Phillip Island, Day 2: Lorenzo si conferma al top

condividi
commenti
Phillip Island, Day 2: Lorenzo si conferma al top
Di: Matteo Nugnes
04 mar 2014, 08:12

Oggi i run sono stati allungati fino a 14 giri, mentre le simulazioni di gara sono state rinviate a domani

Niente "time attack", simulazioni di gara rimandate a domani, ma lunghezza dei run portata fino a 14 giri. E' questo il programma che la Bridgestone ha stilato per la seconda giornata dei test di Phillip Island, che ha visto nuovamente Jorge Lorenzo mettere tutti in fila, in una classifica che con queste richieste poteva solo essere cortissima. Il pilota della Yamaha si è migliorato di qualche decimo rispetto a ieri, scendendo fino a 1'29"133 ed utilizzando anche una nuova carena sperimentale sulla sua M1: si tratta di una versione più piccola, ma dotata di una presa d'aria più grande, che si poteva notare facilmente essendo color carbonio. Alle sue spalle si è portato in seconda piazza Dani Pedrosa, staccato di poco più di un paio di decimi con la sua Honda RC213V e pochi millesimi più veloce rispetto alla Ducati GP14 di Andrea Dovizioso. Il gruppo, tutto racchiso nello spazio di poco meno di mezzo secondo, si completa poi con l'altra M1 ufficiale di Valentino Rossi (+0"383) e con la Ducati di Cal Crutchlow (+0"527). Da segnalare anche che la temperatura oggi è stata particolarmente alta, quindi la Bridgestone ha potuto raccogliere molti dati importanti per quanto riguarda la durata dei suoi prodotti, visto che quando si tornerà qui per la gara il prossimo ottobre non ci sarà tanto caldo. Dunque, i run di 14 giri completati oggi sono già un ottimo risultato per evitare il ripetersi dei guai incontrati un anno fa, quando gli pneumatici non hanno garantito la distanza di gara, imponendo un cambio moto obbligatorio. Domani poi, pioggia permettendo, si passerà alle simulazioni di gara vere e proprie. Infine, non può non essere citata una bandiera rossa davvero insolita: poco dopo le ore 12, i commissari hanno dovuto liberare la pista dall'arrivo di alcune foche! In precedenza ne aveva causata un'altra il pilota di Moto2 Nico Terol, caduto senza particolari conseguenze all'MG Hairpin. MOTOGP, Phillip Island, 04/03/2014 Seconda giornata di test Bridgestone 1. Jorge Lorenzo - Yamaha - 1'29"133 - 42 giri 2. Dani Pedrosa - Honda - 1'29"381 - 58 3. Andrea Dovizioso - Ducati - 1'29"387 - 53 4. Valentino Rossi - Yamaha - 1'29"516 - 75 5. Cal Crutchlow - Ducati - 1'29"660 - 59
Articolo successivo
Crutchlow: "Ho rischiato di cadere 12 volte in 5 giri!"

Articolo precedente

Crutchlow: "Ho rischiato di cadere 12 volte in 5 giri!"

Articolo successivo

Pedrosa: "Gli esperimenti sembrano procedere bene"

Pedrosa: "Gli esperimenti sembrano procedere bene"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo Acquista adesso
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie