Problemi con la gomma anteriore per Crutchlow

Problemi con la gomma anteriore per Crutchlow

Il ducatista ha dovuto interrompere la simulazione di gara dopo 18 giri perchè era distrutta

L'obiettivo della Bridgestone per i test di Phillip Island era soprattutto di trovare una soluzione per la gomma posteriore in grado di coprire la distanza di gara sul tracciato australiano, dopo le grandi difficoltà dello scorso anno. La cosa curiosa è che l'azienda giapponese sembra essere riuscita perfettamente nel suo scopo, anche se oggi Cal Crutchlow è stato costretto ad abbandonare la sua simulazione di gara per un problema con la gomma anteriore, che si è completamente distrutta dopo appena 18 giri (il Gp ne dura 27) "Oggi ci dovevamo concentrare sui long run. Dovevamo fare una simulazione di gare e l'avevamo pianificata per il pomeriggio, ma ci siamo dovuti fermare dopo appena 18 giri, perchè la gomma anteriore era letteralmente a pezzi. Questo è stato molto deludente, perchè stavamo facendo dei tempi interessanti, ma non aveva senso prendere dei rischi" ha detto il pilota della Ducati. Come già sottolineato anche dai responsabili della Bridgestone, per il posteriore invece ci sono indicazioni positive: "Per quanto riguarda la gomma posteriore, nonostante io preferissi l'altra, si è comportata bene per tutte le 18 tornate. Io continuo a preferire l'altra, ma è stata costante".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Cal Crutchlow
Articolo di tipo Ultime notizie