Petrucci: "Nessun rimpianto se dovessi lasciare la MotoGP"

Danilo Petrucci ritiene di "non poter essere triste" se quella 2021 sarà la sua ultima stagione in MotoGP, dopo che la KTM ha annunciato che Remy Gardner sarà nel team Tech3 nel 2022.

Petrucci: "Nessun rimpianto se dovessi lasciare la MotoGP"

L'attuale leader della classifica iridata della Moto2, Remy Gardner, farà il suo debutto nella classe regina nel 2022 con una promozione interna al sistema KTM, ma anche il suo compagno Raul Fernandez viene indicato per un possibile salto di categoria dopo un inizio stellare nella sua stagione da rookie in quella di mezzo.

Dopo un inizio di stagione difficile per Danilo Petrucci e per il suo compagno di squadra Iker Lecuona - i due hanno conquistato in tutto 36 punti - il futuro in MotoGP di entrambi i piloti del team Tech3 sembra essere in forte dubbio.

Petrucci, che finora ha ottenuto un quinto posto come miglior risultato, sotto il bagnato a Le Mans, spera di continuare con KTM e Tech3 oltre il 2021, ma ha anche aggiunto di non avere alcun rimpianto per la sua carriera in MotoGP.

Leggi anche:

"Non posso nascondermi dietro ad un dito, conosco perfettamente la mia situazione", ha detto Petrucci quando Motorsport.com gli ha chiesto se KTM non gli abbia concesso troppo poco tempo per dimostrare il suo valore.

"Diciamo che non ho molti rimpianti. Ho dato tutto quello che avevo durante quest'anno. Sono arrivato in MotoGP a 21 anni, provenendo dalla Superstock. Ho fatto di tutto per rimanere in MotoGP".

"E' divertente, dal 2015 ho sempre avuto un contratto di un anno e ho avuto bisogno di rinnovarlo ogni volta, mentre intorno a me c'erano sempre piloti con contratti pluriennali".

"Sono uno dei piloti più vecchi e non posso essere triste se dovessi lasciare la MotoGP. Ho sempre dato tutto me stesso e, se non è abbastanza, sono comunque felice perché non avrei potuto fare di più".

Danilo Petrucci, KTM Tech3

Danilo Petrucci, KTM Tech3

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Petrucci ha anche riconosciuto che la promozione di Remy Gardner in MotoGP con Tech3 sia meritata, aggiungendo di non avere paura della sua situazione.

Il pilota di Terni ha sottolineato di dover ancora intavolare una discussione per il futuro con KTM e Tech3 per il 2022, mettendo anche in dubbio un suo possibile passaggio nel Mondiale Superbike.

"No, non ho parlato con nessuno", ha detto in riferimento alle squadre di Superbike. "Il mio futuro è nelle mie mani, perché posso essere più veloce e voglio esserlo".

"Al momento sto faticando, ma ho solo un obiettivo: continuare con KTM. Se non sarà possibile, non credo che andrò in Superbike. Sinceramente, non ci ho nemmeno pensato".

condividi
commenti
Rossi: "Vinales è una bella occasione per Galbusera"
Articolo precedente

Rossi: "Vinales è una bella occasione per Galbusera"

Articolo successivo

MotoGP, Barcellona, Libere 1: Aprilia al top con Espargaro

MotoGP, Barcellona, Libere 1: Aprilia al top con Espargaro
Carica i commenti