Mugello, Libere 1: Iannone davanti alle Ducati di Pirro e Dovizioso

condividi
commenti
Mugello, Libere 1: Iannone davanti alle Ducati di Pirro e Dovizioso
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
01 giu 2018, 08:56

Il pilota della Suzuki segna subito un tempo molto interessante e stacca di due decimi le Rosse. Vinales cade, ma è quarto, mentre Marquez è sesto e precede un sorprendente Morbidelli, che mette in fila Rossi e Lorenzo.

Gli italiani hanno fatto la voce grossa nel primo turno di prove libere del GP d'Italia di MotoGP. Il Mugello è sempre terreno fertile per i ragazzi di casa nostra, che hanno monolizzato le prime tre posizioni, capitanati dalla Suzuki di Andrea Iannone, che a pochi secondi dal termine ha fermato il cronometro sull'1'47"253, tempo più alto di appena otto decimi rispetto alla best pole del tracciato toscano, che già gli appartiene.

Il pilota di Vasto ha creato un bel buco alle sue spalle, perché ha staccato di oltre mezzo secondo il tandem di Ducati composto da Michele Pirro, al quale la definizione di wild card va decisamente stretta su questa pista, e di Andrea Dovizioso, che ha iniziato bene quindi quello che deve essere il weekend del riscatto dopo i due zero di Jerez e Le Mans.

Nonostante nei minuti iniziali sia incappato in una scivolata alla San Donato, arrivando lungo in staccata, Maverick Vinales è riuscito a prendersi la palma di miglior pilota Yamaha, risultando l'ultimo capace di scendere sotto al muro dell'1'58" e chiudendo in quarta posizione, davanti all'altra Ducati, ma in versione 2017, di Jack Miller.

Sesto tempo per il leader del Mondiale Marc Marquez, primo tra i piloti Honda, ma staccato di 782 millesimi dalla vetta. La bella notizia è che nella sua scia c'è l'altra RC213V di Franco Morbidelli, che sembra non risentire dei problemi extra pista della Marc VDS ed è stato capace di staccare l'ottavo tempo davanti a due mostri sacri come Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (12 vittorie in due sul saliscendi toscano), entrambi staccati di poco meno di un secondo.

Stupisce vedere Johann Zarco solamente in 12esima posizione con la Yamaha Tech 3, alle spalle anche di un Cal Crutchlow ancora un po' acciaccato dopo il brutto highside di Le Mans. 12esima c'è la Suzuki di Alex Rins, davanti ad un Danilo Petrucci dal quale probabilmente ci si attendeva di più del 13esimo tempo ricordando il podio dello scorso anno. Seguono poi i due fratelli Espargaro, con l'Aprilia di Aleix che ha avuto la meglio sulla KTM di Pol.

Disperso Dani Pedrosa, che non è riuscito a fare meglio del 17esimo tempo in questa prima sessione, staccato addirittura di 1"4 con la seconda Honda ufficiale. Da segnalare anche il ritorno in sella di Tito Rabat, autore la scorsa settimana di un brutto incidente a Barcellona, nel quale si era procurato un infortunio muscolare al braccio sinistro. Il pilota della Ducati Avintia ha chiuso 21esimo, riuscendo anche a mettersi dietro diversi piloti, tra i quali anche Thomas Luthi, autore di una scivolata alla curva 10.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 29 italy Andrea Iannone  Suzuki 18 1'47.253     176.051 343
2 51 italy Michele Pirro  Ducati 16 1'47.803 0.550 0.550 175.152 354
3 4 italy Andrea Dovizioso  Ducati 16 1'47.961 0.708 0.158 174.896 353
4 25 spain Maverick Viñales  Yamaha 18 1'47.995 0.742 0.034 174.841 344
5 43 australia Jack Miller  Ducati 19 1'48.035 0.782 0.040 174.776 342
6 93 spain Marc Márquez Alenta  Honda 18 1'48.035 0.782 0.000 174.776 344
7 21 italy Franco Morbidelli  Honda 19 1'48.211 0.958 0.176 174.492 340
8 46 italy Valentino Rossi  Yamaha 19 1'48.218 0.965 0.007 174.481 343
9 99 spain Jorge Lorenzo  Ducati 18 1'48.219 0.966 0.001 174.479 343
10 35 united_kingdom Cal Crutchlow  Honda 17 1'48.229 0.976 0.010 174.463 347
11 5 france Johann Zarco  Yamaha 19 1'48.272 1.019 0.043 174.394 341
12 42 spain Alex Rins  Suzuki 19 1'48.274 1.021 0.002 174.390 342
13 9 italy Danilo Petrucci  Ducati 19 1'48.304 1.051 0.030 174.342 352
14 41 spain Aleix Espargaro  Aprilia 16 1'48.384 1.131 0.080 174.213 342
15 44 spain Pol Espargaro  KTM 18 1'48.570 1.317 0.186 173.915 344
16 17 czech_republic Karel Abraham  Ducati 16 1'48.573 1.320 0.003 173.910 348
17 26 spain Daniel Pedrosa  Honda 19 1'48.669 1.416 0.096 173.757 344
18 30 japan Takaaki Nakagami  Honda 20 1'48.878 1.625 0.209 173.423 340
19 19 spain Alvaro Bautista  Ducati 20 1'48.920 1.667 0.042 173.356 345
20 38 united_kingdom Bradley Smith  KTM 19 1'49.086 1.833 0.166 173.092 343
21 53 spain Tito Rabat  Ducati 17 1'49.181 1.928 0.095 172.942 345
22 12 switzerland Thomas Lüthi  Honda 15 1'49.460 2.207 0.279 172.501 333
23 45 united_kingdom Scott Redding  Aprilia 13 1'49.499 2.246 0.039 172.439 340
24 55 malaysia Hafizh Syahrin  Yamaha 17 1'49.650 2.397 0.151 172.202 336
25 10 belgium Xavier Simeon  Ducati 17 1'50.315 3.062 0.665 171.164 345
Articolo successivo
Vinales: "Lorenzo potrebbe essere molto utile per me"

Articolo precedente

Vinales: "Lorenzo potrebbe essere molto utile per me"

Articolo successivo

Joan Mir spera di annunciare al più presto il suo salto in MotoGP

Joan Mir spera di annunciare al più presto il suo salto in MotoGP
Carica i commenti