Sachsenring, Libere 2: Aleix Espargaro ancora al top

Sachsenring, Libere 2: Aleix Espargaro ancora al top

Il pilota del Forward Racing si migliora con nella sua scia Marquez e Lorenzo. Indietro Pedrosa e Valentino

Aleix Espargaro si candida al ruolo di favorito per la pole position del Gp di Germania di MotoGp. Dopo aver provato il nuovo telaio realizzato dal Forward Racing, il pilota spagnolo è tornato sulla sua Yamaha M1 "Open" e all'ultimo giro del secondo turno di prove libere, montando le gomme soft, ha sfoderato il miglior giro assoluto dell'intero weekend del Sachsenring in 1'22"041.

Il più vecchio dei due fratelli Espargaro, dunque, non si è preoccupato troppo per le gocce di pioggia cadute ad una ventina di minuti dalla bandiera a scacchi e in questo modo ha distanziato di 117 millesimi la Honda di Marc Marquez, che quindi sembra essersi messo alle spalle senza particolari problemi la caduta di questa mattina.

Terzo tempo per Jorge Lorenzo, che sembra essere tornato abbastanza in palla dopo la gara deludente di Assen: il maiorchino ha girato con un passo piuttosto regolare, chiudendo a poco più di tre decimi dalla vetta ed infilando la sua Yamaha davanti di pochissimo rispetto alle due Honda di Stefan Bradl ed Alvaro Bautista, che a loro volta completano la top five a meno di quattro decimi.

Rispetto a stamani hanno fatto un bel passo avanti anche le due Ducati di Andrea Iannone ed Andrea Dovizioso, che si sono portati rispettivamente in sesta ed ottava posizione (tra di loro c'è anche la Yamaha di Pol Espargaro), riducendo a solo mezzo secondo il loro gap dalla vetta: non male su una pista che era stata sempre indigesta alle Desmosedici.

I protagonisti mancati di questo secondo turno sono stati quindi Dani Pedrosa e Valentino Rossi, ma entrambi hanno una spiegazione più che valida: lo spagnolo della Honda si è reso protagonista di una brutta caduta nei primi minuti del turno alla staccata della penultima curva, fortunatamente senza conseguenze per il fisico. Non si può dire la stessa cosa per la sua RC213V, che è andata letteralmente distrutta.

Il "Dottore" invece ha continuato a lavorare con la gomma usata anche nel finale, ritenendo di essere abbastanza a posto in ottica qualifica e concentrandosi sulla gara. Per lui è importante comunque essere rimasto all'interno della top ten cumulativa, visto che qui in Germania le previsioni meteo cambiano repentinamente e quindi è meglio non rischiare di dover fare i conti con la pioggia.

Gli esclusi illustri dalla top ten provvisoria sono quinti Bradley Smith e Cal Crutchlow, che comunque pagano appena un gap di sette decimi in una classifica davvero cortissima. Un bravo poi se lo merita Michael Laverty, 14esimo a meno di un secondo con la sua PBM-Aprilia nonostante una scivolata.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo , Aleix Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie