MotoGP, Valencia, Libere 2: la pioggia esalta gli italiani, Petrucci primo e Rossi terzo!

condividi
commenti
MotoGP, Valencia, Libere 2: la pioggia esalta gli italiani, Petrucci primo e Rossi terzo!
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
16 nov 2018, 14:14

Le condizioni della pista non hanno permesso di migliorare i tempi di stamattina, ma Danilo e Valentino hanno messo a sandwich la Honda di Marquez. Bene anche Iannone quarto, mentre Dovi è indietro. Top 10 per Aprilia e KTM.

Ci sarebbe stato quasi da scommetterci, ma la pioggia ha nuovamente aumentato la sua intensità sul Ricardo Tormo di Valencia proprio in prossimità dell'inizio della seconda sessione di prove libere della MotoGP.

Proprio come stamattina, dunque, la Race Direction è stata obbligata ad esporre la bandiera rossa dopo pochi minuti, anche se questa volta c'è stato anche lo zampino di una caduta di Johann Zarco alla curva 12: la Yamaha del pilota francese ha perso alcune parti di carena proprio in traiettoria e la sessione è stata fermata per permettere ai commissari di recuperarle. Tuttavia, prima di rimandare tutti in pista si è anche atteso un pochino che le condizioni climatiche migliorassero.

In ogni caso, le condizioni pomeridiane non hanno permesso di migliorare i tempi di questa mattina, con i migliori che sono stati circa un paio di secondi più lenti rispetto alla prestazione firmata da Marc Marquez in FP1. Alla bandiera a scacchi, il più veloce è stato Danilo Petrucci, che ha confermato il suo ottimo feeling sul bagnato, girando in 1'41"318 con la sua Ducati Pramac. 

Leggi anche:

Stesso discorso che vale anche per Marquez, secondo a 407 millesimi con la sua Honda, ma soprattutto tra quelli che si sono dati più da fare in questo turno con oltre 20 giri all'attivo. Sotto al secondo di distacco poi c'è anche Valentino Rossi, che sembra aver fatto un passo verso i migliori con la sua Yamaha, anche se si ritrova comunque a 763 millesimi da "Petrux". 

La buona sessione degli italiani è confermata dal quarto tempo della Suzuki di Andrea Iannone, che ha aperto la schiera di quelli staccati oltre un secondo, precedendo i due fratelli Espargaro, con nell'ordine l'Aprilia di Aleix davanti alla KTM di Pol.

Per Aprilia e KTM è stato in generale un pomeriggio positivo, perché anche Scott Redding e Bradley Smith sono riusciti ad issarsi nella top 10, rispettivamente in ottava e nona posizione, alle spalle dell'altra Yamaha di Maverick Vinales. A completare il quadro delle prime dieci posizioni troviamo invece la seconda Suzuki di Alex Rins.

Nonostante una scivolata alla curva 12 ed una leggera commozione cerebrale rimediata nella caduta di stamattina, ha stupito Xavier Simeon, 11esimo con la sua Ducati Avintia, addirittura davanti alle due Desmosedici GP ufficiali di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, che invece si sono dovuti accontentare del 12esimo e del 15esimo tempo, con il maiorchino che non è ancora al top e si ritrova a quasi 2"5.

18esimo tempo invece per Franco Morbidelli, leggermente più lento del rivale nella corsa al titolo di Rookie of the Year: il malese Hafizh Syahrin ha infatti staccato il 14esimo crono. Dopo la caduta è rimasto attardato poi Zarco, solo 20esimo davanti alla Ducati di Michele Pirro. In coda poi c'è anche Dani Pedrosa, ma lo spagnolo della Honda ha completato appena 5 giri. Così come sono 3 quelli di Stefan Bradl, caduto anche lui alla curva 12. 

 
Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 14 1'41.318     142.304  
2 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 21 1'41.725 0.407 0.407 141.735  
3 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 16 1'42.081 0.763 0.356 141.240  
4 29 Italy Andrea Iannone Suzuki 14 1'42.365 1.047 0.284 140.848  
5 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 7 1'42.385 1.067 0.020 140.821  
6 44 Spain Pol Espargaro KTM 14 1'42.655 1.337 0.270 140.451  
7 25 Spain Maverick Viñales Yamaha 20 1'42.746 1.428 0.091 140.326  
8 45 United Kingdom Scott Redding Aprilia 18 1'42.857 1.539 0.111 140.175  
9 38 United Kingdom Bradley Smith KTM 17 1'43.009 1.691 0.152 139.968  
10 42 Spain Alex Rins Suzuki 20 1'43.051 1.733 0.042 139.911  
11 10 Belgium Xavier Simeon Ducati 5 1'43.113 1.795 0.062 139.827  
12 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 21 1'43.250 1.932 0.137 139.641  
13 43 Australia Jack Miller Ducati 5 1'43.409 2.091 0.159 139.426  
14 55 Malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 21 1'43.727 2.409 0.318 138.999  
15 99 Spain Jorge Lorenzo Ducati 13 1'43.798 2.480 0.071 138.904  
16 19 Spain Alvaro Bautista Ducati 17 1'43.844 2.526 0.046 138.842  
17 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 22 1'43.846 2.528 0.002 138.840  
18 21 Italy Franco Morbidelli Honda 19 1'43.854 2.536 0.008 138.829  
19 12 Switzerland Thomas Lüthi Honda 15 1'43.858 2.540 0.004 138.824  
20 5 France Johann Zarco Yamaha 8 1'44.261 2.943 0.403 138.287  
21 51 Italy Michele Pirro Ducati 14 1'44.681 3.363 0.420 137.732  
22 6 Germany Stefan Bradl Honda 3 1'44.732 3.414 0.051 137.665  
23 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 6 1'45.260 3.942 0.528 136.975  
24 26 Spain Daniel Pedrosa Honda 5 1'45.401 4.083 0.141 136.791  
25 81 Spain Jordi Torres Ducati 16 1'45.975 4.657 0.574 136.050
Articolo successivo
Ecco la entry list della MotoGP 2019: Vinales cambia numero e passa al 12

Articolo precedente

Ecco la entry list della MotoGP 2019: Vinales cambia numero e passa al 12

Articolo successivo

Joan Mir ha già provato la Suzuki MotoGP in gran segreto a Motegi

Joan Mir ha già provato la Suzuki MotoGP in gran segreto a Motegi
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Valencia
Sotto-evento Venerdì, prove libere
Location Valencia
Autore Matteo Nugnes