Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata
Prime

Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata

Di:

Il Pramac Racing entra nella sua 20esima stagione in MotoGP, la 17esima con Ducati ed insegue ancora la sua prima vittoria con la Casa di Borgo Panigale, pur avendola sfiorata in diverse occasioni. Ripercorriamo insieme tutte le volte che è mancato veramente un soffio.

"Eccoci qui, pronti per il 2021. Questo è un anno molto importante per noi, dato che è la 20esima stagione del Pramac Racing in MotoGP. E' un risultato eccezionale, considerando che tutto è iniziato quasi per gioco. Ora siamo diventati una squadra molto forte e quest'anno speriamo di confermarlo".

Questo breve pensiero del team principal Paolo Campinoti fotografa molto bene quella che è stata l'evoluzione del Pramac Racing nella classe regina. Un'avventura nata nel 2002, con una Honda 500 affidata al giapponese Tetsuya Harada. Poi il passaggio alla RC211V MotoGP con Makoto Tamada, che ha regalato il primo podio in Brasile nel 2003.

condividi
commenti

Fotogallery MotoGP: il trionfo di Quartararo a Portimao

Ecco le immagini più belle del Gran Premio del Portogallo, che si è chiuso con il trionfo di Fabio Quartararo e la strepitosa rimonta di Pecco Bagnaia ed ha visto anche l'attesissimo ritorno di Marc Marquez, settimo al traguardo.

Marquez: “È l’inizio del mio ritorno, ma non guardo al mondiale”

Marc Marquez si mostra felicissimo del settimo posto conquistato nella sua gara di rientro, a Portimao, e chiede tranquillità, necessaria per rispettare i tempi richiesti per tornare alla sua migliore versione.

Bagnaia: "Contento, ma se fossi partito più avanti..."

Il pilota della Ducati ha sfoderato una grande rimonta dall'11esimo posto in griglia al secondo finale, che gli vale la piazza d'onore anche nel Mondiale. Se non fosse sfumata la pole di ieri, forse il bersaglio grande sarebbe stato alla sua portata...

Quartararo: “Il 70% del risultato è dato dalla mentalità”

Fabio Quartararo ha conquistato la seconda vittoria della stagione, la quinta in MotoGP, e diventa leader del mondiale. Quest’anno il francese non vuole lasciarsi sfuggire la grande opportunità.

Mir: “Ho fatto il massimo con quello che avevo a disposizione”

A Portimao Joan Mir è stato autore di una gara in rimonta dalla nona alla terza posizione, che gli ha garantito il primo podio della stagione. Il campione del mondo in carica lascia il Portogallo con la voglia di migliorare la sua Suzuki, al momento meno efficace rispetto alle moto dei suoi avversari.

Rossi: "Peccato, i punti avrebbero dato morale"

Per il "Dottore" è arrivato il secondo zero consecutivo a Portimao, con una scivolata alla curva 10 avvenuta quando era in 11esima posizione. Il portacolori della Yamaha Petronas però prova a guardare il bicchiere mezzo pieno, perché oggi aveva migliorato il feeling ed il passo.

Mondiale MotoGP 2021: Quartararo prende la vetta

Con la seconda vittoria consecutiva a Portimao, il pilota della Yamaha si è portato in testa al Mondiale con un margine di 15 punti su Bagnaia. Nonostante l'11esimo posto, terzo c'è Vinales, che approfitta della caduta di Zarco. Mir è quinto a -23.

MotoGP: Quartararo domina a Portimao, Bagnaia 2° in rimonta

Il pilota della Yamaha lotta con Rins che però cade a 7 giri dalla fine e lo lascia in fuga solitaria: seconda vittoria e leadership iridata. Bagnaia rimonta dall'11esimo posto in griglia e chiude secondo davanti a Mir. Morbidelli sfiora il podio, mentre Marquez tiene botta e chiude settimo al rientro. Indietro Vinales, cadono Rossi, Zarco e Miller.

MotoGP: Kallio si frattura tibia e perone sul ghiaccio

Articolo precedente

MotoGP: Kallio si frattura tibia e perone sul ghiaccio

Articolo successivo

LIVE MotoGP: presentazione Petronas Yamaha SRT 2021

LIVE MotoGP: presentazione Petronas Yamaha SRT 2021
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Autore Matteo Nugnes