Prove di set-up positive per la Ducati al Mugello

condividi
commenti
Prove di set-up positive per la Ducati al Mugello
Redazione
Di: Redazione
13 mag 2014, 08:53

Poche le novità da provare, ma i tempi sono stati buoni. Dovizioso è anche caduto, ma senza farsi male

Giornata intensa di test per il Ducati Team ieri al Mugello, in preparazione del Gran Premio d’Italia, che avrà luogo sul circuito toscano fra tre settimane. Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow hanno approfittato delle buone condizioni della pista e del meteo favorevole per cercare un buon set-up per la gara, ma anche per provare alcune nuove strategie elettroniche. Sulla moto di Crutchlow sono inoltre stati fatti ulteriori test e verifiche sull'impianto frenante, dopo il problema che il pilota inglese aveva avuto a Jerez. Andrea Dovizioso: "E’ sempre importante poter fare un test al Mugello prima della gara, e comunque avevamo dei nuovi set-up da provare. E’ stato interessante: niente di rivoluzionario, ma comunque queste prove che ci servono per la moto futura. Ho ottenuto dei buoni tempi, ma quando non sono presenti gli avversari non bisogna dargli troppa importanza. Siamo comunque più veloci dell’anno scorso. Verso la fine della giornata sono scivolato alla curva 4 perché ho perso l'anteriore. Per fortuna non mi sono fatto niente, e mi dispiace per i miei meccanici che dovranno lavorare un po’ di più questa sera, perché domani partiamo tutti per la Francia". Cal Crutchlow: "Oggi ci siamo dedicati a testare una serie di particolari. Ho provato soluzioni diverse dal mio compagno di squadra e da Iannone, ma alla fine sono tornato verso il set-up di base della Ducati, e il mio feeling è migliorato. E’ stata dunque una giornata positiva, con buone condizioni climatiche, e quindi siamo soddisfatti delle prove e andiamo a Le Mans fiduciosi di poter fare bene".
Articolo successivo
40 giri in sella alla ART-Aprilia per Biaggi al Mugello

Articolo precedente

40 giri in sella alla ART-Aprilia per Biaggi al Mugello

Articolo successivo

Biaggi: "C'è voluto un po' per trovare gli automatismi"

Biaggi: "C'è voluto un po' per trovare gli automatismi"
Carica i commenti