Albesiano: "Un anno per accumulare esperienza"

L'Aprilia RS-GP è una moto che deve crescere, ma c'è il sogno della top ten nella seconda metà del 2015

Albesiano:

L'Aprilia sarebbe dovuta tornare sulla scena della MotoGp solamente nel 2016, ma ha deciso di bruciare le tappe. L'idea di fondo della Casa di Noale è semplice: un anno di esperienza nel Mondiale vale molto più di un anno passato a fare dei test. Questo 2015 con la RS-GP sarà quindi un anno di apprendistato, anche se Romano Albesiano, grande capo di Aprilia Racing, non nasconde che spera anche di portare a casa qualche risultato nella seconda parte del campionato.

"La RS-GP è l’evoluzione dell'esperienza vincente in Superbike e della partecipazione alla categoria CRT, che adesso è arrivata al top. Siamo partiti presto con un progetto ambizioso. Per capire bisogna distinguere tra tattica e strategia; il futuro di Aprilia va verso la MotoGp. È un percorso lungo complesso e faticoso. Partire subito ci sta permettendo di accorciare i tempi di arrivo alla prestazione che ci prefiggiamo" ha detto Albesiano in occasione della presentazione dei programmi sportivi di oggi.

"Si impara quando si hanno i problemi, noi ne stiamo avendo molti, come è normale che sia, e stiamo imparando moltissimo. Sono estremamente soddisfatto della scelta perché un anno di test alternativo alla nostra partecipazione non ci avrebbe insegnato tanto. Quest’anno quello che vogliamo quindi è accumulare esperienza, senza nascondere che anche noi ci prefissiamo obiettivi sportivi. Sarei soddisfatto se nella seconda parte del campionato potessimo regolarmente lottare per stare intorno alla decima posizione" ha aggiunto.

Viste le difficoltà incontrate da Marco Melandri nelle prime due uscite stagionali, ai test collettivi di Sepang, Albesiano ha anche analizzato la situazione dei suoi piloti: "I nostri piloti, Marco Melandri e Alvaro Bautista stanno attraversando due fasi totalmente diverse. Alvaro è infatti abituato alla MotoGp, ai freni, alle gomme, e sta facendo molto bene quello che deve fare. Per Marco è molto più difficile in questo momento in cui deve adattarsi a una situazione tecnica molto diversa da quella della Superbike, in cui ha corso negli ultimi anni. Noi in Marco crediamo al 100% e in questo momento in cui lui non ha feeling con la moto vogliamo supportarlo al meglio e siamo certi che ne uscirà molto bene".

Infine, ha regalato qualche indicazione anche sullo sviluppo previsto per la RS-GP: "Dal test in Malesia al Qatar abbiamo del tempo e ne approfitteremo per fare delle modifiche e poi ogni appuntamento in pista prevede qualche pezzo nuovo. La moto con cui inizieremo sarà la Step 1, quella che c’era a Valencia, con delle componenti della Step 2. Abbiamo invece abbandonato la Superbike che Marco aveva provato a Sepang".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Marco Melandri , Alvaro Bautista
Articolo di tipo Ultime notizie