Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera

MotoGP | Shakedown Sepang: Pirro e Ducati sotto i 2 minuti nel Day 3

Con il sole che finalmente splende sul tracciato malese, il collaudatore della Rossa realizza i due migliori riferimenti di giornata ed è l'unico ad infrangere la barriera dei due minuti. Crutchlow stavolta incassa mezzo secondo, con Quartararo spettatore interessato nel box Yamaha. Augusto Fernandez è ancora terzo ed accumula esperienza, mentre Pedrosa porta al debutto la nuova aerodinamica KTM. Attivissima la Honda, con Bradl che completa ben 76 giri.

Michele Pirro. Ducati Team

Foto di: Dorna

Dopo due giornate nelle quali la pioggia ha fatto da terzo incomodo, i test team della MotoGP hanno finalmente potuto sfruttare al meglio quella conclusiva dello Shakedown di Sepang, con il sole a splendere sul circuito malese per l'intera durata della sessione. Non c'è da stupirsi, dunque, se i tempi sono andati giù in maniera piuttosto vertiginosa rispetto ai giorni scorsi, rimanendo comunque ancora lontani dalla pole position record fatta segnare da Jorge Martin nella passata stagione in 1'57"790.

Dopo essersi un po' nascosta nei giorni scorsi ed essere stata forse anche quella che ha messo meno carne al fuoco fin qui, la Ducati ha ricordato a tutti di essere la moto da battere. Basta pensare che è andata ad occupare le prime due posizioni, pur avendo mandato in pista il solo Michele Pirro. Il motivo è semplice: il pilota pugliese montava due transponder diversi sulle moto che ha utilizzato oggi, ed ha ottenuto così i due riscontri migliori. Il più interessante però è senza dubbio il suo 1'59"803, visto che si tratta dell'unico riferimento al di sotto dei due minuti dell'intera tre giorni.

Alle spalle del collaudatore Rosso si è confermato Cal Crutchlow su una Yamaha che ha già cambiato pelle in maniera abbastanza evidente rispetto al 2022, sia per quanto riguarda le forme aerodinamiche che il forcellone. E qualcosina si è visto anche in termini di velocità di punta, cosa che avrà fatto sorridere il vice-campione del mondo Fabio Quartararo, oggi già presente al box per osservare i lavori da vicino. Tornando a Crutchlow, il britannico oggi ha firmato un 2'00"353 che lo pone a 550 millesimi da Pirro.

A seguire troviamo Augusto Fernandez, che ha portato avanti il suo lavoro di apprendistato con la categoria sulla KTM RC16 marchiata GasGas del team Tech3. Il campione del mondo della Moto2 ha messo insieme altri 47 giri anche oggi, completando quindi oltre due Gran Premi su un circuito fisico come quello di Sepang. Il suo best è stato un 2'00"482, poco distante quindi da Crutchlow che lo precede.

 

La top 5 (anche se al netto del doppio Pirro sarebbe quarto) si completa con il collaudatore dell'Aprilia Lorenzo Savadori, autore di un 2'00"723, che in questi tre giorni ha provato diverse succose novità aerodinamiche, ma ha anche deliberato le RS-GP di Aleix Espargaro (pure lui presente ai box) e Maverick Vinales in vista dei test ufficiali. La riprova è che ha guidato la bellezza di sei moto differenti.

Sesto tempo per Stefan Bradl, con una Honda che sembra aver badato più alla sostanza che alle prestazioni. Il tedesco ha messo insieme addirittura 76 giri, segno che c'erano tante cose da provare e che non si vuole lasciare nulla al caso in vista dell'arrivo di un Marc Marquez finalmente recuperato al 100% dai problemi al suo braccio, ma anche di quelli di Joan Mir e di Alex Rins, che saranno sicuramente due rinforzi preziosi per lo sviluppo.

Più difficile da decifrare la KTM, che continua a mostrare solamente i tempi del nuovo arrivato in famiglia, il tedesco Jonas Folger, accreditato di un alto 2'03"623 che lo tiene lontanissimo dai migliori. Anche oggi, infatti, Dani Pedrosa ha girato senza montare il transponder sulla sua RC16. Tuttavia, non è passata inosservata la veste aerodinamica inedita che ha testato lo spagnolo, un'evoluzione di quella con il gradino che era già stata valutata nei test di novembra a Valencia.

Leggi anche:

MotoGP | Shakedown Sepang: i tempi dell'ultima giornata

Pos Pilota Team Tempo/Gap Giri
1 Michele Pirro Ducati Test Team 1'59"803 23
2 Michele Pirro Ducati Test Team +0"315 28
3 Yamaha moto T3 Yamaha Test Team +0"550 54
4 Augusto Fernandez GasGas Tech3 (KTM) +0"679 19
5 Lorenzo Savadori Aprilia Test Team +0"920 63
6 Stefan Bradl Honda Test Team +1"326 75
7 Augusto Fernandez GasGas Tech3 (KTM) +1"336 28
8 Yamaha moto T1 Yamaha Test Team +1"445 12
9 Lorenzo Savadori Aprilia Test Team +2"015 3
10 Yamaha moto T2 Yamaha Test Team +2"308 43
11 Jonas Folger KTM Test Team +3"820 10
 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Pirro: "Ducati non ha mostrato tutto, altrimenti ci copiano"
Articolo successivo MotoGP | KTM: sotto alla carena si simula un canale Venturi?

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera