Pedrosa: "Marc ha studiato la mia telemetria, ma ho vinto io"

Dani euforico dopo la prima vittoria stagionale ottenuta oggi a Jerez. "Abbiamo rubato punti alla Yamaha, a Le Mans spero di mantenere questo tipo di risultati anche a Le Mans".

Pedrosa: "Marc ha studiato la mia telemetria, ma ho vinto io"
Podio: il vincitore della gara Dani Pedrosa, Repsol Honda Team, il secondo classificato Marc Marquez
Podio: il vincitore della gara Dani Pedrosa, Repsol Honda Team, il secondo classificato Marc Marquez
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Pedrosa and Marc Marquez, Repsol Honda Team
Daniel Pedrosa, Repsol Honda Team
Daniel Pedrosa, Repsol Honda Team
Daniel Pedrosa, Repsol Honda Team
Daniel Pedrosa, Repsol Honda Team

Daniel Pedrosa è stato il mattatore del Gran Premio di Spagna, svolto questo pomeriggio sulla pista di Jerez de la Frontera. Il pilota spagnolo della Honda ha centrato così la prima vittoria della stagione, dominando dal primo all'ultimo giro.

A tratti è sembrato di rivedere il Pedrosa dei giorni migliori. Le prime avvisaglie di un suo buon stato di forma le avevamo già avute ad Austin, ma ora, con questa vittoria in terra andalusa, abbiamo avuto la conferma.

"Una sensazione bestiale! Sono contentissimo di aver vinto qui a Jerez, una pista che mi piace molto, davanti a tutti questi tifosi", ha affermato il pilota spagnolo al termine della corsa ai microfoni di Sky. "Con il mio team abbiamo lavorato tantissimo per arrivare a questo punto. Avevamo già mostrato ad Austin di poter fare bene, poi, arrivati qui, abbiamo fatto un altro piccolo passo avanti. Ieri sapevamo di poter fare il tipo di gara fatto oggi. Avevamo un po' di pressione prima di partire, poi mi sono concentrato e tutto è andato molto bene".

Dani ha poi raccontato la corsa dal suo punto di vista, spiegando com'è riuscito prima a prendere margine su Marquez e poi a mantenerlo nonostante un cambio di passo del compagno di squadra da metà gara in poi.

"Mi sono trovato in testa con Marc, e poi ho provato a gestire il vantaggio che avevo nei suoi confronti. Oggi la pista non era nelle stesse buone condizioni di ieri, l'anteriore scivolava molto. Ho scelto la dura perché oggi faceva molto caldo anche se la mia preferita era la media. Però ho scelto l'altra ed era difficile farla funzionare bene perché scivolata tanto e il passo era più lento di quanto sperassi. Quando Marc ha iniziato a spingere verso metà gara ho provato a rispondere e tenerlo lontano. Era molto facile fare un errore e perdere l'anteriore. La moto non mi consentiva di fare di più. Abbiamo fatto lo stesso passo più o meno. Per me è stato un fine settimana stupendo".

Nei mesi passati Dani è stato in trattativa con Yamaha per diventare uno dei due piloti titolari. Come sappiamo, ha scelto di rinnovare con Honda ancora una volta e, a oggi, questa sembra essere stata la mossa ideale.

"Al passato non ci penso più. Quando faccio una scelta non penso a quello che avrebbe potuto essere o che è stato in passato. Una volta finita questa gara non ci penso più. Bisogna sempre guardare avanti e le mie trattative con Yamaha prima di rinnovare con Honda appartengono ormai a tanto tempo fa".

"Sapevo di essere molto competitivo su questa pista, potevo guidare bene. Marc fa un po' più fatica. Lui ieri ha provato a studiare la mia traiettoria, è tutto il weekend che guarda la telemetria per vedere come si fa però oggi, anche se sapevo che poteva avere il vantaggio della gomma dura al posteriore ero molto concentrato su di me. Non certo su gli altri".

Le Yamaha sono arrivate a Jerez come le moto favorite, invece sia Vinales che - soprattutto - Rossi hanno deluso sin dai primi giri. Entrambi sono finiti fuori dalla Top 5. Rossi addirittura ha chiuso decimo a oltre 38 secondi da Dani.

"Se teniamo in considerazione la competitività che la Yamaha mostra su tutte le piste non è normale quanto accaduto oggi. Forse è successo qualcosa che non sappiamo. Normalmente qui sono i grandi favoriti, sono quasi sempre a podio, almeno una moto. E' un po' strano. L'altro giorno nei test di Le Mans sono state veloci. Non so cosa sia successo. Io sono molto contento di aver recuperato un po' di punti dopo l'infortunio in Argentina".

Dopo il successo ottenuto oggi in Andalusia, Pedrosa è molto fiducioso anche per il prossimo appuntamento previsto a Le Mans: "Dopo l'ultimo podio di Austin e la vittoria in questo fine settimana cercheremo di tenere questa linea di risultati, sperando che la RC213V si confermi su queste prestazioni".

condividi
commenti
Lorenzo: "Risultato da dedicare a chi ha parlato troppo presto"
Articolo precedente

Lorenzo: "Risultato da dedicare a chi ha parlato troppo presto"

Articolo successivo

Marquez: "Secondo posto perfetto in ottica campionato"

Marquez: "Secondo posto perfetto in ottica campionato"
Carica i commenti