MotoGP
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
15 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
22 giorni
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
36 giorni
13 nov
Prossimo evento tra
43 giorni
G
GP del Portogallo
20 nov
Prossimo evento tra
50 giorni

Pirro: "Ducati ha bisogno di vincere in Austria"

condividi
commenti
Pirro: "Ducati ha bisogno di vincere in Austria"
Di:

Il collaudatore della Rossa, chiamato a sostituire l'infortunato Bagnaia, è convinto che ci sarebbe il bisogno di un'iniezione di positività su una pista amica.

Questo fine settimana ed il prossimo, Michele Pirro avrà l'opportunità di correre in MotoGP, sostituendo l'infortunato Pecco Bagnaia nelle due gare del Red Bull Ring. Il collaudatore della Ducati è stato tra i più critici quando tra le norme anti-COVID era stato deciso di cancellare le Wild Card, ma avrà comunque la sua occasione in Austria.

Tuttavia, il pugliese ha sottolineato quanto probabilmente l'infortunio di Bagnaia sia arrivato nel momento peggiore per la Ducati, visto che l'ex campione del mondo della Moto2 era quello che fino a qui era riuscito ad interpretare meglio le nuove gomme posteriori della Michelin, che per il momento faticano ad adattarsi alla Desmosedici GP.

"Sono dispiaciuto, perché Pecco era quello che stava interpretando meglio la Ducati e queste gomme. Anche questo però fa parte delle gare, basta guardare anche quello che è successo a Marquez. Noi comunque dobbiamo cercare di capire per mettere Dovizioso, Petrucci e Miller nelle condizioni di sfruttare al meglio queste gomme, sperando che Pecco possa tornare presto. Nel frattempo io dovrò fare il mio" ha detto Pirro.

Leggi anche:

Quando gli è stato domandato in cosa secondo lui Bagnaia stesse riuscendo ad interpretare la nuova carcassa posteriore, Pirro ha aggiunto: "Queste gomme prediligono la percorrenza ed è la prima impressione che avevamo avuto fin dai test di Sepang. E' un po' di nuovo come quando abbiamo fatto il passaggio da Bridgestone a Michelin. Sono sempre Michelin, ma vanno interpretate in maniera differente. Purtroppo quando ci sono dei piloti che guidano la Ducati da tanti anni ed hanno impostato la loro guida su certi punti, ora devono fare i conti con queste gomme che prediligono altro".

La carenza di test e le gare molto ravvicinate poi non aiutano in un periodo in cui ti ritrovi ad inseguire: "E' un problema soprattutto in un campionato in cui non ci sono stati test e ci sono tante gare ravvicinate. Noi abbiamo fatto un solo un test a Misano due mesi fa, ma abbiamo visto che la KTM che è riuscita a farne tanti e con diversi piloti, è riuscita ad interpretarle meglio".

Per molti, il Red Bull è visto un po' come l'ultima spiaggia per il 2020 della Ducati. Sul tracciato austriaco la Rossa ha sempre vinto dal 2016 al 2019. Secondo Pirro, più che un'ultima spiaggia, vincere in Austria potrebbe essere per la Casa di Borgo Panigale l'iniezione di fiducia necessaria per dare una svolta alla stagione.

"Quando qui vinci per quattro anni di fila, con tre piloti diversi, ed hai Dovizioso che è arrivato tre volte secondo nel Mondiale, se non vinci qui ora che non c'è Marquez non puoi pensare che il Mondiale sia ancora apertissimo. Se invece dovessimo vincere le due gare qui, sarebbe diverso. Anche perché poi Misano possiamo prepararla bene, perché io vado a fare i test e possiamo usufruire anche del fatto che hanno fatto l'asfalto nuovo, soffrendo un po' meno rispetto all'anno scorso. Ma anche a livello morale sarebbe una cosa importante" ha concluso.

Guarda il Gran Premio myWorld d’Austria live su DAZN. Attiva ora

Mazzata Iannone: l'udienza al TAS slitta al 15 ottobre

Articolo precedente

Mazzata Iannone: l'udienza al TAS slitta al 15 ottobre

Articolo successivo

Dovizioso: "A prescindere dal futuro, non mi arrendo"

Dovizioso: "A prescindere dal futuro, non mi arrendo"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Austria
Location Red Bull Ring
Piloti Michele Pirro
Team Alma Pramac Racing
Autore Matteo Nugnes