Pramac: chiesto un chiarimento ai commissari sulle penalità

La Ducati Pramac ha chiesto ai commissari un chiarimento sulle penalità inflitte all'ultimo giro a Miguel Oliveira e Joan Mir, per capire se Johann Zarco potesse avere diritto al secondo posto, ma poi ha accettato le loro spiegazioni.

Pramac: chiesto un chiarimento ai commissari sulle penalità

Il Gran Premio d'Italia al Mugello si è concluso con la vittoria di Fabio Quartararo davanti a Miguel Oliveira e Joan Mir. Una volta al parco chiuso, il pannello dei commissari però ha annunciato una penalità nei confronti del pilota della KTM, colpevole di aver superato i limiti consentiti della pista nell'ultimo giro, arretrandolo al terzo posto.

La gioia del pilota della Suzuki per quello che sarebbe stato il suo miglior risultato stagionale però è stata molto breve, perché i commissari si sono accorti che anche lui era finito oltre i track limits nello stesso punto e quindi hanno deciso di riformare il podio nella sua versione originale.

La decisione però non è stata gradita al Pramac Racing, che con Johann Zarco aveva tagliato il traguardo in quarta posizione e quindi avrebbe potuto trarre vantaggio dalle penalità dei due piloti che lo precedevano per salire sul podio.

Leggi anche:

Il team italiano aveva infatti notato quanto era accaduto poche ore prima, al termine della gara della Moto3. In quel caso Pedro Acosta aveva tagliato il traguardo in settima posizione, davanti a Sergio Garcia e John McPhee. I commissari hanno penalizzato Acosta e Garcia per aver superato i limiti della pista all'ultimo giro e promosso McPhee al settimo posto.

Con questo precedente in mano, Francesco Guidotti si è recato dai commissari per chiedere le ragioni per le quali non sia stato applicato lo stesso criterio, facendo quindi salire Zarco dal quarto al secondo posto finale.

Criteri di tempo

Il responso dei commissari si è basato su criteri di cronometraggio, basati sul fatto che il superamento dei track limits nel giro conclusivo può regalare un guadagno di massimo mezzo secondo al trasgressore. Oliveira è passato sotto alla bandiera a scacchi con un ritardo di 2"592 da Quartararo, Mir a 3"000 e Zarco a 3"535. Questo vuol dire che il francese è rimasto fuori dal podio per appena 35 millesimi.

Contrariamente, nella gara della Moto3, McPhee aveva chiuso con un ritardo inferiore al mezzo secondo nei confronti di Acosta e di Garcia. I vertici del Pramac Racing hanno quindi accettato questa spiegazione, non presentando alcun reclamo. Il risultato della gara è quindi definitivo.

Mick Doohan, Johann Zarco, Pramac Racing
Mick Doohan, Johann Zarco, Pramac Racing
1/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Mick Doohan, Johann Zarco, Pramac Racing
Mick Doohan, Johann Zarco, Pramac Racing
2/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, segundo puesto Francesco Bagnaia, Ducati Team, tercer puesto Johann Zarco, Pramac Racing
Ganador de la pole Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, segundo puesto Francesco Bagnaia, Ducati Team, tercer puesto Johann Zarco, Pramac Racing
3/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, segundo puesto Francesco Bagnaia, Ducati Team, tercer puesto Johann Zarco, Pramac Racing
Ganador de la pole Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, segundo puesto Francesco Bagnaia, Ducati Team, tercer puesto Johann Zarco, Pramac Racing
4/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tercer puesto Johann Zarco, Pramac Racing
Tercer puesto Johann Zarco, Pramac Racing
5/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
6/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
7/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
8/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
9/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
10/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
11/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
12/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
13/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
14/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
15/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
16/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
17/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing, Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
Ganador Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing, Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
18/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing, Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
Ganador Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing, Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
19/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing, Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
Ganador Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing, Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing
20/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
21/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
22/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
23/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
24/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
25/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Johann Zarco, Pramac Racing
26/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
27/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
28/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
29/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
30/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
31/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
32/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Johann Zarco, Pramac Racing
Johann Zarco, Pramac Racing
33/33

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Ducati sta chiudendo gli accordi con VR46 e Gresini per il 2022

Articolo precedente

Ducati sta chiudendo gli accordi con VR46 e Gresini per il 2022

Articolo successivo

MotoGP Lap Chart: Mugello, Quartararo domina e allunga

MotoGP Lap Chart: Mugello, Quartararo domina e allunga
Carica i commenti