MotoGP, Portimao, Libere 1: svetta Vinales, ma Marquez è 3°!

Il rientro di Marc Marquez è stato strepitoso: il pilota della Honda ha chiuso terzo con la pista resa insidiosa da tante chiazze d'umido. Solamente Maverick Vinales ed Alex Rins sono riusciti a fare meglio di lui. Bene anche le Ducati di Zarco e Bagnaia, in quinta e sesta posizione. Top 10 per Petrucci, mentre Rossi è 11esimo e Morbidelli 14esimo.

MotoGP, Portimao, Libere 1: svetta Vinales, ma Marquez è 3°!

Il weekend del Gran Premio del Portogallo di MotoGP si è aperto con il miglior tempo di Maverick Vinales, ma l'eroe della prima sessione di prove libere è stato senza ombra di dubbio Marc Marquez, che al rientro dopo 9 mesi di stop è stato capace di staccare il terzo tempo nonostante le condizioni delicate della pista.

Dopo la pioggia caduta nel corso della nottata, sull'asfalto di Portimao erano presenti ancora delle chiazze di bagnato, che hanno reso insidioso il fondo per tutti i piloti. Non a caso, i tempi sono stati di circa tre secondi più alti rispetto alla pole position dello scorso anno. Tutti però hanno cercato di sfruttare il più possibile questa FP1 perché per il turno pomeridiano è previsto l'arrivo della pioggia.

E se c'era uno che aveva bisogno di prendere le misure è proprio Marquez, che però ha guidato la sua RC213V con una scioltezza incredibile. Il dottor Charte, responsabile medico della MotoGP, ha detto che probabilmente Marc è al 90-95% della sua condizione fisica, ma probabilmente nessuno se lo sarebbe aspettato subito nella top 3.

Anzi, alla bandiera a scacchi era addirittura lui a comandare il gruppo, con la sua Honda accreditata di un crono di 1'42"378. A tempo scaduto però sono riuscite ad infilarsi davanti a lui la Yamaha di Vinales e la Suzuki di Alex Rins, bravi a sfruttare una pista che andava migliorando di giro in giro e a staccarlo rispettivamente di 251 millesimi e di un decimo esatto.

Per la Honda questo turno ha segnato in generale un passo avanti importante, perché nella scia del #93 c'è anche Pol Espargaro, più lento di appena 4 millesimi, ma anche Alex Marquez non è andato affatto male, riuscendo a realizzare il nono tempo a poco più di sei decimi.

Positiva anche la sessione della Ducati, che ha piazzato tre Desmosedici GP nelle prime otto posizioni: il leader iridato Johann Zarco è quinto, tallonato da Pecco Bagnaia. Entrambi pagano tre decimi, separati tra loro da pochi millesimi. Poco più indietro, in ottava posizione, c'è Jack Miller, alle prese con il recupero dall'intervento di sindrome compartimentale e preceduto dalla Yamaha del vincitore del GP di Doha, il francese Fabio Quartararo.

L'ultimo che al momento avrebbe accesso diretto alla Q2 è Danilo Petrucci. Su una pista sulla carta favorevole alla KTM, il pilota di Terni è stato il più veloce tra i portacolori della Casa austriaca, con il vincitore della passata edizione della gara di Portimao, Miguel Oliveira, che invece non è andato oltre al 17esimo tempo.

Subito fuori dalla top 10 Valentino Rossi, che si ritrova a poco meno di nove decimi dalla vetta. Non se la passa meglio l'altra Yamaha Petronas di Franco Morbidelli, 14esimo anche su una pista che lo aveva visto salire sul podio a novembre. Tra le due M1 ci sono poi la Honda di Takaaki Nakagami e la Suzuki del campione del mondo Joan Mir, rimasto questo fine settimana senza il suo capo tecnico Frankie Carchedi, positivo al COVID-19.

Dopo il grande podio di Losail, Jorge Martin ha iniziato il weekend in Algarve con il 16esimo tempo, ma è stato comunque il migliore dei rookie, visto che Luca Marini ed Enea Bastianini sono rispettivamente 18esimo e 20esimo. Attardate, infine, anche le Aprilia, con Aleix Espargaro che si ritrova 20esimo, anche se non ha spinto come testimoniato dal distacco di 3"2. Più avanti questa volta Lorenzo Savadori, 15esimo a 1"4.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 15 1'42.127 165.112
2 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 18 1'42.278 0.151 0.151 164.868
3 Spain Marc Márquez Alentà
Honda 14 1'42.378 0.251 0.100 164.707
4 Spain Pol Espargaró Villà
Honda 12 1'42.382 0.255 0.004 164.700
5 France Johann Zarco
Ducati 20 1'42.443 0.316 0.061 164.602
6 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 20 1'42.464 0.337 0.021 164.569
7 France Fabio Quartararo
Yamaha 14 1'42.528 0.401 0.064 164.466
8 Australia Jack Peter Miller
Ducati 18 1'42.536 0.409 0.008 164.453
9 Spain Alex Marquez
Honda 14 1'42.781 0.654 0.245 164.061
10 Italy Danilo Carlo Petrucci
KTM 12 1'42.957 0.830 0.176 163.780
11 Italy Valentino Rossi
Yamaha 19 1'43.013 0.886 0.056 163.691
12 Japan Takaaki Nakagami
Honda 13 1'43.036 0.909 0.023 163.655
13 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 15 1'43.060 0.933 0.024 163.617
14 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 21 1'43.243 1.116 0.183 163.327
15 Italy Lorenzo Savadori
Aprilia 17 1'43.539 1.412 0.296 162.860
16 Spain Jorge Martin
Ducati 19 1'43.702 1.575 0.163 162.604
17 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 18 1'44.000 1.873 0.298 162.138
18 Italy Luca Marini
Ducati 15 1'44.602 2.475 0.602 161.205
19 Spain Iker Lecuona
KTM 20 1'44.967 2.840 0.365 160.644
20 Italy Enea Bastianini
Ducati 14 1'45.325 3.198 0.358 160.098
21 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 10 1'45.335 3.208 0.010 160.083
22 South Africa Brad Binder
KTM 17 1'47.774 5.647 2.439 156.460
condividi
commenti
Aleix Espargaró: “L’analisi di Dovizioso è identica alla mia”
Articolo precedente

Aleix Espargaró: “L’analisi di Dovizioso è identica alla mia”

Articolo successivo

Honda: "Essere in griglia domenica è già una vittoria per Marc"

Honda: "Essere in griglia domenica è già una vittoria per Marc"
Carica i commenti