Puig e l’allarme Marc: “Prossimo controllo a Natale, poi decideremo”

Alberto Puig parla della situazione di Marc Marquez, ancora alle prese con il recupero dalla diplopia che lo ha costretto a saltare le ultime due gare e i test di Jerez. Il team manager HRC rivela che il pilota si sottoporrà a una visita di controllo a ridosso del Natale e da lì verranno prese decisioni.

Puig e l’allarme Marc: “Prossimo controllo a Natale, poi decideremo”

Il calvario di Marc Márquez non ha fine, proprio quando sembrava che stesse finalmente tornando quello di un tempo dopo aver inanellato due successi consecutivi, è arrivata una nuova stangata. Caduto in allenamento il sabato prima del Gran Premio dell’Algarve, è stato costretto a saltare le ultime due gare della stagione, chiudendo di fatto il suo 2021 a Misano.

In un primo momento sembrava che si volesse preservare Marc per permettergli di tornare in sella durante i test, ma la situazione è ben presto risultata più grave di quanto si ipotizzasse. Nella commozione cerebrale però ha rimediato la lesione del muscolo dell’occhio destro, con interessamento del nervo. La conseguenza è il ritorno della diplopia, disturbo di cui aveva già sofferto nel 2011 e che quest’anno gli ha impedito di concludere l’anno e prepararsi al 2022.

In occasione dei test svolti a Jerez in questi due giorni, che fungono da base per quello che sarà il lavoro durante l’inverno, Alberto Puig ha aggiornato sulle condizioni dell’otto volte campione del mondo, di cui ancora non si conoscono i tempi di recupero. Il team manager HRC non si sbilancia sullo stato di salute del pilota e spiega solamente che verrà effettuata una nuova visita di controllo a ridosso di Natale.

Solo allora si prenderanno delle decisioni in merito. Le parole di Puig restano generiche e gettano nell’incertezza. Anche durante il Gran Premio di Valencia, il rappresentante Honda aveva dichiarato che il percorso di recupero continuava, tuttavia i medici erano ottimisti. I dubbi però non si sono ancora sciolti e bisognerà attendere circa un mese per conoscere gli sviluppi della situazione.  

“La cosa importante è come sta, ed è più o meno la stessa cosa che abbiamo spiegato a Portimao e Valencia – dichiara Alberto Puig a motogp.com – Ha bisogno di un po’ di tempo per riposare, recuperare e vedere se l’area intorno l’occhio si sgonfia, calmandosi un po’. Poi vedremo. Intorno a Natale avremo un’altra visita con il medico e capiremo qual è la situazione. Poi probabilmente prenderemo una decisione su quali saranno le possibilità. Ovviamente, non è felice di non essere ai test di Jerez. Allo stesso tempo, comprende che ha bisogno di riposare e di essere paziente, questa è la situazione”.

Nel frattempo Honda è scesa in pista in questi due giorni di test con Pol Espargaro, che in questo momento si fa carico del progetto e guida lo sviluppo della RC213V, in una fase particolarmente delicata per il costruttore giapponese. Le novità sono molte e la moto del prossimo anno è piuttosto diversa da quella a cui erano abituati. Un cambio di rotta per cui servono tanto lavoro e tante ore in pista.

condividi
commenti
MotoGP | Test Jerez, Giorno 2: Bagnaia e la Ducati fanno paura
Articolo precedente

MotoGP | Test Jerez, Giorno 2: Bagnaia e la Ducati fanno paura

Articolo successivo

Fotogallery MotoGP | L'ultima giornata di test a Jerez

Fotogallery MotoGP | L'ultima giornata di test a Jerez
Carica i commenti