De Puniet: "Sono un po' deluso per la posizione"

Il pilota della Suzuki è convinto di non aver espresso tutto il potenziale della GSX-RR in qualifica

De Puniet:

C'è ancora tanto lavoro da fare in casa Suzuki per avvicinarsi ai migliori e la cosa è certificata dal risultato delle qualifiche di Valencia, dove la Casa di Hamamatsu ha deciso di portare al debutto la nuova GSX-RR, affidando una wild card al collaudatore Randy De Puniet.

Domani il francese scatterà dalla 20esima posizione e non ha nascosto un pizzico di delusione, perché era convinto di avere il potenziale per fare qualcosa di meglio. Dopo il guasto al motore di ieri, anche oggi però la sua moto ha avuto qualche problemino di troppo che ha rallentato la messa a punto. RDP comunque è convinto di poter fare una gara d'attacco e recuperare qualche posizione, perché il distacco dai primi comunque è stato sempre attestato intorno al secondo e mezzo.

"Non è stato facile oggi. Abbiamo avuto diversi problemi tecnici, quindi dovevo saltare in continuazione da una moto all'altra e non sono riuscito a guidare come avrei voluto. Sono un po' deluso per la posizione, perché credevo che avrei potuto fare meglio. Tuttavia, è la prima gara per la moto e domani faremo del nostro meglio. Penso di poter guidare sul passo dell'1'32" basso, anche se per il momento non siamo stati in grado di mostrarlo. Sono pronto a dare battaglia e l'importante è continuare ad andare nella direzione giusta. Solo in quel caso non avremo rimpianti" ha detto De Puniet.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Randy de Puniet
Articolo di tipo Ultime notizie