MotoGP, Valencia: Vinales si prende la pole, Marquez cade ma è quinto nonostante il dolore

condividi
commenti
MotoGP, Valencia: Vinales si prende la pole, Marquez cade ma è quinto nonostante il dolore
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
17 nov 2018, 14:25

Lo spagnolo della Yamaha, dopo aver affrontato il Q1, è riuscito ad imporsi per pochi centesimi su Alex Rins conquistando una pole che fa morale. Marquez cade, si infortuna alla spalla, ma torna in moto e segna il quinto tempo ad un decimo di ritardo.

Xavier Simeon, Avintia Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
Scott Redding, Aprilia Racing Team Gresini
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Jack Miller, Pramac Racing
Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team

E' un Maverick Vinales in uno stato di forma splendido quello visto in pista a Valencia. Il pilota della Yamaha, dopo aver passato il Q1 con il secondo tempo alle spalle di Andrea Iannone, è riuscito ad imporsi al termine di una sessione di  Qualifiche decisamente intensa centrando una pole strepitosa con il crono di 1'31''312.

Maverick ha piazzato la zampata decisiva nella parte finale della sessione e sembra aver ritrovato quella competitività mancata per buona parte della stagione.

Lo spagnolo, tuttavia, ha dovuto faticare non poco nell'avere la meglio di Alex Rins. Il pilota della Suzuki sta confermando una crescita notevole della moto giapponese in questo finale di campionato ed ha pagato un ritardo di appena 68 millesimi dal connazionale della Yamaha.       

Andrea Dovizioso è riuscito, nonostante la pista asciutta, a conquistare la prima fila con il terzo tempo. Il forlivese non è riuscito a mettere insieme il giro perfetto, accusando un gap di 80 millesimi dalla pole, ma è apparso ugualmente soddisfatto di quanto compiuto oggi dato che per la gara è prevista pioggia e partire davanti sarà fondamentale.

Leggi anche:

Chi è rimasto con l'amaro in bocca al termine del turno è Danilo Petrucci. Il pilota del team Pramac, splendido protagonista al venerdì col bagnato, ha estratto il massimo dalla propria Ducati ma si è dovuto accontentare del quarto tempo con il crono di 1'31''414.

Il vero protagonista delle Qualifiche è stato tuttavia Marc Marquez. Il campione del mondo ha rischiato di compromettere l'intero weekend quando, ad inizio del Q2, è stato protagonista di una scivolata che gli ha provocato la lussazione della spalla.

Marc non si è arreso al dolore e, una volta tornato ai box e ricevute le cure mediche, è salito daccapo in sella alla sua Honda ed ha iniziato a spingere come se nulla fosse.

Marquez ha fatto segnare un T1 da record in entrambi i tentativi, ma nei restanti settori della pista non è riuscito ad incidere a causa del dolore. Il quinto tempo, con un ritardo di soli 130 millesimi, è la dimostrazione della grande prova di forza dello spagnolo.

La seconda fila si è completata con il sesto riferimento firmato da un sorprendente Pol Espargaro su KTM, mentre Andrea Iannone non è riuscito ad imitare quanto compiuto da Rins e si è dovuto accontentare di aprire la terza fila con il settimo tempo ed un gap dalla pole di 317 millesimi.

Aleix Espargaro ha regalato all'Aprilia l'ottavo tempo di giornata ed ha preceduto sia Daniel Pedrosa, all'ultima qualifica della carriera, che Jack Miller.

L'australiano del team Pramac è stato protagonista di una caduta che ha influito negativamente sul risultato finale, ed identica sorte è toccata a Johann Zarco, scivolato nel finale quando aveva ormai nel mirino il tempo di Vinales.

Classifica Q2

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 25 Spain Maverick Viñales  Yamaha 8 1'31.312     157.898 313
2 42 Spain Alex Rins  Suzuki 9 1'31.380 0.068 0.068 157.780 312
3 4 Italy Andrea Dovizioso  Ducati 9 1'31.392 0.080 0.012 157.759 318
4 9 Italy Danilo Petrucci  Ducati 8 1'31.414 0.102 0.022 157.722 314
5 93 Spain Marc Márquez Alenta  Honda 5 1'31.442 0.130 0.028 157.673 315
6 44 Spain Pol Espargaro  KTM 8 1'31.577 0.265 0.135 157.441 315
7 29 Italy Andrea Iannone  Suzuki 9 1'31.629 0.317 0.052 157.351 311
8 41 Spain Aleix Espargaro  Aprilia 9 1'31.630 0.318 0.001 157.350 308
9 26 Spain Daniel Pedrosa  Honda 9 1'32.140 0.828 0.510 156.479 314
10 43 Australia Jack Miller  Ducati 6 1'32.145 0.833 0.005 156.470 311
11 5 France Johann Zarco  Yamaha 6 1'32.179 0.867 0.034 156.413 313
12 51 Italy Michele Pirro  Ducati 8 1'32.310 0.998 0.131 156.191 318

 

Sono tanti gli esclusi di lusso alla conclusione della Q1, ma non poteva essere diversamente, visto che sono tanti i big che si sono ritrovati a dover affrontare il primo segmento della qualifica. Ovviamente i due nomi che fanno più rumore sono quelli di Jorge Lorenzo e di Valentino Rossi. Il maiorchino inizierà la sua ultima gara in sella alla Ducati dal 13esimo posto in griglia, essendo stato beffato per appena 42 millesimi da Vinales, ma per assurdo sull'asciutto ha dato quasi la sensazione di essere più a posto che sul bagnato, dove in teoria mette meno sotto sforzo il polso infortunato.

Il "Dottore" addirittura non è riuscito a fare meglio del sesto tempo della Q1 e quindi aprirà la sesta fila, alle spalle anche delle due Honda satellite di Takaaki Nakagami e di Franco Morbidelli. Una bella mazzata per il pesasere, che ha chiuso ad oltre mezzo secondo dalla M1 gemella. E per lui si tratta della seconda peggior qualifica dell'anno.

Alle spalle di Valentino, bisogna segnalare poi il 19esimo posto in griglia di Alvaro Bautista, a sua volta arrivato alla sua ultima gara in MotoGP prima del passaggio in Superbike da pilota ufficiale Ducati. Al suo fianco, in settima fila, avrà Stefan Bradl, sostituto dell'infortunato Cal Crutchlow sulla Honda LCR. Anche Scott Redding poi avrebbe sicuramente sperato di fare meglio dell'ultimo posto sullo schieramento prima di salutare l'Aprilia.

Classifica Q1

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 29 Italy Andrea Iannone  Suzuki 9 1'31.382     157.777 313
2 25 Spain Maverick Viñales  Yamaha 9 1'31.858 0.476 0.476 156.959 314
3 99 Spain Jorge Lorenzo  Ducati 9 1'31.900 0.518 0.042 156.887 315
4 30 Japan Takaaki Nakagami  Honda 9 1'31.928 0.546 0.028 156.840 307
5 21 Italy Franco Morbidelli  Honda 9 1'32.385 1.003 0.457 156.064 308
6 46 Italy Valentino Rossi  Yamaha 9 1'32.452 1.070 0.067 155.951 311
7 12 Switzerland Thomas Lüthi  Honda 9 1'32.545 1.163 0.093 155.794 308
8 17 Czech Republic Karel Abraham  Ducati 8 1'32.547 1.165 0.002 155.791 313
9 19 Spain Alvaro Bautista  Ducati 9 1'32.568 1.186 0.021 155.755 314
10 6 Germany Stefan Bradl  Honda 9 1'32.708 1.326 0.140 155.520 319
11 55 Malaysia Hafizh Syahrin  Yamaha 9 1'32.749 1.367 0.041 155.451 312
12 38 United Kingdom Bradley Smith  KTM 7 1'33.011 1.629 0.262 155.013 309
13 81 Spain Jordi Torres  Ducati 8 1'34.427 3.045 1.416 152.689 311
14 45 United Kingdom Scott Redding  Aprilia 6 1'35.171 3.789 0.744 151.495 306

 

Articolo successivo
MotoGP, Valencia, Libere 4: Marquez stacca tutti sull'asciutto, Rossi in coda

Articolo precedente

MotoGP, Valencia, Libere 4: Marquez stacca tutti sull'asciutto, Rossi in coda

Articolo successivo

Iannone: "Potevo fare la pole, ma abbiamo sbagliato cambiando solo la gomma posteriore"

Iannone: "Potevo fare la pole, ma abbiamo sbagliato cambiando solo la gomma posteriore"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Valencia
Sotto-evento Sabato, qualifiche
Location Valencia
Autore Matteo Nugnes