MotoGP, Stiria, Libere 3: Suzuki al top con Mir, Rossi in Q1

Grande prestazione per il pilota della Suzuki, che è con Dovizioso e Pol Espargaro tra quelli con il passo migliore. Risale Quartararo, ma Rossi resta fuori.

MotoGP, Stiria, Libere 3: Suzuki al top con Mir, Rossi in Q1

La natura del Red Bull Ring ci ha regalato un terzo turno di prove libere del Gran Premio di Stiria che è stato un vero e proprio antipasto di qualifica, nella quale il time attack finale è stato decisivo per designare i dieci piloti che hanno accesso diretto alla Q2. E quando sia stata serrata la battaglia lo dice il distacco del primo escluso, Brad Binder, che si ritrova 11esimo a 342 millesimi.

Questa mattina però è stato Joan Mir a dimostrare perché tutti ieri parlavano della Suzuki come forse del compromesso ideale per essere veloci sul tracciato austriaco: il giovane spagnolo, reduce dal suo primo podio in MotoGP, ha girato in 1'23"456, precedendo di 151 millesimi Fabio Quartararo.

Il leader del Mondiale, dunque, sembra essersi messo alle spalle le grandi difficoltà che avevano caratterizzato il suo venerdì ed è parso molto più deciso in sella alla sua Yamaha Petronas, quindi sarà certamente uno dei contendenti alla pole position.

Terzo tempo in condivisione per la Honda di Takaaki Nakagami e la Ducati di Andrea Dovizioso, che hanno fatto segnare lo stesso tempo al millesimo, pagando 154 millesimi dalla vetta. Questo disegna quindi una top 4 in cui sono presenti quattro costruttori differenti.

Che diventano addirittura cinque nelle prime sei posizioni se si scorre fino alla KTM di Pol Espargaro, che è alle spalle anche della Yamaha di Maverick Vinales. Il portacolori della Casa austriaca paga 204 millesimi, ma a livello di passo ancora una volta è stato uno di quelli messi meglio, insieme a Mir e Dovizioso.

Settimo tempo per l'altra KTM di Miguel Oliveira, ma dentro c'è anche l'altra Yamaha Petronas di Franco Morbidelli, nonostante il pilota italiano si sia visto cancellare il suo giro migliore per essere andato oltre i limiti della pista all'uscita dell'ultima curva.

Il quadro dei dieci che hanno accesso diretto alla Q2 si completa con la Suzuki di Alex Rins e con la Ducati Pramac di Jack Miller. L'australiano ha rischiato di restare fuori a causa di una scivolata alla curva 6, avvenuta quando aveva fatto segnare due "caschi rossi" al T1 e al T2.

Detto dell'11esimo tempo di Binder, merita un applauso il 12esimo di Johann Zarco. Il francese è tornato in sella a soli tre giorni dall'operazione allo scafoide destro ed ha mancato l'accesso alla Q2 per soli 84 millesimi. Poco male comunque per lui, visto che domani dovrà scattare dalla pitlane essendo stato dichiarato colpevole dell'incidente della scorsa settimana con Morbidelli.

La delusione di questa FP3 è rappresentata quindi da Danilo Petrucci e Valentino Rossi, rispettivamente 13esimo e 15esimo, che quindi si dovranno sfidare in Q1. Il ducatista continua ad avere grandi difficoltà a fermare la sua moto in frenata, mentre il "Dottore" ha pagato a caro prezzo un errore in staccata alla curva 9 nel suo giro migliore.

Non è stata una sessione brillante neppure per le Aprilia, con Bradley Smith che ha piazzato la RS-GP in 17esima posizione ed Aleix Espargaro che si è dovuto accontentare addirittura della 19esima piazza. Tra di loro c'è poi Michele Pirro, che quindi dovrà a sua volta passare dalla Q1 con la Ducati del Pramac Racing.

Ancora una mattinata no, infine, per Alex Marquez, protagonista di una scivolata ad alta velocità alla curva 9 dalla quale fortunatamente si è rialzato senza conseguenze, ma non senza ritrovarsi rilegato in penultima posizione.

Guarda il Gran Premio BMW M di Stiria live su DAZN. Attiva ora

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 24 1'23.456 186.263
2 France Fabio Quartararo
Yamaha 22 1'23.607 0.151 0.151 185.927
3 Japan Takaaki Nakagami
Honda 21 1'23.610 0.154 0.003 185.920
4 Italy Andrea Dovizioso
Ducati 22 1'23.610 0.154 0.000 185.920
5 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 25 1'23.617 0.161 0.007 185.904
6 Spain Pol Espargaró Villà
KTM 24 1'23.660 0.204 0.043 185.809
7 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 24 1'23.725 0.269 0.065 185.664
8 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 24 1'23.727 0.271 0.002 185.660
9 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 22 1'23.754 0.298 0.027 185.600
10 Australia Jack Peter Miller
Ducati 20 1'23.795 0.339 0.041 185.509
11 South Africa Brad Binder
KTM 23 1'23.798 0.342 0.003 185.503
12 France Johann Zarco
Ducati 13 1'23.879 0.423 0.081 185.324
13 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 21 1'23.881 0.425 0.002 185.319
14 Spain Iker Lecuona
KTM 22 1'23.889 0.433 0.008 185.302
15 Italy Valentino Rossi
Yamaha 27 1'23.950 0.494 0.061 185.167
16 United Kingdom Cal Crutchlow
Honda 22 1'24.126 0.670 0.176 184.779
17 United Kingdom Bradley Smith
Aprilia 21 1'24.136 0.680 0.010 184.758
18 Italy Michele Pirro
Ducati 19 1'24.296 0.840 0.160 184.407
19 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 20 1'24.423 0.967 0.127 184.129
20 Germany Stefan Bradl
Honda 25 1'24.617 1.161 0.194 183.707
21 Spain Alex Marquez
Honda 20 1'24.742 1.286 0.125 183.436
22 Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 24 1'25.047 1.591 0.305 182.778
condividi
commenti
Zarco: "Bisognerebbe avere uomini veri per decidere"
Articolo precedente

Zarco: "Bisognerebbe avere uomini veri per decidere"

Articolo successivo

LIVE MotoGP, GP di Stiria: Libere 4 e Qualifiche

LIVE MotoGP, GP di Stiria: Libere 4 e Qualifiche
Carica i commenti