Petrucci: "Non posso andare avanti solo con una carena nuova"

Una caduta nelle prime fasi della Q1 ha relegato il pilota della Ducati Pramac al 18esimo posto in griglia, e c'è un po' di rammarico per aver scartato la nuova aerodinamica, anche se avere un solo esemplare complica tutto.

Petrucci: "Non posso andare avanti solo con una carena nuova"
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing

Quelle di Silverstone non sono state sicuramente le qualifiche che Danilo Petrucci avrebbe sognato. Il pilota della Ducati Pramac è incappato in una scivolata nel corso della Q1, che gli ha impedito di passare il turno e per questo domani dovrà andare a schierare la sua Desmosedici GP solamente in sesta fila, per la precisione in 18esima posizione.

Al termine della sessione, il pilota di Terni però non ha nascosto un po' di nervosismo per il fatto che in tanti hanno provato a prendere la sua scia in Q1. Una situazione che lo ha portato probabilmente a raffreddare troppo la gomma, innescando la caduta.

"Avevo Rabat, Abraham, Smith, Bautista, Barbera che mi aspettavano. Appena iniziavo a spingere mi venivano dietro e mi seguivano anche se rallentavo. Ho fatto anche finta di andare lungo, ma non è servito a niente. Alla fine l'ho pagata perché sono entrato troppo veloce in un curvone a sinistra e sono scivolato, rovinando tutta la qualifica. Poi ho dovuto prendere l'altra moto e questo è stato un problema, perché ho potuto fare solo un giro. Peccato, perché in FP4 la situazione non era male, perché ero nei primi dieci con le gomme dure. Vediamo per domani, ma sicuramente sarà una gara difficile perché partire così indietro non aiuta" ha detto "Petrux".

Partendo così indietro, realisticamente è difficile parlare di qualcosa di più importante della top 10, anche se c'è un po' di rammarico, perché il passo non era male: "Domani sono molto contento se riesco a finire tra i primi dieci. Vorrei fare un po' meglio, però non siamo fortissimi su questa pista. Con una buona partenza comunque possiamo fare qualcosa di buono secondo me. Vediamo".

Tra le altre cose, la miglior Ducati in griglia è quella di Jorge Lorenzo, che è anche quella che ha utilizzato la nuova aerodinamica. Danilo non ha nascosto un pizzico di rammarico per averla messa da parte, ma ha anche aggiunto che è difficile pensare di lavorarci, avendone solamente una a disposizione.

"Eh un po' di rammarico me lo mette il quinto tempo di Lorenzo, ma se oggi fossi caduto con la carena nuova, domani sarebbe stato ancora peggio. Vedendo anche Dovizioso, sicuramente aiuta. Io potevo anche fare una comparativa, ma non avendone due non posso andare avanti così" ha concluso.

condividi
commenti
Dovizioso: "Non siamo al 100%, ma siamo molto vicini"
Articolo precedente

Dovizioso: "Non siamo al 100%, ma siamo molto vicini"

Articolo successivo

Valentino: "Gran giro, ma per la gara sono un po' preoccupato"

Valentino: "Gran giro, ma per la gara sono un po' preoccupato"
Carica i commenti