Sepang, Day 3, Ore 15: Marquez scende sotto all'1'59"

Il compagno Pedrosa non ci è riuscito per 6 millesimi. Veloce anche Iannone, scivola Pol Espargaro

Sepang, Day 3, Ore 15: Marquez scende sotto all'1'59

Siamo arrivati ormai a tre ore dalla conclusione della terza giornata dei test collettivi di Sepang della MotoGp ed oggi il campione del mondo in carica Marc Marquez è stato il primo a centrare un obiettivo che per ora era stato mancato da tutti. Già a metà giornata, infatti, è stato capace di infrangere la barriera dell'1'59", segnando un 1'58"867 con la sua Honda RC213V ufficiale.

Ci è arrivato molto vicino anche il suo compagno di squadra Dani Pedrosa, ma lo spagnolo si è fermato a 139 millesimi, quindi 6 millesimi sopra a questa soglia. Continuano ad arrivare segnali incoraggianti anche dal box Ducati. Questa volta però è stato Andrea Iannone a portare la GP14.3 in alto, facendo segnare il terzo tempo in 1'59"388.

A seguire troviamo le due Yamaha M1 ufficiali, con Valentino Rossi che in questa terza giornata è riuscito a tornare davanti a Jorge Lorenzo. Entrambi però pagano oltre mezzo secondo e precedono l'altra M1 Tech 3 affidata a Pol Espargaro, che stamattina si è anche reso protagonista di una scivolata, fortunatamente senza particolari conseguenze.

L'ultimo sotto al muro dei due minuti è Andrea Dovizioso con l'altra Ducati GP14.3, mentre alle sue spalle la schiera di quelli rimasti sopra ai due primi è aperta da Stefan Bradl, migliore tra i piloti "Open" con la sua Forward Yamaha. Solo decima, dunque, la migliore delle Suzuki, che è quella di Aleix Espargaro: lo spagnolo è accreditato di un 2'00"486 che lo tiene a 1"6 di distacco.

Per ora va decisamente peggio alle Aprilia: Alvaro Bautista si ritrova in 21esima piazza, distanziato di oltre 3" da Marquez. E' addirittura notte fonda per Marco Melandri, che chiude il gruppo a quasi 5". Il ravennate sta faticando davvero tanto a ritrovare il feeling con la MotoGp ed è più lento anche della vecchia ART-Aprilia affidata ad Alex De Angelis.

Tornando più su nella classifica, bisogna segnalare che non se la sta cavando male Maverick Vinales, che riduce a mezzo secondo il ritardo sull'altra GSX-RR di Espargaro. Più in difficoltà l'altro rookie Jack Miller, 20esimo con la Honda "Open" del Team LCR. A cavallo della zona punti gli altri due italiani, ovvero i ducatisti Danilo Petrucci e Michele Pirro: il titolare del Team Pramac è 13esimo, mentre il collaudatore della Rossa è 16esimo.

MOTOGP, Sepang, 06/02/2014
Terza giornata di test collettivi (Ore 15)
1. Marc Marquez - Honda - 1'58"867 - 49 giri
2. Dani Pedroda - Honda - 1'59"006 - 41
3. Andrea Iannone - Ducati - 1'59"388 - 32
4. Valentino Rossi - Yamaha - 1'59"401 - 49
5. Jorge Lorenzo - Yamaha - 1'59"624 - 55
6. Pol Espargaro - Yamaha - 1'59"851 - 32
7. Andrea Dovizioso - Ducati - 1'59"874 - 33
8. Stefan Bradl - Yamaha "Open" - 2'00"294 - 30
9. Bradley Smith - Yamaha - 2'00"384 - 33
10. Aleix Espargaro - Suzuki - 2'00"486 - 27
11. Cal Crutchlow - Honda - 2'00"536 - 46
12. Maverick Vinales - Suzuki - 2'00"964 - 42
13. Danilo Petrucci - Ducati - 2'00"970 - 31
14. Hiroshi Aoyama - Honda - 2'01"029 - 46
15. Hector Barbera - Ducati "Open" - 2'01"183 - 35
16. Michele Pirro - Ducati - 2'01"232 - 40
17. Scott Redding - Honda - 2'01"302 - 34
18. Nicky Hayden - Honda "Open" - 2'01"508 - 33
19. Loris Baz - Yamaha "Open" - 2'01"624 - 24
20. Jack Miller - Honda "Open" - 2'01"895 - 34
21. Alvaro Bautista - Aprilia - 2'01"954 - 35
22. Karel Abraham - Honda "Open" - 2'02"297 - 30
23. Katsuyuki Nakasuga - Yamaha - 2'02"363 - 22
24. Eugene Laverty - Honda "Open" - 2'02"507 - 36
25. Mike Di Meglio - Ducati "Open" - 2'02"574 - 23
26. Takumi Takahashi - Honda - 2'03"113 - 46
27. Alex De Angelis - ART-Aprilia "Open" - 2'03"471 - 32
28. Marco Melandri - Aprilia - 2'03"748 - 34

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Iannone
Articolo di tipo Ultime notizie