davvero diverso" per migliorare la sua competitività in queste condizioni, mentre i suoi problemi non sembrano arginarsi.

"Sì, oggi non è stata la giornata migliore perché il feeling al mattino era ottimo in condizioni di asciutto", ha detto Quartararo quando gli è stato chiesto da Motorsport.com se si sentiva meglio in condizioni di bagnato questa settimana.

Leggi anche:

"Ma sul bagnato continuo a non avere fiducia. Abbiamo un problema che non possiamo risolvere e proveremo qualcosa di veramente diverso, cercando di scoprire se c'è un miglioramento".

"Ma sul bagnato non mi sento bene, anche se alla fine ho fatto l'ottavo tempo, il feeling non è grande. Quindi cercherò di fare del mio meglio per migliorare questa sensazione".

Quando gli è stato chiesto da Motorsport.com se poteva spiegare esattamente dove sia il problema in condizioni di bagnato, Quartararo ha aggiunto: "Sì, è il feeling sul posteriore, non ho grip entrando in curva, non ho fiducia per portare velocità in curva".

"Sappiamo che sul bagnato la velocità in curva è molto importante. Ma da quando sono dritto a quando arrivo all'angolo di piega il feeling è orribile. Dobbiamo migliorare questo aspetto per essere più veloci sul bagnato".

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Nessun problema tecnico stamattina

Quartararo ha parcheggiato la sua moto alla curva 9 verso la fine delle FP1 di stamattina, ma ha detto di non aver avuto alcun problema reale con la sua Yamaha - si è trattata solo di un'esitazione su un cambio di marcia che gli ha dato una strana sensazione sul motore, costringendolo a fermarsi per precauzione.

"Sì, nel cambio di direzione tra la curva sette e la curva otto, ho cambiato due marce e una non è andata entrata", ha spiegato. "Così, ho sentito un calo di prestazioni e mi sono fermato perché sembrava che il motore stesse andando sempre più in basso".

"Non avevo warning sul dashboard, ho sentito qualcosa di strano e mi sono fermato. Ho controllato ed era tutto ok, quindi ho deciso di ripartire. Ma non abbiamo avuto un problema al motore o al cambio, è stato solo che non ho premuto abbastanza forte la leva del cambio e quindi la marcia non si è innestata".

condividi
commenti
MotoGP, Austria, Libere 2: l'azzardo delle slick premia Lecuona
Articolo precedente

MotoGP, Austria, Libere 2: l'azzardo delle slick premia Lecuona

Articolo successivo

Rossi: "Il video di Vinales? Mi aspettavo peggio"

Rossi: "Il video di Vinales? Mi aspettavo peggio"
Carica i commenti