Capirossi: "Se hai talento, lo sfrutti in ogni classe"

condividi
commenti
Capirossi:
Redazione
Di: Redazione
13 gen 2015, 15:41

Questa è la visione di Loris riguardo all'avvento di giovani come Miller e Vinales in MotoGp

Capirossi:

In Formula 1 si parla molto dei vincoli che la FIA ha introdotto recentemente per il conseguimento della Superlicenze. Paletti introdotti per evitare l'ascesa troppo rapida di altri giovani come Max Verstappen, che quest'anno farà il suo esordio nel Circus dopo appena un anno in monoposto.

Nella MotoGp invece la musica sembra essere diversa. Pure la classe regina delle due ruote avrà il suo "enfant prodige" in Jack Miller, che arriva direttamente dalla Moto3, ma nell'ambiente c'è meno titubanza nei suoi confronti. Per esempio, Loris Capirossi sembra convinto che un pilota che ha talento, ha diritto di esprimerlo in tutte le categorie.

"Sicuramente il passo che sta per compiere è di quelli importanti. Parlando anche direttamente con lui, l’ho trovato mentalmente pronto e determinato: ha un carattere forte e penso davvero potrá crescere molto. Del resto, quando un pilota ha del talento, è in grado di sfruttarlo in tutte le categorie" ha detto il membro della Safety Commission in un'intervista rilasciata a MotoGp.com.

"Capirex" però ha trattato tanti argomenti, perché Miller non sarà l'unica novità rilevante nel 2015. In rampa di lancio ci sono anche la Suzuki e l'Aprilia, che portano a cinque il numero dei costruttori impegnati in forma ufficiale.

"Innanzitutto siamo tutti molto felici del rientro di Suzuki e Aprilia in MotoGp, perchè porta molto interesse al nostro Campionato. Sul piano della competitivitá, nei test di Valencia la casa giapponese ha evidenziato miglioramenti, ma entrambe dovranno lavorare parecchio per arrivare poi nel 2016 a giocarsela con gli altri top team" ha detto.

La novità più importante però arriverà nel 2016, con il passaggio dalle gomme Bridgestone alle gomme Michelin. Un cambiamento che secondo Capirossi, come aveva già ipotizzato anche Jeremy Burgess, avrà un peso maggiore rispetto all'introduzione dell'elettronica unica per tutti.

"Quest’anno si continuerá a lavorare con Bridgestone, come sempre fatto nel corso delle ultime stagioni, ma procederemo di pari passo con Michelin: hanno giá fatto dei test l’anno scorso e continueranno lungo tutto l’arco del 2015 per trovarsi così giá pronti per il primo test di Valencia alla fine di questa stagione. In effetti il 2016 sará l’anno dei cambiamenti; personalmente credo che per i piloti sará piú difficile adattarsi ai nuovi pnematici che alla centralina unica. Sará senza alcun dubbio un cambiamento epocale, ma saranno tutti sullo stesso piano e di conseguenza per il Campionato sará un aspetto positivo".

Infine, non poteva mancare un approfondimento sui temi legati alla sicurezza: "Noi, come Safety Commission, continuiamo a lavorare, non ci fermiamo mai: siamo tutt’ora impegnati su tutti i circuiti per rimuovere il piú possibile l’erba artificiale, che quest’anno è stata un pó un problema. Stiamo peró proseguendo nella giusta direzione". E presto potrebbe diventare obbligatorio anche l'airbag: "Stiamo valutando di inserirlo all’interno del regolamento molto presto; non credo peró riusciremo per il 2016...".

Prossimo articolo MotoGP
Stoner continua come collaudatore Honda nel 2015

Previous article

Stoner continua come collaudatore Honda nel 2015

Next article

Ufficiale: Guido Meda voce della MotoGp su Sky

Ufficiale: Guido Meda voce della MotoGp su Sky

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Loris Capirossi
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie