Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera
Ultime notizie
MotoGP GP di Catalogna

MotoGP | Raul Fernandez: “Al box ho pianto come un bambino”

Raul Fernandez è finito in terra quando era al comando della Sprint del Gran Premio di Catalunya della MotoGP. Lo spagnolo ha spiegato quanto gli ha fatto dispiacere l’accaduto.

Raul Fernandez, Trackhouse Racing Team

Tutto lasciava presagire che questo sabato sarebbe stato un grande giorno per Raul Fernandez. Le cose sono partite bene in qualifica, quando gli è stato ridato il suo miglior tempo dopo che gli era stato tolto per la bandiera gialla causata dalla caduta di Jorge Martin in Q2. Così, scattava dalla terza posizione. Il tutto con un’Aprilia del 2023, la stessa con cui Aleix Espargaro ha vinto la gara dell’anno scorso. Questa RS-GP si adatta molto bene al circuito del Montmelo, perché la sua aerodinamica consuma meno gli pneumatici.

Così, nonostante la pista fosse molto delicata, il portacolori Trackhouse ha imposto un ritmo elevatissimo nella Sprint quando si è visto davanti ed è andato al comando. Ma il sogno si è trasformato in un incubo, dato che è finito in terra quando aveva un buon margine, rimanendo a bocca asciutta in quella che poteva essere la sua prima vittoria e anche quella del team Trackhouse in MotoGP.

Tornando al box, Fernandez è scoppiato a piangere per quanto successo, come ha confessato ai media. Il madrileno ha chiesto scusa al team per l’errore “grave”, anche se ha commentato che non è stato dovuto al forzare molto, come si è potuto pensare inizialmente.

“Ora sto meglio, ma arrivato al box ho pianto come un bambino”, ha esordito. “Voglio chiedere scusa al team, perché ho commesso un grave errore. Aprilia sta lavorrando molto, non posso più tornare indietro, ma l’errore non è stato per aver esagerato o per fare il record della pista. Ero molto tranquillo sulla moto”.

“L’errore è avvenuto perché ho perso un po’ di tempo alla curva 9 e ho provato a recuperarlo in frenata alla curva successiva. Ho deciso di andare largo, ma all’ultimo momento ho chiuso la traiettoria e mi si è chiuso il davanti”, ha spiegato entrando nel dettaglio. Tuttavia, Fernandez ha voluto guardare il lato positivo di questo sabato concentrandosi sul livello, che può essere una strada di ciò che gli riserva il futuro: “Ho dimostrato che posso stare lì davanti. È questione di tempo”.

Inoltre, ha sottolineato anche un cambio sulla RS-GP del 2023 che lo ha fatto sentire più a suo agio: “Abbiamo cambiato una cosa importante, soprattutto sull’elettronica, ora posso guidare come voglio”. Questo prima di chiarire che il resto delle cadute non sono un paliativo: “Anche Pecco Bagnaia e Brad Binder sono caduti, ma questa non è una scusa”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Acosta: "Forse mi sono surriscaldato un po' troppo"
Articolo successivo MotoGP | Barcellona, Warm-Up: svetta Bastianini davanti ad Acosta

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Svizzera