MotoGP: quinta pole di fila di Quartararo a Barcellona

Il pilota della Yamaha sembra davvero inarrestabile e firma la pole davanti alle Ducati di Miller e Zarco, con Jack che fa un bel siparietto con Marquez che gli prende la scia in Q1, ma non riesce comunque a passare. Morbidelli è quinto, mentre Bagnaia non va oltre il nono tempo. Rossi scivola alla curva 4 ed è 11esimo.

MotoGP: quinta pole di fila di Quartararo a Barcellona

Fabio Quartararo sembra davvero un rullo compressore, non si ferma più davanti a niente: nel Gran Premio di Catalogna il pilota della Yamaha ha firmato la sua 15esima pole position in carriera, che è anche la quinta consecutiva (eguagliando Jorge Lorenzo nel 2010), proseguendo così il filotto iniziato a Portimao.

"El Diablo" ha fatto ancora una volta la differenza, scendendo fino ad un crono di 1'38"853. Un riferimento che pareva inarrivabile, ma che non ha potuto ritoccare a causa della presenza delle bandiere gialle nei minuti conclusivi e infatti Fabio non è parso troppo soddisfatto nonostante l'ennesima impresa. Le Ducati quindi si sono avvicinate, ma non abbastanza.

Dopo essere passato dalla Q1, con anche qualche scaramuccia con Marc Marquez di cui vi parleremo a parte, Jack Miller è stato spettacolare perché è riuscito a piazzare la sua Ducati in seconda posizione, a soli 37 millesimi dalla pole. E forse avrebbe potuto fare anche meglio se non fosse incappato in un highside alla curva 3, dal quale fortunatamente si è rialzato senza conseguenze.

A completare la prima fila c'è l'altra Desmosedici GP di Johann Zarco, che proprio all'ultimo giro è riuscito a scalare la classifica, chiudendo a soli 196 millesimi da Quartararo nonostante qualche problema di traffico nel T4 nel giro migliore. E' andata decisamente meno bene invece a Pecco Bagnaia, che scatterà solo nono, dovendo fare i conti con la cancellazione del suo giro migliore per essere andato oltre i limiti della pista.

Le KTM stanno confermando anche in Catalogna la crescita evidenziata con il nuovo telaio al Mugello, con Miguel Oliveira che ha mancato la prima fila per appena 50 millesimi e si candida ad una gara da protagonista. Poco più indietro invece il suo compagno Brad Binder, che scatterà dall'ottava casella.

In seconda fila troviamo altre due Yamaha, quella di Franco Morbidelli e quella di Maverick Vinales. Dopo il tempone che era riuscito a piazzare questa mattina in FP3, forse era lecito attendersi almeno la prima fila dal pilota del Team Petronas, che comunque paga solo 256 millesimi. Tutto sommato positiva la prima qualifica dello spagnolo con il nuovo capo tecnico Silvano Galbusera, visto che anche lui paga poco più di tre decimi.

Stesso distacco che si è visto rifilare Aleix Espargaro, settimo con la sua Aprilia, ma ancora una volta al livello dei migliori anche sulla pista di casa. Chi invece continua a faticare troppo in qualifica è il campione del mondo in carica Joan Mir, che con la sua Suzuki ha chiuso decimo a poco meno di sei decimi, alle spalle anche dei già citati Binder e Bagnaia.

Purtroppo l'accesso diretto alla Q2 non è fruttato più di un 11esimo posto in griglia a Valentino Rossi. Il "Dottore" è incappato in una scivolata alla curva 4 e dopo essere tornato in pista con la seconda moto, ha pagato 752 millesimi. Il quadro delle prime quattro file si completa con Pol Espargaro, unico tra i piloti Honda a riuscire a centrare la Q2, ma penalizzato da una scivolata alla curva 10 nel suo giro migliore.

Marc Marquez ci ha provato in tutti i modi, prendendo la scia di Miller, ma anche questa volta non è bastato all'otto volte campione del mondo per passare il taglio della Q1. L'australiano della Ducati aveva anche ironizzato, facendo un gesto che sembrava dire "poi mi paghi!", ma il pilota della Honda alla fine è rimasto fuori per 11 millesimi.

A dividere la quinta fila con il #93 ci sarà l'altra RC213V di Takaaki Nakagami, che fino a pochi secondi dalla bandiera a scacchi aveva avuto l'illusione di poter passare il turno. 15esimo posto in griglia invece per il rientrante Jorge Martin, tornato in sella alla Ducati Pramac dopo aver saltato le ultime quattro gare per l'infortunio di Portimao.

Sfortunato Iker Lecuona, che non ha avuto modo di provare un ultimo assalto a causa di una scivolata alla curva 9. Un peccato per lo spagnolo della KTM, che in quel momento era tra i qualificati al Q2, ma alla fine si dovrà accontentare di scattare 16esimo, dividendo la sesta fila con gli italiani Enea Bastianini sulla Ducati Avintia e Danilo Petrucci con la moto gemella del team Tech3.

Tanta Italia purtroppo anche nella settima ed ultima fila, con Luca Marini che andrà a schierare la sua Ducati in 19esima posizione e Lorenzo Savadori 21esimo con la sua Aprilia. Tra di loro si è infilata invece la Honda LCR di Alex Marquez. Bisogna ricordare poi l'assenza di Alex Rins, operato ieri al braccio destro per un infortunio rimediato mentre si allenava in bicicletta nella giornata di giovedì.

Classifica Q2

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 France Fabio Quartararo
Yamaha 7 1'38.853 172.146
2 Australia Jack Peter Miller
Ducati 5 1'38.890 0.037 0.037 172.082
3 France Johann Zarco
Ducati 8 1'39.049 0.196 0.159 171.805
4 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 8 1'39.099 0.246 0.050 171.719
5 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 8 1'39.109 0.256 0.010 171.701
6 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 8 1'39.157 0.304 0.048 171.618
7 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 8 1'39.218 0.365 0.061 171.513
8 South Africa Brad Binder
KTM 8 1'39.343 0.490 0.125 171.297
9 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 8 1'39.359 0.506 0.016 171.269
10 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 8 1'39.431 0.578 0.072 171.145
11 Italy Valentino Rossi
Yamaha 6 1'39.605 0.752 0.174 170.846
12 Spain Pol Espargaró Villà
Honda 2 1'41.791 2.938 2.186 167.177

Classifica Q1

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Australia Jack Peter Miller
Ducati 8 1'39.153 171.625
2 Spain Pol Espargaró Villà
Honda 7 1'39.170 0.017 0.017 171.596
3 Spain Marc Márquez Alentà
Honda 7 1'39.181 0.028 0.011 171.577
4 Japan Takaaki Nakagami
Honda 8 1'39.347 0.194 0.166 171.290
5 Spain Jorge Martin
Ducati 7 1'39.532 0.379 0.185 170.972
6 Spain Iker Lecuona
KTM 5 1'39.567 0.414 0.035 170.912
7 Italy Enea Bastianini
Ducati 7 1'39.590 0.437 0.023 170.872
8 Italy Danilo Carlo Petrucci
KTM 7 1'39.744 0.591 0.154 170.608
9 Italy Luca Marini
Ducati 8 1'39.942 0.789 0.198 170.270
10 Spain Alex Marquez
Honda 8 1'40.009 0.856 0.067 170.156
11 Italy Lorenzo Savadori
Aprilia 6 1'40.158 1.005 0.149 169.903
condividi
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio di Catalogna: Libere 4 e Qualifiche
Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio di Catalogna: Libere 4 e Qualifiche

Articolo successivo

Honda avrà le concessioni se non sale mai sul podio nel 2021

Honda avrà le concessioni se non sale mai sul podio nel 2021
Carica i commenti