Pedrosa: "Avranno pensato: chi glielo ha fatto fare di tornare a correre?"

Dani Pedrosa ha ammesso di aver avuto paura quando è rimasto sdraiato in mezzo alla pista in balia delle moto che lo seguivano, ma anche di essere soddisfatto delle sue prestazioni nel suo ritorno in gara, anche se ha escluso la possibilità di fare un'altra wild card a breve.

Pedrosa: "Avranno pensato: chi glielo ha fatto fare di tornare a correre?"

Anche se non è stato catturato dalle telecamere, l'incidente di Pedrosa alla terza curva del Red Bull Ring al terzo giro della gara avrebbe potuto finire in tragedia se Lorenzo Savadori avesse colpito il minuto corpo del pilota spagnolo invece del serbatoio della sua KTM.

Pedrosa è scivolato nel punto più pericoloso del circuito, ha fatto cadere la moto e mentre cercava di sollevarla, lo sterzo si è bloccato - forse perché la gomma anteriore non era ancora pronta a sopportare tanta pressione. In ogni caso, la RC16 si è girata e ha lasciato lo spagnolo seduto sull'asfalto nella situazione potenzialmente più pericolosa nelle corse in moto.

Fortunatamente, i piloti dietro di lui sono stati in grado di aggirarlo ed è uscito illeso, un trionfo considerando quello che sarebbe potuto succedere.

Con la sua moto bruciata, Pedrosa è stato in grado di tornare al box, dove i suoi meccanici sono stati in grado di preparare la seconda moto per la seconda partenza. Alla fine dei 27 giri, il catalano ha finito decimo, 19 secondi dietro il vincitore (Jorge Martin), beneficiando della penalità inflitta a Pecco Bagnaia, e molto felice della competitività che ha mostrato due anni e mezzo dopo il ritiro.

Leggi anche:

"Avevo paura, perché non ho mai visto una situazione del genere in tutta la mia carriera. Vedere tutte le moto passare è stato uno shock", ha detto il pilota di Castellar del Vallès. "Subito dopo ho pensato alla mia famiglia e alle persone a casa, che sicuramente hanno pensato: chi glielo ha fatto fare di tornare a correre?", ha detto il tre volte campione del mondo, che, nonostante lo spavento, non ha mai pensato di non partecipare alla ripartenza: "Nel box mi hanno chiesto se volevo ripartire, e ho detto di sì, che mi sarei preso una pausa, ma sì".

Dato il lungo periodo in cui era stato fuori da un Gran Premio, l'attuale competitività della griglia e la sua mancanza di esperienza, la sua prestazione al Gran Premio della Stiria non può essere descritta che come eccellente.

Pedrosa ha detto sabato che aveva già ottenuto quello che ha motivato questa wild card, e domenica ha accennato che non sarà facile vederlo correre di nuovo presto.

"Non credo che possiamo migliorare qualcosa da ora fino alla prossima data, quando potremmo effettuare un'altra wild card", ha sostenuto il #26, che non ha voluto valutare se stesso, preferendo invece essere valutato dal marchio per cui lavora: "Sono felice, ma preferisco che il voto sia dato dalla marca per cui ho fatto il lavoro".

condividi
commenti
Pagelle MotoGP: Martin da 10, bocciati Bagnaia e Miller

Articolo precedente

Pagelle MotoGP: Martin da 10, bocciati Bagnaia e Miller

Articolo successivo

Michelin sta analizzando le gomme che hanno fatto discutere in Stiria

Michelin sta analizzando le gomme che hanno fatto discutere in Stiria
Carica i commenti