MotoGP
G
GP del Qatar
05 mar
-
08 mar
FP1 in
12 giorni
G
GP delle Americhe
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
39 giorni
G
GP d'Argentina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
53 giorni
G
GP di Spagna
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
67 giorni
G
GP di Francia
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
81 giorni
G
GP d'Italia
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
95 giorni
G
GP della Catalogna
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP di Germania
18 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
116 giorni
G
GP d'Olanda
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
123 giorni
G
GP di Finlandia
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
137 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
165 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
172 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
186 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
200 giorni
G
GP di Aragon
01 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
221 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
235 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
249 giorni
G
GP di Valencia
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
263 giorni

MotoGP, Sachsenring, Libere 1: Quartararo beffa Marquez, terzo c'è Rossi

condividi
commenti
MotoGP, Sachsenring, Libere 1: Quartararo beffa Marquez, terzo c'è Rossi
Di:
5 lug 2019, 08:56

Il pilota della Yamaha Petronas parte forte anche in Germania e stacca di 74 millesimi il "padrone di casa" Marquez. Valentino prende mezzo secondo, ma è il primo degli inseguitori davanti a Rins e Vinales. Sesto tempo per Dovizioso, che però paga quasi nove decimi.

Fabio Quartararo sembra davvero intenzionato a diventare una spina nel fianco di Marc Marquez. Il rookie francese continua ad essere la rivelazione di questa prima parte di stagione della MotoGP e stamattina si è preso la soddisfazione di iniziare davanti a tutti anche il weekend del GP di Germania.

E non è banale, perché parliamo di una pista su cui Marquez normalmente fa una bella differenza sugli inseguitori, se si considera che vince sempre dal 2010. Non a caso, il pilota della Honda ha avuto un margine di mezzo secondo sugli inseguitori fino all'ultimo minuto, quando il pilota della Yamaha Petronas gli è saltato davanti di 74 millesimi in 1'21"390.

Il leader iridato comunque sembra aver già lavorato parecchio anche in funzione gara, perché nel finale ha girato piuttosto a lungo con la gomma dura sull'anteriore. All'ultimo giro invece Quartararo si è regalato un bel brivido, finendo molto lungo nella ghiaia della curva 8 e arrivando a sfiorare le barriere.

Rispetto alle ultime uscite è stato particolarmente buono l'inizio del weekend di Valentino Rossi: il "Dottore" è riuscito a staccare il terzo tempo in 1'21"964 e sul tracciato tedesco sembra essere riuscito subito a trovare un buon feeling con la sua Yamaha, anche perché la moto gemella di Maverick Vinales è in quinta posizione, poco meno di tre decimi più indietro.

Leggi anche:

Tra le due M1 ufficiali c'è la Suzuki di Alex Rins, parso subito a suo agio sul saliscendi tedesco. Lo spagnolo deve riscattare il ritiro di Assen, maturato quando si trovava al comando della gara e bisogna dire che è partito forte, anche se paga circa mezzo secondo.

Solo sesta la prima delle Ducati, che è quella di Andrea Dovizioso, con il forlivese che paga poco meno di nove decimi e precede l'altra Desmosedici GP, ma con i colori Pramac, di Jack Miller, ultimo ad essere sotto al secondo di distacco.

Fresco di rinnovo, Danilo Petrucci invece non è riuscito a fare meglio della 15esima prestazione in questa FP1, anche se va detto che il suo ritardo da Dovizioso è di meno di tre decimi e che le prestazioni sono tutte piuttosto ravvicinate alle spalle del tandem di testa.

Positivo invece l'inizio di weekend di Andrea Iannone: sfruttando la scia di Marquez, il pilota di Vasto ha infilato la sua Aprilia in ottava posizione, quindi al momento avrebbe accesso diretto alla Q2. Stesso discorso che vale anche per le due Honda LCR di Takaaki Nakagami e Cal Crutchlow.

Un segnale positivo per entrambi, che arrivavano qui non al top della forma: il giapponese per la botta alla caviglia presa nell'incidente con Rossi ad Assen, mentre il britannico si è infortunato al ginocchio ed alla tibia destra allenandosi in bicicletta nei giorni scorsi.

Subito fuori dalla top 10 c'è la migliore delle KTM, che ancora una volta è stata quella di Pol Espargaro, ancora acciaccato ad un polso dopo l'incidente dei test di Barcellona. Così come suo fratello Aleix, 14esimo alle spalle anche di Karel Abraham e di Franco Morbidelli, non è ancora al top alla gamba sinistra, infortunata proprio nella gara di casa.

Inizio in salita per Pecco Bagnaia, solo 18esimo ed autore anche di una scivolata alla curva 8 dopo aver tagliato un po' troppo sul cordolo in ingresso. Subito davanti a lui ci sono la KTM di Johann Zarco ed anche Stefan Bradl, chiamato a sostituire l'infortunato Jorge Lorenzo sulla Honda ufficiale. Molto attardato anche Joan Mir, addirittura 20esimo a 1"4 con la seconda Suzuki.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 France Fabio Quartararo Yamaha 22 1'21.390     162.373
2 Spain Marc Márquez Alenta Honda 24 1'21.464 0.074 0.074 162.226
3 Italy Valentino Rossi Yamaha 24 1'21.964 0.574 0.500 161.236
4 Spain Alex Rins Suzuki 25 1'21.967 0.577 0.003 161.230
5 Spain Maverick Viñales Yamaha 24 1'22.251 0.861 0.284 160.674
6 Italy Andrea Dovizioso Ducati 18 1'22.282 0.892 0.031 160.613
7 Australia Jack Miller Ducati 23 1'22.365 0.975 0.083 160.451
8 Italy Andrea Iannone Aprilia 22 1'22.397 1.007 0.032 160.389
9 Japan Takaaki Nakagami Honda 20 1'22.415 1.025 0.018 160.354
10 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 20 1'22.439 1.049 0.024 160.307
11 Spain Pol Espargaro KTM 20 1'22.458 1.068 0.019 160.270
12 Czech Republic Karel Abraham Ducati 22 1'22.487 1.097 0.029 160.214
13 Italy Franco Morbidelli Yamaha 27 1'22.512 1.122 0.025 160.165
14 Spain Aleix Espargaro Aprilia 20 1'22.543 1.153 0.031 160.105
15 Italy Danilo Petrucci Ducati 22 1'22.566 1.176 0.023 160.061
16 France Johann Zarco KTM 23 1'22.705 1.315 0.139 159.792
17 Germany Stefan Bradl Honda 24 1'22.729 1.339 0.024 159.745
18 Italy Francesco Bagnaia Ducati 16 1'22.729 1.339 0.000 159.745
19 Portugal Miguel Oliveira KTM 24 1'22.762 1.372 0.033 159.681
20 Spain Joan Mir Suzuki 25 1'22.856 1.466 0.094 159.500
21 Spain Tito Rabat Ducati 29 1'22.898 1.508 0.042 159.420
22 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 22 1'23.957 2.567 1.059 157.409
Articolo successivo
LIVE MotoGP: GP di Germania, Prove Libere 1

Articolo precedente

LIVE MotoGP: GP di Germania, Prove Libere 1

Articolo successivo

Fabio Quartararo: "Mi ispiro a Lorenzo, e spero di mettere in crisi Marquez..."

Fabio Quartararo: "Mi ispiro a Lorenzo, e spero di mettere in crisi Marquez..."
Carica i commenti