MotoGP, Portimao, Libere 2: zampata di Zarco, Rossi 21esimo

condividi
commenti
MotoGP, Portimao, Libere 2: zampata di Zarco, Rossi 21esimo
Di:

Il francese della Ducati vola e precede Vinales e l'Aprilia di un ottimo Espargaro in una sessione con la top 10 racchiusa in quattro decimi. In Q2 per ora anche Quartararo, Mir, Dovizioso e Morbidelli, mentre le Honda sarebbero tutte in Q1. Rins e Rossi cadono e sono piuttosto indietro.

Se la mattinata non era stata semplice per le Ducati, nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio del Portogallo è arrivata la riscossa delle Desmosedici GP, con Johann Zarco che ha portato in cima alla lista dei tempi quella con i colori del Team Esponsorama.

Gli ultimi minuti di questo turno da un'ora e dieci si sono trasformati quasi in una qualifica per dare l'assalto ad un tempo che valesse la Q2 e il francese ha sfoderato un clamoroso 1'39"417, precedendo di 119 millesimi la Yamaha di Maverick Vinales.

Come detto, in generale però c'è stato un buon passo avanti da parte delle Ducati, visto che stamattina nessuna era riuscita a centrare la top 10, mentre in questa FP2 sono state tre: in settima posizione, a soli 324 millesimi c'è quella di Andrea Dovizioso. In nona, circa un decimo più indietro, troviamo invece quella di Jack Miller.

Chi invece ha continuato a brillare, dimostrando che la prestazione di stamani non era un fuoco di paglia, sono l'Aprilia ed Aleix Espargaro. Lo spagnolo ha mantenuto la RS-GP in terza posizione, mentre Lorenzo Savadori è arretrato, ma ha comunque portato a casa un'onesta 16esima posizione, staccato di soli 668 millesimi.

In quarta posizione c'è la Yamaha con i colori Petronas affidata ad un Fabio Quartararo che finalmente torna ad affacciarsi nelle posizioni che contano, con un ritardo di 275 millesimi. Al momento in Q2 ci sarebbe anche Franco Morbidelli, autore del decimo tempo ma senza montare una gomma morbida al posteriore nel finale.

Continua ad essere veramente disastroso fin qui invece il weekend di Valentino Rossi: il "Dottore" è anche incappato in una scivolata alla curva 4, ma si ritrova 20esimo e penultimo, con un ritardo di 1"8 ed alle spalle anche di Tito Rabat. Un venerdì veramente nero per il pesarese.

Tornando a guardare le prime posizioni, in quinta posizione c'è la migliore delle KTM, che è stata quella di Brad Binder. Nelle prime posizioni però c'è anche quella di Pol Espargaro, autore dell'ottavo. Dopo essere stato il più veloce stamani, Miguel Oliveira invece si ritrova solamente 13esimo, nonostante paghi appena 529 millesimi. E questo dice molto di quanto siano livellate le prestazioni oggi.

Il quadro dei dieci piloti che al momento avrebbero accesso diretto alla Q2 si completa con il campione del mondo Joan Mir, che proprio nel finale è riuscito a scalare la classifica fino alla sesta piazza, a tre decimi dalla vetta. Se la passa decisamente peggio il suo compagno di squadra Alex Rins, che non è riuscito a fare meglio del 17esimo tempo e nelle prime fasi del turno è anche caduto alla curva 8.

Non è stata una sessione positiva invece per le Honda, che al momento sarebbero tutte costrette a passare dalla Q1. Stefan Bradl è 11esimo, a solo 21 millesimi dal decimo tempo di Morbidelli e Takaaki Nakagami, scivolato alla curva 4, è 30 millesimi più indietro. Attardati anche Cal Crutchlow ed Alex Marquez, rispettivamente 14esimo e 18esimo.

Il quadro dei ragazzi di casa nostra si completa poi con le due Ducati di Pecco Bagnaia e di Danilo Petrucci, rispettivamente 15esimo e 19esimo. Peccato soprattutto per il portacolori del Pramac Racing, che al momento sarebbe fuori dalla Q1 per meno di un decimo.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 France Johann Zarco
Ducati 29 1'39.417 169.612
2 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 29 1'39.536 0.119 0.119 169.410
3 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 25 1'39.645 0.228 0.109 169.224
4 France Fabio Quartararo
Yamaha 31 1'39.692 0.275 0.047 169.144
5 South Africa Brad Binder
KTM 27 1'39.697 0.280 0.005 169.136
6 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 26 1'39.732 0.315 0.035 169.077
7 Italy Andrea Dovizioso
Ducati 28 1'39.741 0.324 0.009 169.061
8 Spain Pol Espargaró Villà
KTM 27 1'39.783 0.366 0.042 168.990
9 Australia Jack Peter Miller
Ducati 25 1'39.820 0.403 0.037 168.928
10 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 25 1'39.888 0.471 0.068 168.813
11 Germany Stefan Bradl
Honda 28 1'39.909 0.492 0.021 168.777
12 Japan Takaaki Nakagami
Honda 26 1'39.939 0.522 0.030 168.726
13 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 30 1'39.946 0.529 0.007 168.715
14 United Kingdom Cal Crutchlow
Honda 27 1'39.966 0.549 0.020 168.681
15 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 26 1'39.977 0.560 0.011 168.662
16 Italy Lorenzo Savadori
Aprilia 27 1'40.085 0.668 0.108 168.480
17 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 25 1'40.213 0.796 0.128 168.265
18 Spain Alex Marquez
Honda 33 1'40.338 0.921 0.125 168.055
19 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 28 1'40.547 1.130 0.209 167.706
20 Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 32 1'41.256 1.839 0.709 166.532
21 Italy Valentino Rossi
Yamaha 28 1'41.279 1.862 0.023 166.494
22 Finland Mika Kallio
KTM 29 1'41.826 2.409 0.547 165.600
MotoGP, Portimao, Libere 1: Oliveira al top, Savadori quarto!

Articolo precedente

MotoGP, Portimao, Libere 1: Oliveira al top, Savadori quarto!

Articolo successivo

Crutchlow risponde a Lorenzo: "Grande pilota, ma non buon tester"

Crutchlow risponde a Lorenzo: "Grande pilota, ma non buon tester"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP del Portogallo
Sotto-evento FP2
Location Algarve International Circuit
Autore Matteo Nugnes