Pol Espargaro: “Speriamo di poter lottare con Quartararo nel 2022”

Pol Espargaro ha conquistato il suo primo podio come pilota Honda regalando al team una doppietta. Il risultato però è stato eclissato dalla vittoria di Marc Marquez, ma soprattutto per il titolo di Fabio Quartararo.

Pol Espargaro: “Speriamo di poter lottare con Quartararo nel 2022”

Il grande protagonista di questa domenica a Misano è Fabio Quartararo, che ha conquistato il suo primo titolo mondiale in MotoGP. Il pilota Yamaha ha beneficiato della caduta di Pecco Bagnaia quando era leader della gara, episodio che gli ha di fatto consegnato il mondiale. Il ritiro del pilota Ducati ha offerto a Marc Marquez l’opportunità di trionfare, essendo rimasto in seconda posizione per tutta la gara.

Un altro pilota che ha approfittato della situazione è Pol Espargaro, che era terzo e andava incontro al suo primo podio con Honda. La caduta di Bagnaia gli ha permesso di passare avanti di una posizione e mettersi secondo. Il catalano ha così regalato alla Casa dell’ala dorata la sua prima doppietta dopo il Gran Premio del Giappone del 2018 e la prima del team Repsol da Aragon 2017: “Ha tardato più di quanto aspettassi. In un primo momento non pensi molto a quanto è stato sudato. Sicuramente a casa ricorderò la nostalgia e come siamo stati nei momenti difficili quest’anno”, ha commentato Pol Espargaro.

Leggi anche:

Polyccio, che ha impiegato 16 gare ad ottenere il suo primo podio con il team Repsol Honda, ha sottolineato quanto siano stati difficili gli ultimi due anni per HRC: “È un podio importante per me, ma anche per il team, dopo ciò che ha passato Honda con il Covid in giappone rispetto a tutti i costruttori europei. Stare qui fa davvero bene al morale. Restano altre gare, sono andato veloce, è andata bene e dobbiamo continuare a lavorare per provare a ripeterci in altre piste. Questo è solo l’inizio. Spero che l’anno prossimo sia più frequente”.

Quando gli viene chiesto del nuovo campione del mondo MotoGP Fabio Quartararo, Pol Espargaro gli fa i complimenti e spera che almeno Marquez possa dargli filo da torcere nel 2022: “Fabio è un talento innato. Un talento giovane che si diverte. È una figata, ed è molto bello quando vedi che le cose vengono fuori in questo modo. Spero che l’anno prossimo sia più equilibrato e possiamo mettere in discussione il suo primato con Marc”.

condividi
commenti
Rossi emozionato: "Il modo migliore per dire ciao"
Articolo precedente

Rossi emozionato: "Il modo migliore per dire ciao"

Articolo successivo

Fabio Quartararo, da bambino prodigio a campione MotoGP

Fabio Quartararo, da bambino prodigio a campione MotoGP
Carica i commenti