Petrucci: "Non riuscivo a far lavorare la gomma posteriore"

La gara del pilota della Ducati Pramac è stata complicata da un problema tecnico che lo ha obbligato a partire ultimo, ma ha comunque rimontato fino al sesto posto nonostante le difficoltà legate alla gestione delle gomme.

Petrucci: "Non riuscivo a far lavorare la gomma posteriore"
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing

L'arrivo della pioggia su Sepang sembrava poter regalare un'altra grande occasione a Danilo Petrucci, ma il portacolori della Ducati Pramac ha visto le sue speranze di fare una grande gara andare in fumo ancora prima del via.

La sua Desmosedici GP lo ha lasciato a piedi mentre stava andando a schierarsi (probabilmente per un problema di natura elettronica, anche se non c'è ancora la certezza), obbligandolo a prendere il via dal fondo dello schieramento.

Il pilota di Terni poi ha sfoderato una bella rimonta fino alla sesta posizione, ma sembra convinto che in ogni caso avrebbe faticato a reggere il ritmo dei migliori, perché ha avuto delle difficoltà a far lavorare la gomma posteriore.

"E' stata una gara molto difficile. La moto si è rotta prima della partenza e sono dovuto partire ultimo. Nonostante questo, nelle prime due curve ho guadagnato 10 o 11 posizioni. Anche se ho ripreso subito la mia posizione di partenza, la moto era veramente inguidabile nei primi giri, tanto che ero andato di nuovo a finire quasi ultimo" ha detto "Petrux".

Quando poi gli è stato chiesto di chiarire i motivi di queste difficoltà, ha aggiunto: "Non so perché, ma le mie gomme non funzionavano moltissimo, soprattutto non riuscivo a far lavorare la posteriore, quindi la moto era molto instabile. Non avevo tanta trazione, ma sono stato in grado di finire la gara al sesto posto. Almeno abbiamo preso dei punti, anche se i nostri avversari hanno fatto un'altra gara ed erano tutti lontani".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

condividi
commenti
Zarco: "Ho aiutato Dovizioso, ma a Valencia sarò pericoloso"

Articolo precedente

Zarco: "Ho aiutato Dovizioso, ma a Valencia sarò pericoloso"

Articolo successivo

Dovizioso e Ducati: comunque vada, sarà un successo

Dovizioso e Ducati: comunque vada, sarà un successo
Carica i commenti