MotoGP
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
WU in
02 Ore
:
32 Minuti
:
29 Secondi

MotoGP: Vinales in pole "alla Marquez" a Phillip Island

condividi
commenti
MotoGP: Vinales in pole "alla Marquez" a Phillip Island
Di:
27 ott 2019, 00:17

Il pilota della Yamaha ha dominato tutto il weekend fin qui, compresa l'inconsueta qualifica domenicale con oltre mezzo secondo di margine su Quartararo. Marquez completa la prima fila, Rossi apre la seconda davanti a Petrucci. Indietro Dovizioso.

Era stato il più veloce in tutti i turni del weekend di Phillip Island, compreso il Warm-Up di questa mattina, e neppure la qualifica disputata eccezionalmente alla domenica, dopo la cancellazione di ieri a causa del vento, è riuscita a destabilizzare un Maverick Vinales in forma strepitosa.

Lo scorso anno il pilota spagnolo aveva regalato l'unica vittoria stagionale alla Yamaha proprio in Australia e questo fine settimana sta confermando il suo grande feeling con questo tracciato, con una prestazione che potremmo quasi definire "alla Marquez".

La terza pole position stagionale è arrivata infatti con un margine di oltre mezzo secondo sul diretto inseguitore, ritoccando di passaggio in passagio il proprio limite, fino ad arrivare ad uno strepitoso 1'28"492, che lo ha reso il solo capace di scendere sotto all'1'29".

Il primo degli inseguitori è Fabio Quartararo, che sembra essersi ripreso alla grande dalla caduta della FP1 di venerdì, anche se zoppica ancora un po' quando appoggia la caviglia sinistra. Il pilota della Yamaha Petronas ha dominato la Q1 e poi si è riproposto tra i protagonisti anche in Q2, anche se stavolta non è mai stato realmente in corsa per la pole, come certifica il distacco di 551 millesimi da Vinales.

A completare la prima fila c'è il campione del mondo Marc Marquez, che per la prima volta dopo tanto tempo ha dato la sensazione di non presentarsi in gara con i galloni di favorito. Il pilota della Honda ha chiuso ad oltre sette decimi ed ha regalato un altro salvataggio clamoroso, questa volta alla velocissima curva 1, dopo una chiusura repentina dell'anteriore.

Sembrava in grande difficoltà, essendo rimasto 12esimo fino ad un paio di minuti dal termine, ma alla fine Valentino Rossi è riuscito a piazzare una zampata importante, perché aprirà la seconda fila con la sua Yamaha, ma ha mancato la prima per appena 27 millesimi. Va detto però che il ritardo dalla M1 gemella è di ben 751. Alla festa Yamaha manca invece Franco Morbidelli, che ha fatto decisamente più fatica ed è in 11esima posizione.

Buona anche la prestazione di Danilo Petrucci, unico tra i piloti Ducati a pagare meno di un secondo di ritardo e quinto in griglia. Il padrone di casa Jack Miller, che oggi presenta una livrea celebrativa che è un mix tra la bandiera australiana ed un'armatura medievale, è infatti solo nono, davanti ad un Andrea Dovizioso che ha confermato ancora una volta di non amare il velocissimo tracciato australiano.

Davanti alle due Desmosedici GP ci sono anche la Honda LCR di Cal Crutchlow, ma soprattutto le due Aprilia: Aleix Espargaro ed Andrea Iannone sono stati bravissimi a sfruttare le scie ed hanno piazzato le RS-GP in settima ed ottava posizione. Lo spagnolo ha seguito come un'ombra Marquez, mentre il pilota di Vasto ha sfruttato il traino di Quartararo in Q1 e poi quello del poleman in Q2. Questo comunque non toglie lustro a quella che resta una grande prestazione per la Casa di Noale.

Il quadro dei piloti che hanno avuto accesso alla Q2 si completa con la Suzuki di Alex Rins e curiosamente anche il primo degli esclusi in Q1 è in sella ad una GSX-RR, perché si tratta del suo compagno di squadra Joan Mir.

Johann Zarco invece inizierà la sua prima gara in sella alla Honda del Team LCR dalla 14esima casella dello schieramento di partenza. Il francese è rimasto fuori per poco meno di tre decimi, ma per lui è interessante il confronto con Jorge Lorenzo, solo 19esimo con la RC213V della HRC, che però è stato più lento di 1"2.

Accanto al francese, in quinta fila, ci sarà anche Pecco Bagnaia. Il pilota della Ducati Pramac aveva dato l'illusione di potersi giocare la Q2 nel primo tentativo, ma poi ha via via perso terreno e alla fine dovrà accontentarsi di prendere il via dalla 15esima posizione.

E' stata una qualifica decisamente poco favorevole, infine, per la KTM: la migliore delle RC16 è solamente in 17esima posizione con Pol Espargaro, senza dimenticare che Mika Kallio ed Hafizh Syahrin sono finiti ruote all'aria ad altissima velocità, rispettivamente alla curva 1 ed alla curva 2, cavandosela comunque senza conseguenze.

Cosa che non si può dire per l'ultimo uomo dell'armata KTM, ovvero Miguel Oliveira, che oggi non sarà della partita. Il portacolori del Team Tech 3, infatti, è stato dichiarato "unfit" dopo la brutta caduta nella FP4 di ieri, perché stamattina si è svegliato con entrambe le mani gonfie e doloranti.

Classifica Q2

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 8 01'28.492 180.951
2 France Fabio Quartararo
Yamaha 8 01'29.043 00.551 00.551 179.832
3 Spain Marc Márquez Alentà
Honda 8 01'29.216 00.724 00.173 179.483
4 Italy Valentino Rossi
Yamaha 9 01'29.243 00.751 00.027 179.429
5 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 8 01'29.339 00.847 00.096 179.236
6 United Kingdom Cal Crutchlow
Honda 8 01'29.535 01.043 00.196 178.844
7 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 8 01'29.558 01.066 00.023 178.798
8 Italy Andrea Iannone
Aprilia 7 01'29.581 01.089 00.023 178.752
9 Australia Jack Peter Miller
Ducati 7 01'29.615 01.123 00.034 178.684
10 Italy Andrea Dovizioso
Ducati 8 01'29.667 01.175 00.052 178.580
11 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 9 01'29.716 01.224 00.049 178.483
12 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 8 01'29.947 01.455 00.231 178.024

Classifica Q1

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 France Fabio Quartararo
Yamaha 8 01'28.949 180.022
2 Italy Andrea Iannone
Aprilia 7 01'29.555 00.606 00.606 178.804
3 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 8 01'29.712 00.763 00.157 178.491
4 France Johann Zarco
Honda 8 01'30.008 01.059 00.296 177.904
5 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 7 01'30.075 01.126 00.067 177.771
6 Czech Republic Karel Abraham
Ducati 7 01'30.165 01.216 00.090 177.594
7 Spain Pol Espargaró Villà
KTM 8 01'30.180 01.231 00.015 177.564
8 Finland Mika Kallio
KTM 8 01'30.495 01.546 00.315 176.946
9 Spain Jorge Lorenzo Guerrero
Honda 8 01'31.179 02.230 00.684 175.619
10 Malaysia Hafizh Syahrin Abdullah
KTM 6 01'31.285 02.336 00.106 175.415
11 Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 8 01'31.941 02.992 00.656 174.163

Articolo successivo
Oliveira unfit per la gara di Phillip Island

Articolo precedente

Oliveira unfit per la gara di Phillip Island

Articolo successivo

LIVE MotoGP, GP d'Australia: Gara

LIVE MotoGP, GP d'Australia: Gara
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Australia
Sotto-evento Q2
Location Phillip Island Grand Prix Circuit
Autore Matteo Nugnes