MotoGP | Rivola: "Aprilia ha ancora molta strada da fare"

L'amministratore delegato di Aprilia, Massimo Rivola, ammette che il suo team di MotoGP ha ancora "molta strada da percorrere" per colmare il gap nei confronti dei leader, nonostante abbia ottenuto un podio nel 2021.

MotoGP | Rivola: "Aprilia ha ancora molta strada da fare"

Il marchio italiano ha fatto il suo passo avanti più deciso verso le posizioni di vertice della MotoGP nel 2021, approfittando della possibilità di essere il solo costruttore autorizzato a costruire una moto completamente nuova nel bel mezzo del blocco degli sviluppi imposti dal COVID.

Aleix Espargaro ha dimostrato di potersi piazzare con regolarità nelle prime otto posizioni ed ha ottenuto il primo podio dell'Aprilia in MotoGP quando ha concluso terzo nel Gran Premio di Gran Bretagna.

Lo spagnolo ha concluso il Mondiale all'ottavo posto in classifica, con 120 punti all'attivo. "E' stata sicuramente una buona stagione rispetto al passato", ha detto Rivola al termine della stagione 2021.

"Abbiamo molta voglia di lottare nel 2022. Prima di tutto, saremo un factory team, ma se guardiamo ai nostri progressi negli ultimi tre anni, speriamo che il 2022 confermi questa crescita e ci permetta di chiudere il gap con i migliori. Ma siamo ancora indietro, quindi c'è molta strada da fare".

Dietro alle quinte, la stagione dell'Aprilia però ha avuto le sue difficoltà. Su tutte, la morte di Fausto Gresini - la cui struttura ha gestito le RS-GP dal 2015 al 2021 - avvenuta nel mese di febbraio.

Prima ancora, l'Aprilia è rimasta con poche opzioni a disposizione per la sua seconda moto, dopo che la squalifica per doping di Andrea Iannone è stata inasprita a quattro anni, con diversi piloti della MotoGP, tra cui Andrea Dovizioso, ma anche della Moto2, che hanno rifiutato di unirsi alla squadra.

Maverick Vinales, Aprilia Racing Team

Maverick Vinales, Aprilia Racing Team

Photo by: Dorna

C'è stata quindi una grande opportunità per Lorenzo Savadori, che però è stato sostituito a partire dal Gran Premio di Aragon, quando Maverick Viñales è approdato a Noale dopo la tormentata rottura con la Yamaha.

Il pilota di Roses ha ottenuto un ottavo posto nel Gran Premio dell'Emilia Romagna come miglior risultato, ma si è piazzato a punti solamente due volte mentre tentava di adattarsi alla RS-GP.

Tuttavia, Rivola resta convinto che l'Aprilia sarà in grado di tirare fuori il massimo dallo spagnolo nella stagione 2022.

"L'approccio che abbiamo avuto con Maverick è stato quello di utilizzare le gare come un test, quindi provare diverse parti e configurazioni di set-up per capire cosa è meglio per lui", ha aggiunto.

Leggi anche:

"In questo modo abbiamo sacrificato i risultati delle gare, e un po' anche la sua fiducia, che è diventata un po' più difficile da costruire".

"Ma sono sicuro che in Maverick abbiamo un super talento e sono convinto che troveremo il modo per abbinarlo al meglio alle nostre risorse", ha concluso.

Maverick Vinales, Aprilia Racing Team

Maverick Vinales, Aprilia Racing Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania
Articolo precedente

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

Articolo successivo

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon
Carica i commenti