Bradl vola da uno specialista per i problemi al braccio

Bradl vola da uno specialista per i problemi al braccio

Nel weekend, ma anche nei test di ieri, ha accusato una sorta di "arm pump" che lo ha frenato

Stefan Bradl è tornato in pista ieri a Jerez per un giorno di test dopo la gara di ieri che ha visto il tedesco concludere con un 10° posto dopo un inaspettato dolore all’avambraccio destro. Bradl ha completato 70 giri segnando il sesto tempo (1'39"713) lavorando sulle sospensioni, sula geometria del telaio e sull’elettronica per migliorare principalmente l’entrata in curva della sua RC213V. Dopo un intensa giornata il tedesco ha lasciato la Spgna per rientrare prontamente in Germania e vedere uno specialista per verificare le sue condizioni fisiche. Stefan Bradl: "E' stata una giornata di test davvero intensa per noi. Abbiamo lavorato su molti aspetti, continuando anche quello sulle geometrie del telaio che avevamo iniziato nel weekend di gara. Le modifiche ci hanno permesso di girare con un buon passo e poi ci siamo dedicati all’elettronica su due aspetti: la mappatura del motore per controllare l’erogazione della potenza e sul carburante per ridurre i consumi il più possibile. Il braccio mi ha dato un po’ fastidio, ma ho voluto finire il lavoro che ci eravamo prefissati. Domani vedrò uno specialista in Germania per valutare attentamente le mie condizioni e spero di avere un’idea più chiara del problema".
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Stefan Bradl
Articolo di tipo Ultime notizie