Valencia, Libere 1: Marquez svetta all'ultimo secondo

Valencia, Libere 1: Marquez svetta all'ultimo secondo

A tempo scaduto il pilota della Honda salta davanti a Lorenzo. Aleix Espargaro ottimo terzo, mentre Rossi è quinto

Gli occhi saranno anche puntati sul duello per il ruolo di vice-campione tra i due piloti della Yamaha, ma zitto zitto Marc Marquez ha fatto capire subito di avere intenzione di provare a migliorare il suo record di successi stagionali, portandolo a quota 13 e staccando anche la leggenda Mick Doohan.

Nella prima sessione di prove libere di Valencia il due volte iridato della classe regina ha piazzato la sua Honda RC213V davanti a tutti con una bella zampata arrivata proprio all'ultimo giro: "El Cabronsito" ha girato in 1'31"296, staccando di 193 millesimi la Yamaha di Jorge Lorenzo, che aveva comandato praticamente fino a tempo scaduto.

Ottimo terzo tempo per la Forward Yamaha di Aleix Espargaro: lo spagnolo ha montato la gomma morbida e si è issato a miglior pilota "Open", pagando appena 344 millesimi. Solamente 7 in meno rispetto a Dani Pedrosa, che però con l'altra Honda ha dimostrato di poter girare con una certa regolarità sul passo dell'1'31" alto. Non male per essere solo il primo turno.

Completa la top five Valentino Rossi, rimasto di poco sotto al mezzo secondo di ritardo con la seconda Yamaha. Il "Dottore" non ama particolarmente il tracciato spagnolo, ma sembra aver iniziato abbastanza bene il suo weekend, mettendo soprattutto quasi tre decimi tra la sua M1 ed il primo degli inseguitori, che è Bradley Smith.

Per ora sono un po' indietro le Ducati: la migliore è quella di Andrea Dovizioso, settimo a 775 millesimi, ma tutto sommato è interessante la prova della "Open" di Hector Barbera, che si è arrampicata fino all'ottava posizione. Top ten poi anche per la wild card Michele Pirro, decimo alle spalle di Pol Espargaro.

Per ora fatica abbastanza Andrea Iannone, ancora alle prese con il recupero dall'infortunio al braccio sinistro rimediato in Malesia, che lo aveva costretto a saltare la gara di Sepang: il ducatista è 15esimo, giusto davanti all'attesissima Suzuki di Randy De Puniet. Al debutto, la GSX-RR ha pagato un paio di secondi, ma il francese ha dovuto risolvere tanti piccoli problemini di messa a punto.

Questo però non è stato l'unico esordio della sessione, perché Hiroshi Aoyama è sceso in pista con la Honda RC213V-RS, ovvero la nuova "Open" che monta il motore dotato di valvole pneumatiche. I suoi tempi non sono stati particolarmente esaltanti, visto che è 20esimo, ma il miglioramento a livello di velocità di punta è stato evidente: la sua è praticamente identica a quella fatta registare da Alvaro Bautista con la Honda "Factory".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo , Aleix Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie